L’amore addosso di Sara Rattaro

L’amore addosso

di Sara Rattaro


L'amore addosso
Titolo
: L’amore addosso 
Autore: Sara Rattaro
Edito da: Sperling & Kupfer
Genere: Narrativa
Pagine: 240 p. || Prezzo: 16,90€ book – 9,99€ ebook

Trama dell’editore:
Una giovane donna attende con ansia fuori da una stanza d’ospedale. È stata lei ad accompagnare lì d’urgenza l’uomo che ora è ricoverato in gravi condizioni. È stata lei a soccorrerlo in spiaggia, mentre passava per caso, dice. Non dice – non può farlo – che invece erano insieme, che sono amanti. Lo stesso giorno, in un’altra ala dell’ospedale, una donna è in attesa di notizie sul marito, vittima di un incidente d’auto. Non era con lui al momento dell’impatto; non era rintracciabile mentre la famiglia, da ore, cercava di mettersi in contatto con lei. E adesso, quando la informano che in macchina con il marito c’era una sconosciuta, non sembra affatto stupita. La prima donna è Giulia. La seconda è ancora Giulia. E il destino, con la sua ironia, ha scelto proprio quel giorno per fare entrare in collisione le due metà della sua vita: da una parte, quella in cui è, o sembra, una moglie fortunata e una figlia devota; dall’altra, quella in cui vive di nascosto una passione assoluta e sfugge al perbenismo di sua madre – alle ipocrisie, ai non detti, a una verità inconfessabile. Una verità che perseguita Giulia come una spina sotto pelle; un segreto che fa di lei quell’essere così tormentato e unico, luminoso e buio; un vuoto d’amore che si porta addosso come una presenza ingombrante, un caos che può soltanto esplodere. Perché l’amore è una voce che non puoi zittire e una forza che non puoi arrestare. L’unica spinta che può riportarti a ciò che sei veramente.

Recensione

di MartiMoka

“…La verità è quasi sempre una storia raccontata a metà…”

L’amore addosso sconvolge la definizione di amore e lo fa sfidando uno dei più grandi pregiudizi: quello dell’amore clandestino. Sara Rattaro, infatti, racconta la storia dell’amore tra Giulia e Federico, un tipo di relazione che mette a dura prova il lettore e lo costringe a non giudicare.

Giulia è una donna con cui non è facile identificarsi, in un primo momento, ma che poi si svela e si fa conoscere. Tutte le sue incoerenze, che inizialmente fanno storcere il naso, diventano il suo punto di forza, la rendono più umana. L’autrice travolge il lettore nel dolore, una sofferenza fatta di sensi di colpa e di “e se…” troppo pesanti per essere archiviati, per dimenticare. La donna è divisa a metà tra i molteplici ruoli che la società le ha imposto. O magari quelli che lei crede le siano stati imposti dall’esterno, ma si sa, che il peggior nemico è spesso da ricercare in se stessi. E se Giulia occupa gran parte della scena, non si può dire altrettanto di Federico, che rimane sullo sfondo di una vita troppo complicata per essere capita fino in fondo da chi non la vive in prima persona.

Tutto ruota intorno ad un segreto inconfessabile, che fa piangere di notte, ma che deve essere nascosto agli occhi indiscreti di chi guarda senza conoscere. È la storia di come una (non)scelta possa influire, per tutta la vita, sul tipo di persona che si può diventare. Il libro racconta di come, inevitabilmente, arriva il momento di prendersi le responsabilità delle proprie azioni. Giulia si trova costretta ad affrontare tutto questo in un momento di fragilità, entrambi gli uomini della sua vita si trovano in ospedale. La donna si trova così a dover fronteggiare i suoi diversi ruoli, quello di moglie e quello di amante, per la prima volta, pubblicamente.

La penna di Sara Rattaro porta alla luce le bugie, gli errori e le incomprensioni di vivere un rapporto segreto e, per molti versi, sbagliato. E lo fa in un modo così familiare che la storia di Giulia potrebbe essere quella di tutti. Non cerca di giustificare gli sbagli ma, allo stesso tempo, non c’è sentore di giudizio alcuno. Non si sofferma su descrizioni inutili, consapevole che tutta la forza del suo romanzo è nella storia, costruita con sapienza e delicatezza. Riesce a creare un mondo popolato da personaggi che, pagina dopo pagina, acquistano un’anima.

Accorgersi in tempo della qualità delle carte che si hanno in mano è il modo migliore per provare a chiudere la partita. 

Peccato che l’autrice non abbia deciso di concentrarsi anche sulle storie e i retroscena riguardanti i due uomini, che vengono conosciuti dal lettore solo attraverso l’immagine che Giulia ha di loro. In questo modo si ha l’impressione che alcuni temi importanti siano lasciati incompleti.

Consiglio questo libro a chi cerca emozioni forti e contrastanti perché ne “L’amore addosso” riescono a convivere amore e odio, paura e insicurezza. Sara Rattaro ricorda che anche il cuore più spezzato può trovare, se lo vuole, la pace.

Voto:

Sara Rattaro: è nata a Genova. Laureata in Biologia e in Scienze della Comunicazione, ha lavorato come informatore farmaceutico prima di dedicarsi completamente alla sua grande passione, la scrittura. È già autrice di cinque romanzi, accolti con grande successo da librai, lettori e critica, e tradotti in nove lingue: Sulla sedia sbagliataUn uso qualunque di teNon volare via (Premio Città di Rieti 2014), Niente è come te (Premio Bancarella 2015), Splendi più che puoi (Premio Rapallo Carige 2016).

 

 

Editing by Fede

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi