La schiava francese di Kathleen McGregor [Saga del Mar dei Caraibi #5]

La schiava francese
Saga del Mar dei Caraibi #5

di Kathleen McGregor

 

la schiava franceseTitolo: La schiava francese
Autore: Kathleen McGregor
Edito da: Leggereditore
Prezzo: Cartaceo 16,90 € – Ebook 4,99 €
Genere: Romanzo storico sentimentale
Pagine: 788 p.

anobii-icon Good-Reads-icon amazon-iconTrama: Capo Verde, 1674. Angeline Bonnaire ha vissuto tre anni a bordo della Bonne Chance, la fregata del pirata francese Benjamin Adam. Quando rimane incinta, l’uomo le affida una mappa che conduce a un ricco tesoro e la fa fuggire. Angeline ben presto si ritrova alla deriva in mare aperto e si imbatte nel suo incubo peggiore: la nave negriera olandese Swaan. Gerben De Witte, il capitano, è intenzionato a ricavare una fortuna dalla vendita di quella mezzosangue bella e selvaggia. Ma il fato vuole che sul palco della piazza del mercato degli schiavi di Port Royal Omar De Chaville la veda. Pur di riaverla e portarla al sicuro a bordo della Spitfire, l’uomo è pronto ad affrontare chiunque e a infrangere ogni legge. E così Angeline si ritrova di nuovo su una nave, nelle mani di un uomo che la guarda e le parla come se la conoscesse… Ma la vera minaccia è un’altra: il nuovo capitano della Bonne Chance, Louis Fontaine, è sulle sue tracce, determinato a recuperare a ogni costo la mappa del tesoro…

La serie “Saga del Mar dei Caraibi”
1. Corinna
2. CuorePirata
3. L’irlandese
4. La sposa spagnola
5. La Schiava Francese

[Per leggere le recensioni, cliccare sui link]

Immagine5

Recensioneùdi Reika Sanjio 

Ancora una volta Kathleen McGregor ci stupisce con uno dei suoi romanzi ambientati nella Filibusta, e, nonostante questo sia il quinto romanzo scritto sul genere, la McGregor non manca di stupire e di farci sognare.

In questo romanzo sono presenti tutti gli elementi necessari per creare una vera storia stile “Pirati dei Caraibi”: un’antica mappa ritrovata, una nave di pirati (anzi, a dire il vero più di una), un isola sperduta ed infine, ma non meno importante,  un inestimabile tesoro. Ah, giusto!, non dimentichiamoci la cosa più importante: la donzella indifesa. Anche se Angeline, a dire il vero, sembra essere tutto tranne che indifesa fin dalle prime pagine.

Angeline, la protagonista di questo romanzo, non solo ricalca il carattere femminile che la McGregor, in maniera più o meno velata, attribuisce ad ogni sua eroina, ma in questo caso specifico ne ripresenta anche le fattezze fisiche. Assomiglia, in modo impressionante, ad Alma De Castillo, la protagonista del romanzo “L’irlandese”.

Peculiarità dei romanzi autonclusivi di questa autrice, dal nome straniero ma Made-in-Italy al 100%, è il filo conduttore che unisce li unisce tutti, permettendoci di ritrovare sempre cenni o piccoli apporfondimenti sulle coppie lette precedentemente o su personaggi anche solamente accennati.

Conosciamo Angeline come giovane donna, ma con un burrascoso passato alle spalle. Imbarcata su una nave negriera, viene salvata dal terribile Pirata Benjamin Adam, che ne fa la sua donna. Dopo qualche anno trascorso con i pirati in relativa tranquillità, la sorte avversa le si rivolta ancora una volta contro. Costretta ad abbandonare la nave pirata in tutta fretta viene abbandonata su una scialuppa e, beffa della sorte, viene nuovamente tratta in “salvo”da un’altra nave negriera e venduta come schiava ad un ricco proprietario terriero.

Il destino sembra avere in serbo per lei ancora qualche sorpresa. Proprio grazie alla sua incredibile somiglianza con Alma De Castillo, Angeline viene notata poi rapita da Omar De Chaville, capitano di vascello, ex filibustiere, che ne fa a sua volta la sua donna.

nave pirataDa questo momento in poi le sorti di Angeline sono irrimediabilmente legate a quelle del Capitano. La donna tenta di ribellarsi con tutte le sue forze ad Omar, ma anche un carattere ribelle come il suo può essere domato, e il bel capitano è disposto a mettere in campo tutte le armi per poter vincere la battaglia per la conquista del suo cuore.

C’erano due Angeline. Una era la creatura selvaggia, nascosta in fondo agli occhi, diffidente e guardinga. L’altra era la donna che lo guardava con desiderio, e che tremava tra le sue braccia. E mentre la osservava condurre quella battaglia interiore, Omar comprese che per averle entrambe avrebbe dovuto estendere quel desiderio anche alla prima.

Un romanzo veramente notevole, pieno di avventura e di colpi di scena, ricco di particolari e di situazioni in grado di tenerti col fiato sospeso fino all’ultima pagina,ed alla fine abbandonarti con la sensazione di aver vissuto le stesse vicende e le stesse emozioni dei protagonisti.

Come ha affermato la stessa autrice in diverse interviste pubblicate in vari blog, i suoi romanzi sono prima di tutto romanzi d’avventura, poi romanzi d’amore, cosa che possiamo riscontrare chiaramente in ogni suo lavoro. Infatti, benchè la storia amorosa sia presente, sono soprattutto le vicende avventurose a dare il tono del libro e a tenerci incollati alle pagine fino all’ultima pagina. Un altro elemento molto importante è la cura con la quale l’autrice abbia delineato il periodo storico, la terminologia e l’ambientazione nella quale si muovono i suoi personaggi.

Nonostante il romanzo sia in larga parte ambientato a bordo di navi, mantiene un ritmo incalzante e dinamico. Davvero una bella lettura, adatta a un pubblico che ha ancora voglia di sognare eroi come il buon vecchio Sandokan o il sempre affascinante furfante Jack Sparrow.  E brava Kathleen, adesso attendiamo le avventure della piccola Désirée.

VOTO:

Immagine5

kathleen mcgregorKATHLEEN McGREGOR  è una scrittrice di rara intensità e maestria, capace di fondere l’avventura e la passione con l’accurata ricostruzione storica. I suoi romanzi, già pubblicati da Mondolibri e da Harlequin Mondadori, sono un inno alla libertà, e a ogni pagina riescono a far appassionare il lettore, trascinandolo in un viaggio dalle atmosfere esotiche e avvincenti. Con Leggereditore ha pubblicato Corinna. La Regina dei Mari, La Sposa Spagnola e Cuore Pirata, riscuotendo un grande successo di pubblico.

Goodreads_iconFacebook-iconInstagram-icon

 

∼ by Reika Sanjio
Articolo betato da _CriCra_; Nasreen

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi