La trilogia di Gemma Doyle di Libba Bray

La trilogia di Gemma Doyle
Libba Bray

 

Oggi parlerò di una trilogia che ho deciso di acquistare da poco dopo, spinta soprattutto dalle continue recensioni positive lette in giro. Per una volta le mie fonti non hanno peccato di generosità nel descrivere un libro.
Ho intenzione di parlarvi della trilogia di Gemma Doyle scritta da Libba Bray!

 

Libba Bray: Figlia di un pastore presbiteriano, Libba Bray è stata cameriera, cuoca in un ristorante messicano, redattrice e pubblicitaria. Nata e cresciuta in Texas a forza di rock alternativo-underground, filmacci in tv e letture pericolosissime, è riuscita misteriosamente a sopravvivere (a tutto questo e a un incidente automobilistico da cui è uscita letteralmente distrutta) e a trasferirsi a Brooklyn, New York, dove vive con il marito (sposato a Firenze), il figlio e un gatto ciclotimico.
Il suo blog ufficiale, in inglese, è http://libba-bray.livejournal.com e il suo sito www.libbabray.com.

Fonte: http://www.gemmadoyle.it/

Triologia di Gemma Doyle;
1. Una grande e terribile bellezza
2. Angeli ribelli
3. La rivincita di Gemma

Titolo: Una grande e terribile bellezza
Autore: Libba Bray
Serie: Gemma’s Triology
Edito da: Elliot Edizioni
Prezzo: 17,50€
Genere: Adult Fantasy, New Gothic, Streghe, Storico
Pagine: 450 p

Trama: Fine Ottocento. Rimasta orfana di madre e trascurata da un padre schiavo del laudano, la sedicenne Gemma Doyle lascia Bombay, dove ha trascorso l’infanzia, per un severo e cupo collegio femminile appena fuori Londra. Qui riesce a entrare nell’esclusivo gruppo formato dalla potente Felicity, la vezzosa Pippi e l’imbranata Ann. Dopo il primo periodo di permanenza, costellato di noiose lezioni, rigida disciplina e oscure visioni (nonché dalla presenza di Kartik, un giovane misterioso e seducente che l’ha seguita dall’india), Gemma scopre un diario segreto che le svela l’esistenza dell’Ordine, una congrega di donne dedite alla magia e alla scoperta di universi paralleli dove tutto è possibile. Assieme alle amiche, e nonostante la ferma opposizione di Kartik, la ragazza è intenzionata a saperne di più, a ribellarsi alle regole e a raggiungere la grotta nascosta dove l’attende un destino inatteso…

Commento Personale: Primo libro di una trilogia della scrittrice statunitense Libba Bray posso senza dubbio affermare che questo volume rappresenta in modo chiaro cosa significa ”saper scrivere”.
Sì, perchè Libba Bray è riuscita a scrivere un piccolo capolavoro gotico dai risvolti storici vittoriani assolutamente delizioso.
In questo libro veniamo a conoscenza dell’eroina della storia che, fortunatamente, si allontana decisamente dalle stereotipate protagioniste invincibili o fragili tanto in voga in questo periodo.
Gemma Doyle è una ragazza che si trova a fare i conti con una mentalità ed un mondo che per noi, donne del 2000, appare semplicemente inconcepibile. L’essere donna, l’essere un oggetto e nient’altro, ma riuscire comunque con caparbia, forza e, sì, egoismo a non arrendersi al asuo destino. Continuare a sognare nonostante tutto.Un’eroina reale, viva e parpabile con tutti i suoi errori, le sue paure e le sue incertezza.
Personaggi assolutamente originali e vivi che ruotano intorno a Gemma e al grande segreto della sue vita che finirà per unire in una solida e reale amicizia tre ragazze Ann, Pimpi e Felicity che diverranno parte integrante della vita di Gemma, nel bene e nel male.
Un romanzo affasciante, coinvolgente e niente affatto scontato che mi ha catturata immediatamente e che ora, mi sta facendo correre in libreria per acquistare il secondo.
Assolutamente consigliato a tutti gli amanti del genere.

Titolo: Angeli ribelli
Autore: Libba Bray
Serie: Gemma’s Triology
Edito da: Elliot Edizioni
Prezzo: 17,50€
Genere: Adult Fantasy, New Gothic, Streghe, Storico
Pagine: 544 p

Trama: Gemma è sempre più decisa a ricostituire l’Ordine e distruggere definitivamente Circe. Stavolta però dovrà affrontare un nuovo compito: trovare il Tempio, fonte originaria della magia, e legarvi il potere da lei disperso per i Regni quando ha distrutto le rune. Non sarà un’impresa facile: Kartik e il Rakshana hanno loro progetti segreti che la minacciano, alla Spence compare una nuova inquietante professoressa che potrebbe essere Circe e l’atmosfera natalizia a Londra mette a dura prova la facciata di rispettabilità che Gemma e le sue amiche Feliciry e Ann si sono faticosamente costruite. Forze oscure sono all’opera nei Regni, dove le amiche ritrovano Pippi, che potrebbe essere stata corrotta dagli spiriti maligni.

Commento Personale: Angeli Ribelli è il secondo di una trilogia che ti cattura ad ogni pagina.
Dove non ci sono buoni o cattivi, dove il bianco ed il nero spesso finiscono con il confondersi e mescolarsi senza alcuna apparente logica.
Dove l’amicizia è vera, quella reale di tutti i giorni fatta di luce ed ombre, di pregi e difetti e dove l’amore non è una
classica favola dove il principe azzurro arriva cavalcando un bianco destriero.
Libba Bray, nella sua bravura, ci mostra un mondo fatto di balli, carrozze, cavalli, balze e merletti. Ornato da elementi fantasy che si integrano ed uniscono all’epoca vittoriana con elegante e sapiente disivoltura.
Gemma Doyle, semplice ragazza vicina al suo debutto sociale, lascia le mura della scuola per signorine e si trova per la prima volta fra le frenetiche vie di Londra.
Si trova a fare i conti con una socientà basata sull’apparenza, dove la meschinità regna sovrana d dove una donna, per quanto intelligente, finisce sempre e comunque per dover fare i conti con le chiacchiere delle sue pari pronte a distruggerla per un nulla.
Una fantasy che diventa definitivamente per adulti dove, a mio avviso, la frase che racchiude tutta l’essenza del romanzo stesso è: ”Nei libri, la verità sistema tutto quanto. Il bene vince. I malvagi vengono puniti. La felicità trionfa. Ma nella realtà non succede così, vero?” (p.530)
Non vedo l’ora di poter assaporare il terzo della trilogia, senza dubbio!

Titolo: La rivincita di Gemma
Autore: Libba Bray
Serie: Gemma’s Triology
Edito da: Elliot Edizioni
Prezzo: 17,50€
Genere: Adult Fantasy, New Gothic, Streghe, Storico
Pagine: 672 p

Trama: E’ stato un anno di grandi cambiamenti per Gemma da quando è arrivata alla Spence Academy. Sua madre uccisa, suo padre assuefatto al laudano, e Gemma stessa che ha scoperto di avere la capacità di viaggiare tra i reami, nel mondo Faerie, dove la magia scorre selvaggia. Ora è giunta l’ora del suo debutto in società ed anche l’ora di decidere quale sarà il suo ruolo riguardo al regno fatato. Pippa, la sua amica scomparsa nel regno fatato ricompare, ma non è più la stessa…cosa sarà della loro amicizia e delle loro vite, mentre un gruppo segreto cerca di impadronirsi del reame fatato?

Commento Personale: Finalmente, nonostante il lavoro, sono riuscita a completare anche questo terzo ed ultimo volume della trilogia di Gemma Doyla.
Superlativa!
Libba Bray mi ha davvero sconvolta, positivamente ovvio, e mi ha altresì sorpresa! E’ assurdo che libri come ‘I diari del vampiro’ abbiamo un largo seguito in Italia ed opere come queste, con tutta la loro grandezza, debbano essere sottovalutate e tralasciate. Addirittura, sotto Natale, nelle librerie ci sentiamo rispondere ”E’ finito e non credo che verrà riordinato”. Cosa? Allucinante.
E’ una delle opere new gothic più belle, coinvolgenti, originali e (paradossalmente) plausibili che ho avuto il piacere di leggere negli ultimi anni.
In questo libro, come ne altri due, nonostante l’elemento puramente fantasy faccia da padrone, viene descritta con assoluta attenzione e veridicità la psiche umana in tutte le sue maggiori espressioni.
Amore, amicizia, odio, coraggio…
In questa saga non abbiamo eroine senza macchia e senza paura in grado di smuovere il mondo. Abbiamo un eroina che non crede di esserlo, abbiamo una ragazza spaventata dalla mole di responsabilità che si vede affidare. Possiamo percepire l’assolita umanità del sentimento di amicizia che lega le tre ragazze fatto di affetto, liti e perfino odio.
Perchè è questa l’amicizia, quella vera.
Ci perdiamo magicamente negli intrighi che circondano la nostra Gemma Doyle fra i quali cerca faticosamente di barcamenarsi. E la fatica, l’ira, la passione, la tristezza ci colgono ad ogni nuova pagina, immedesimandoci fin troppo naturalmente nella protagonista.
La storia ti cattura fin da subito e non c’è momento in cui vorresti scorrere le pagine alla ricerca di un nuovo colpo di scena, di un nuovo punto focale per la storia. In ogni pagina di questo romanzo Libba Dray ci da qualche informazione di carattere essenziale e non ci sono momemti di sospensione nella storia.
L’elemento fantasy puro e semplice è un po’ incorporeo, un po’ troppo labile ma questo, credo, sia dovuto dalla volontà della scrittrice stessa di concentrarsi principalmente sull’aspetto umano ed i rapporti fra i vari personaggi che mutano e variano a velocità impressionante.
E’ una storia per adulti dove l’elemento fantasy si unisce con perfetta sincronia. Ho apprezzato moltissimo Gemma ma anche Ann (che alla fine è stata in grado di riscattarsi un po’ dal carattere passivo che l’ha diretta per tutta la trilogia e la stessa Felicity finalmente cosciamente o meno, finalmente ci spiega il perchè di molti suoi comportameti equivoci o, quantomeno, deliberatamente assurdi.
Pippi invece ha fatto la fine che mi sono immaginata all’inizio del secondo libro, peccato, aveva del potenziale quella ragazza.
Chi invece mi ha decisamente sorpresa è stata Kartrik. Il suo comportamento equivoco ed ‘ballerino’ oserei dire per tutta la trilogia mi stava quasi senervando. Per fortuna che alla fine è riuscito a fare qualcosa di buono per se stesso.
In definitiva è un libro assolutamente da leggere. In ogni caso ^^

 

Lascia un commento

2 risposte a “La trilogia di Gemma Doyle di Libba Bray”

  1. […] di Gemma Doyle – [Adulti/Ragazzi] – [Recensioni Libri] – [ […]

  2. -Vale- ha detto:

    Come non essere d'accordo!^^

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi