La ragazza più fortunata del mondo di Jessica Knoll

La ragazza più fortunata del mondo

di Jessica Knoll

 

Risultati immagini per La ragazza più fortunata del mondoTitolo: La ragazza più fortunata del mondo
Autore: Jessica Knoll
Serie: //
Edito da: Rizzoli Bur
Prezzo: 19,00 € Rilegato/ 12,00 € Brossura/ 4,99 € ebook
Genere: Thriller
Pagine: 382 p.

anobii-icon Good-Reads-icon amazon-iconTrama: Quando era una ragazzina e frequentava la prestigiosa Bradley School, Ani FaNelli ha subito davanti a tutta la scuola un’umiliazione scioccante che l’ha sconvolta al punto da spingerla a reinventare se stessa. Oggi, con un lavoro appagante, un guardaroba raffinato e un futuro marito di ottima famiglia, è a un passo dalla vita perfetta che si è impegnata tanto duramente a raggiungere. Ma Ani ha un segreto. Nel suo passato c’è qualcosa di nascosto che continua a perseguitarla, un’esperienza intima e dolorosa che rischia di tornare a galla e rovinare tutto. Con una voce graffiante e attraverso colpi di scena del tutto inaspettati, “La ragazza più fortunata del mondo” mette in luce la spirale tumultuosa che si nasconde dietro l’immagine di una donna realizzata. Al centro di tutto una protagonista dal profilo tagliente, con un’ambizione sfrenata che cerca di seppellire una verità scandalosa, ma che ha un cuore molto più grande di quello che continua a mostrare. Una domanda resta sospesa: rompere il silenzio distruggerà tutto ciò per cui Ani ha combattuto o, finalmente, potrà essere libera?

Immagine5

Recensioneùdi MissMarilux

 

La ragazza più fortunata del mondo è stata una lettura decisamente strana per la sottoscritta.keep-calm-and-tieni-duro-1 Il libro alterna il passato ed il presente della protagonista, Tifani Fanelli. Il primo capitolo ci mostra Tifani quasi trentenne presa dal suo lavoro, dai preparativi del suo matrimonio e persa nei suoi pensieri molesti da pseudo assassina. Sinceramente le prima 40 pagine fanno davvero venire voglia di abbandonare il libro, ma ho tenuto duro. Un volume di quasi 400 pagine non può essere cestinato dopo così poco, giusto?  E devo dire che sono stata ricompensata.

Ciò che immediatamente salva il romanzo dall’essere abbandonato è il secondo capitolo, ovvero il primo salto temporale nel 2001 della giovane Tifani, detta Tiffy allora. Tiffy arriva nella sua nuova scuola, la Breadley e da lì assistiamo alla sua discesa nell’inferno.

(Allarme Spoiler, non leggete questo capoverso se non volete poilerallertrovinarvi i contenuti del libro, se invece siete deboli di stomaco vi consiglio caldamente di andare avanti) Il volume contiene argomenti pesanti, inutile girarci attorno. Tif viene stuprata in gruppo, subisce bullismo feroce, viene emarginata, affoga la sua solitudine nel cibo e nella rabbia, ha sempre una sete incredibile, una sete non fisica ma emotiva. È una morta che cammina in pratica e che trova in Arthur, altro reietto bullizzato dal gruppo degli In, una sorta di amico. I due lo saranno fino all’esplosione finale di quest’ultimo che lo porterà assieme ad un altro studente, Ben, fatto impazzire sempre dai soliti bulli, a compiere una strage nella scuola in tipico stile americano.

La Tifani del 2012 che si fa chiamare solo Ani, è una stronza arrivista, una donna cinica, fredda e disperata. Le basta ritrovare l’unico che le abbia mai creduto, il sig. Anderson, il suo vecchio prof. di ginnastica, per far crepare quella maschera algida e tornare ad essere una donna fragile e psicologicamente distrutta. Giulio-Massari__Ematginazione_gDa lì assistiamo al suo cambiamento e alla sua redenzione con tanto di assoluzione finale.

La Knoll lavora molto bene sulle psicologie dei suoi personaggi. Tifani ma anche Arthur, il prof Anderson e l’attuale fidanzato di Ani, Luke, sono incredibilmente reali, forse fin troppo purtroppo. Anche le accuse mosse ad Ani per aver collaborato alla strage (cosa non vera) sembrano uno spaccato della realtà, dove la vittima di stupro in fondo è sempre una complice e quindi la vera carnefice. Insomma un bellissimo romanzo che è un pugno nello stomaco per i contenuti.

Lo stile della Knoll non è semplicissimo, a volte fa grossi giri di parole per far capire cosa stia accadendo davvero ma non la trovo una scelta sbagliata. I pensieri e le azioni dei protagonisti sono complicate, uno stile elementare avrebbe smontato di molto la loro psicologia assai intrigata.

Insomma l’autrice è dannatamente brava nel riuscire a mettere tutti i pezzi assieme nel giusto modo, centellinando le informazioni che fornisce al lettore,approved il quale metterà tutto insieme come un puzzle, solo a fine corsa (ad esempio: nel primo capitolo Ani immagina di accoltellare il suo fidanzato Luke, lo capirete solamente leggendo uno degli ultimissimi capitoli). Consiglio caldamente questo romanzo, nonostante la grande pesantezza di contenuti, perché vi spingerà a riflettere su quanto la cattiveria umana possa distruggere un essere umano e su quanto sia sbagliato giudicare le apparenze (la magrezza estrema della Tifani attuale non è un caso come l’obesità del povero Arthur nel 2001).

Un perfetto affresco della feroce società moderna, promosso a pieni voti!

VOTO :1Astelle

Immagine5

knollJessica Knoll è stata editor di “Cosmopolitan” e ha lavora anche per “SELF”. Vive a New York con il marito. La ragazza più fortunata del mondo è il suo primo romanzo, grazie al quale Jessica si è liberata di un episodio doloroso della sua adolescenza. Oggi vive felicemente a New York assieme a suo marito.

Goodreads_iconFacebook-iconBlogger-iconTwitter-icon

 

∼ by MissMarilux
Editing by CriCra

 

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi