Nemesis. L’Ordine dell’Apocalisse .::. Francesco Falconi


Praticamente a sorpresa mi è arrivato per il mio compleanno questo romanzo a casa dalla Caltelvecchi Edizioni tramite l’autore Francesco Falconi che, ribadisco, ringrazio nuovamente con grande affetto. Finalmente sono riuscita a scrivere una recensione che mi soddisfacesse visto che ne ho scritte tre, sì avete capito bene. Recensire i romanzi di Falconi è sempre un piacere visto che i suoi libri offrono una vasta gamma di argomenti e spunti da affrontare, ma anche una gran fatica perché si rischia: di svelare troppo, di essere troppo polemici (nel mio caso può accadere!), di essere troppo prolissi… Insomma, spero che la recensione sia di aiuto.


Francesco Falconi;

Foto libro.jpgFrancesco Falconi (Grosseto, 26 giugno 1976) è uno scrittore italiano, autore di romanzi fantasy e per ragazzi. Laureato in ingegneria delle telecomunicazioni, lavora a Roma come consulente d’ingegneria e scrittore di romanzi per ragazzi, che hanno venduto decine di migliaia di copie. Francesco Falconi è considerato uno dei più noti autori nel panorama fantasy italiano. Ha esordito nel 2006 con la serie di romanzi fantasy per ragazzi Estasia, pubblicati dalla Armando Curcio Editore. Nel 2008 ha pubblicato anche una seconda serie, Prodigium, edita Asengard Edizioni, mentre nel 2010 si è impegnato in difesa dell’ambiente con il romanzo Gothica, edito Edizioni Ambiente collana Verdenero e si è dedicato a libri per un pubblico young adults con L’Aurora delle Streghe, edito Reverdito Editore. Per fine 2010 è stato annunciato un nuovo libro per Castelvecchi Editore, dal titolo Nemesis. Ha partecipato all’antologia Sanctuary, che raccoglie alcuni degli autori di punta del fantasy italiano. I suoi libri sono stati presentati alla fiera di Pechino e Francoforte per una traduzione estera.

Sito web: http://www.francescofalconi.it/



Titolo: Nemesis. L’ordine dell’Apocalisse (isbn:9788876154263)
Autore: Francesco Falconi
Serie: L’Ordine dell’Apocalisse,1 (Spero che ci sarà un seguito ma non c’è certezza!)
Edito da: Castelvecchi (Ultra LIT)
Prezzo: 16,00€
Genere: Young/Adult Fantasy, Angeli, Demoni
Pagine: 320 p.
Voto:

 

Trama: «Nel male c’è un po’ di bene, nel bene c’è un po’ di male», recita la legge non scritta cui deve assoggettarsi il mondo degli uomini.

Nascosti tra loro, invisibili ai mortali, gli Angeli Ombra e i Demoni Emersi operano affinché il delicato Patto d’Equilibrio non venga mai infranto. Queste creature, pur capaci di provare sentimenti umani non possono scegliere alcunché, sono costrette ad attenersi alle regole stabilite dal Consiglio dei Cerchi e delle Schiere che ne regola i compiti e ne punisce le minime trasgressioni. Così come non tutti i Demoni provano piacere a seminare follia e dolore, esistono anche Angeli accecati da una dedizione finalizzata solo alla scalata delle gerarchie celesti. Solo una volta ogni otto anni, durante il Tetrastile, i due ordini si riuniscono per fare il bilancio sull’Equilibrio e processare in modo esemplare i trasgressori. Ogni otto anni cade il 30 febbraio: un crepuscolo di ventiquattro ore in cui gli uomini perdono coscienza e il sovrannaturale si manifesta. Ellen Lynch non sapeva nulla di tutto ciò. Pure, da quando si è vista spuntare un paio di ali nere al tramonto (unico momento in cui Angeli e Demoni manifestano reciprocamente la loro vera identità, nascosta agli uomini), questa è diventata la sua realtà. Una condizione che la costringerà a riscrivere il suo passato e a lottare affinché il suo amore per un Angelo, Kevin, possa avere un futuro. L’Equilibro, intanto, corre il più grave pericolo mai affrontato dal Consiglio dei Cerchi e delle Schiere. Nemesis, la reincarnazione dell’Angelo dell’Apocalisse, sta assoldando Discepoli per sovvertire il Patto, generare il caos e distruggere l’umanità. Il mostro, in una visione rivelatrice, affonderà la sua sete di morte in segreti che neppure una coscienza soprannaturale può sopportare senza essere travolta dagli incubi.

Citazione:

“Un dolore violento e improvviso, come una stilettata tra le scapole. Quando cercai di capire cosa mi avesse colpito, rimasi senza fiato. C’era qualcosa dietro di me, avvinghiato al mio corpo. Girai la testa lentamente, scossa da singulti di pianto.

E le vidi.

Immense.

Nere.

Lucide come l’ossidiana.

Erano due ali.”

 

Estratto: Leggi online i primi due capitoli del romanzo!

 

Opinione Personale: Partiamo da una premessa: odio le storie che parlano di Angeli o di storie d’amore fra Angeli e Demoni. Perché? Semplicemente perché non ho mai trovato un romanzo che tenda in considerazione i connotati base di questi due esseri: bontà estrema e crudeltà estrema. Allora per quale motivo attendere e desiderare questo romanzo? Perché sapevo perfettamente che se ci fosse stato qualcuno in grado di scrivere una storia coerente e interessante che parlasse di Angeli e Demoni, quel qualcuno sarebbe stato proprio Francesco Falconi.

Falconi ha raggiunto una tale padronanza dell’italiano (che non è, ahimè, da dare per scontata) e del suo stile narrativo che può sbizzarrirsi come meglio desidera nel trattare gli argomenti più disparati. Il fatto poi, lo che lo faccia con logica, coerenza, obiettività e apertura mentale non fa altro che rendere i suoi lavori ancora più godibili.

In questo romanzo, a seguito di una lettura superficiale e frettolosa, possiamo trovare il tema del Bene e del Male. Angeli Oscuri e Demoni che esistono per mantenere in equilibrio il mondo degli uomini. Si combattono ma non solamente, collaborano e coesistono al punto di aver istituito un organo superiore che li coordini. Già, a questo punto, possiamo affrontare la lettura sotto un punto di vista più approfondito: esiste solo il Bene ed il Male? Può essere il Bene assoluto e, viceversa, il Male incondizionato? Quanto c’è di reale nel cosiddetto “Grigio” che da sempre costituisce un punto di incontro fra Bianco e Nero, fra giusto e sbagliato?

«Non esiste grido di dolore senza alla fine un’eco di gioia»

È con questa frase che si apre questo romanzo ed è subito chiaro il messaggio, o meglio uno dei messaggi, che potremo ricavare da quest’opera di Falconi. Non è possibile valorizzare la “gioia” senza aver provato almeno nella vita il “dolore” ed è ovvio che non è possibile riconoscere il vero dolore senza aver mai avuto la possibilità di provare gioia. Gioia e Dolore legati indissolubilmente ed entrambi necessari per far si che la vita umana sia quella che è, giusta o ingiusta che appaia ai nostri occhi.

Un altro tema affrontato, molto importante, è quello del “libero arbitrio”. Tutti sono liberi di essere ciò che vogliono anche se tutti sono predisposti a essere “qualcosa”. Un Demone può, contrariamente alla sua natura malvagia, decidere di non portare solo morte e corruzione? Un Angelo può decidere di far del male? L’uomo ha realmente libertà di scelta? E quanto varrebbe, la sua anima, se la tentazione fosse estirpata?

Perché gli Angeli Oscuri, raccontati da Falconi, non si ribellano e non estirpano completamente dal mondo il “male”; i Demoni? Perché è scritto che gli uomini abbia una scelta.

E se a queste importanti tematiche, aggiungiamo la tormentata storia d’amore fra un Angelo Oscuro, Kevin, e un Demone, Ellen?

Kevin è l’Angelo Oscuro perfetto. Implacabile, testardo ma fedele alla causa in modo estremo. Un Angelo che dall’età di otto anni sa cosa e come avrebbe impiegato il resto della sua vita: a rimediare ai danni compiuti dai Demoni alle spese del genere umano e che per tale decisione ha sofferto e si è impegnato al massimo.

Ellen è una ragazza buona, testarda, ironica e solare con i suoi sedici anni di vita e due miglior amici che adora. Scuola, genitori e pomeriggi passati  a sognare un futuro normale. Fino a quando non scopre di essere un Demone, uno dei più potenti, un Demone Emerso. Condizione che stravolgerà tutta la sua vita, che riaprirà vecchie ferite e ne causerà di nuove ma non per questo finirà con l’arrendersi. Ellen non si arrende neppure quando sembra perdere tutto, non cede alla sua stessa natura e combatte.

Non stiamo parlando di un semplice romanzo per giovani che parla di una storia d’amore, anzi la storia fra i due è onnipresente ma mai invadente. Non tutto ruota intorno all’amore anche se i “sentimenti” sono il fulcro dell’opera dell’autore.

Ed è forse per questo motivo che alla fine riusciamo ad assaporare con medesimo coinvolgimento tutte le sfaccettature del romanzo: amicizia, sacrificio, lealtà, orgoglio, rispetto, famiglia, tradimento… e anche “amore”.

Arriviamo al punto di pensare che entrambi si siano rassegnati all’impossibilità del loro amore, fino a quando decidono di andare contro alla loro stessa natura e società.

Molto ben strutturati anche i personaggi secondari ideati da Francesco Falconi che, come sempre, vivono il romanzo risplendendo di luce propria e non sono semplicemente delle “macchiette”, o meglio delle spalle, per i protagonisti principali.

Tutti hanno pregi, difetti e sono bel lontani dall’essere semplicemente degli stereotipi freddi e impersonali. Finiamo per affezionarci ai cattivi, mal sopportare i buoni e, spesso e volentieri, i buoni finiscono per essere i cattivi e viceversa.

Gli aspetti da analizzare sarebbero numerosi e non meno importanti come il tema della famiglia (vedi il momento, oserei dire catartico, del confronto di Ellen con sua madre, Jamye); quello dei pregiudizi sociali; quello della crescita…

Un romanzo tutto da leggere, che lascia qualcosa su cui riflettere e dal finale veramente imprevedibile.

 

Lascia un commento

Una replica a “Nemesis. L’Ordine dell’Apocalisse .::. Francesco Falconi”

  1. […] This post was mentioned on Twitter by Francesco Falconi, Sognando Leggendo. Sognando Leggendo said: Nuovo articolo: L’Ordine dell’Apocalisse .::. Francesco Falconi: Praticamente a sorpresa mi è arrivato p… http://bit.ly/aTp1hn […]

  2. […] sito Sognando&Leggendo trovate la recensione di Nemesis. Credo che colga tutti gli aspetti più importanti di questo libro […]

  3. Camilla P. ha detto:

    Beh, che dire… e` sul comodino che attende, ma la tua recensione mi ha fatto venir voglia di prenderlo subito tra le mani.
    Per quanto mi riguarda la recensione non ha svelato troppo, non e` polemica, e fa quello che una recensione dovrebbe fare: dare un`idea delle tematiche, spingere alla lettura, condividere le impressioni avute con gli altri 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi