‘Legato’ di L.A. Witt & Marie Sexton

LEGATO

di L.A. Witt & Marie Sexton

I'm sorry but I can't see the difference

 

legatoTitolo: Legato
Autore: L.A. Witt & Marie Sexton
Serie: //
Edito da: Triskell Edizioni
Prezzo: 3.49 €
Genere: Romance M/M, BDSM
Pagine: 127

 Good-Reads-icon amazon-icon

Trama: Graham e il suo partner hanno dominato la scena del rodeo per dieci anni consecutivi, ma ultimamente il cuore di Graham non è più coinvolto. È stanco dei lividi, della mentalità dei cowboy e degli attivisti per i diritti degli animali che fanno picchetti a ogni evento. E poi c’è Jackson. Graham e Jackson sono amici da quando sono ragazzini. Ma dopo un incontro sessuale dovuto a una sbornia avvenuto un anno prima, le cose tra loro sono diventate impacciate. Graham ha accettato di poter essere gay, ma non importa quanto possa sentirsi attratto da un uomo, nel momento in cui i vestiti iniziano a cadere si fa sempre prendere dal panico e scappa. Poi Graham conosce uno degli attivisti e tutto cambia. Kaz è giovane, idealista e sexy da morire. E Kaz ha un’idea su come far sì che Graham superi le sue paure. Tutto ciò di cui hanno bisogno è un po’ di corda.

Immagine5

Recensioneùdi CriCra

Ecco arrivato da pochi giorni in casa Triskell Legato, un nuovo romance di genere M/M scritto a quattro mani dalle autrici L. A. Witt e Marie Sexton delle quali, giusto recentemente, ho avuto già il piacere di leggere e recensire – proprio qui su Sognando Leggendo –  alcune loro opere.

roped inProtagonista principale nonché voce narrante di questa avventura è Graham Montgomery, un cow-boy fatto e finito che, oltre a lavorare nel mondo dei rodei, è anche un esperto allevatore e curatore di cavalli. La sua controparte sarà il giovane attivista animalista Casper Percy Miller, meglio conosciuto come Kaz.

Sarà proprio al termine di uno di questi spettacoli, tanto amati quanto odiati dai più, che Graham e Kaz avranno il loro primo incontro-scontro da cui scaturirà, successivamente, un’intrigante attrazione che trascinerà i due ragazzi in una piccante relazione fatta di comandi, fiducia reciproca e… qualche metro di corda. 😉

Attraverso tante piccole rivelazioni di Graham, apprenderemo stralci del suo passato, dei suoi rapporti con Jackson con il quale ha condiviso, per tanti anni, oltre il successo nelle gare dei rodei, un grande rapporto di amicizia e il rammarico per come poi gli eventi si sono evoluti.
Graham è una persona davvero particolare. Tranquillo e sicuro di sé quando ha a che fare con tutto ciò che concerne gli animali e in particolare i cavalli, ai quali lui è davvero devoto. La musica cambia, invece, quando si tratta della sua vita sentimentale. Timido, impacciato, insicuro. Rimanendo in ambito ‘animale’, potrei paragonarlo a un grosso e affettuoso cucciolo di orso, impaurito e sperduto, alla ricerca disperata di qualcuno da amare e che lo ami e lo coccoli a sua volta.

“Tutte le altre volte, durante i miei incontri sconsiderati con uomini, era stato tutto affrettato. Agitato. Una specie di bisogno segreto che doveva essere soddisfatto prima che avessimo il tempo di affrontarlo appieno. Qualcosa fatto nell’oscurità che potesse essere dimenticato più tardi, archiviato come un errore o una semplice mancanza di giudizio. C’era una qualche urgenza tremenda che pretendeva ci spicciassimo. E io perdevo sempre la via in quella fretta. Soffocavo sempre nella mia paura e me la davo a gambe. Non ero ancora fuori pericolo. Ero sempre terrorizzato dall’idea del mio letto, e della mia cintura, e di qualsiasi altra cosa mi riservasse quella notte. Ma per il momento scordai tutto. Eravamo lì, non ci stavamo nascondendo in qualche stanza oscura che odorava di fieno e letame, ma eravamo nella luce piena del mio piccolo bagno, nudi ed esposti, e lo desideravo in un modo che non riuscivo a spiegare.”

Graham desidera proprio questo: tenerezza e appagamento, senza complicazioni o pensieri che tormentino la sua mente già tanto incasinata. E ad aiutarlo in questo ci sarà Kaz che con la sua innata sicurezza e un pizzico di dominante trasgressività, riuscirà a portarlo allo scoperto, facendogli scoprire nuove emozionanti sensazioni di puro piacere… e non solo sul piano fisico.

“Essere sciolto era l’ultima cosa che desideravo. Essere sciolto non significava essere libero. Significava essere vittima delle mie paure e insicurezze. Non mi ero mai sentito tanto al sicuro come in quel momento.”

Due uomini molto diversi tra loro, come il giorno e la notte. Uno dice ‘bacon’, l’altro dice ‘soia’. Estremi opposti, ognuno fermamente convinto delle proprie idee di vita, simili soltanto perché condividono la stessa concezione di ciò che è giusto e sbagliato.

Un breve romanzo che si legge facilmente, non esagerato nelle calde scene d’amore tra i due protagonisti e ricco di dettagli descrittivi. La copertina poi, dice quasi tutto sul contenuto della storia. Ho detto ‘quasi’ tutto, eh! 😉

Voto

 

1Astelle

 

l.a.wittL. A. Witt lavora a tempo pieno come scrittrice di romanzi d’amore ed erotici; attualmente vive in Giappone, a Okinawa, col marito e due gatti. Scrive da quando andava a scuola, ma è nelle storie d’amore – sia gay che etero – che ha trovato la sua nicchia. Quando non è impegnata a scrivere si diverte a scattare fotografie e a cacciarsi nei guai.

Goodreads_iconFacebook-iconBlogger-iconTwitter-icon

marie sextonMarie Sexton vive in Colorado. Ama tutto quello che riguarda begli uomini muscolosi che si avventano l’uno sull’altro. Ama soprattutto i Denver Broncos e andare allo stadio con suo marito. I suoi amici immaginari spesso la seguono. Marie ha una figlia, due gatti e un cane; tutti sembrano impegnati a distruggere quel che rimane della sua salute mentale. Li ama comunque.

Pinterest-iconsGoodreads_iconFacebook-iconBlogger-iconTwitter-icon

 

Lascia un commento

0 risposte a “‘Legato’ di L.A. Witt & Marie Sexton”

  1. […] Sognando Leggendo […]

  2. […] Sognando Leggendo […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi