Lost in time di Melissa de la Cruz (Blue Bloods series #6)

Outlandish Reviews

Romanzi inediti che vorremmo sugli scaffali delle librerie

 Lost in time, sesto libro della Blue Bloods series

autrice

Melissa de la Cruz Melissa de la Cruz è cresciuta a Manila, quando era dodicenne la famiglia si è trasferita a negli Stati Uniti, stabilendosi a San Francisco. Scrive soprattutto storie per gli adolescenti, ed è autrice di una serie di novelle. Oggi vive a Los Angeles con il marito.
Melissa de la Cruz collabora anche con alcune importanti riviste tra le quali Marie Claire e Teen Vogue, ma non solo, è anche esperta di moda per le reti televisive E! Entertaiment e la CNN.
Nel 2009 la Fanucci Editore ha pubblicato Sangue blu, il primo libro della sua misteriosa saga.

Sito dell’autore

serie

– Sangue blu (Blue Bloods, 2007), Fanucci Editore, 2009;
– Bacio sacro (Masquerade, 2009), Fanucci Editore, 2009;
– Rivelazioni (Revelations, 2009), Fanucci Editore, 2009;
– L’eredità di Shuyler (The Van Allen Legacy, 2010), Fanucci Editore, 2010;
– L’angelo tradito, (Misguided Angel, 2010), Fanucci Editore, 2011;
– Lost in time
– Gates of paradise

 Trama

La ricerca di Schuyler dei cancelli sta diventando più intensa ora che il mondo dei vampiri sta cadendo a pezzi.
L’antica tradizione del Coven di New York e i desideri dei giovani vampiri stanno per entrare in un conflitto pericoloso che potrebbe avere ripercussioni in tutto il mondo. L’amore proibito tra Jack e Schuyler sembra non avere un seguito…

Recensioneù

Buongiorno amici di Sognando Leggendo, questa volta sono qui per recensire un libro purtroppo rimasto inedito in Italia. Infatti la casa editrice Fanucci, con mia grandissima delusione, ha smesso di pubblicare la saga di Bluebloods senza dare nessuna spiegazione. Ora io ho avuto la possibilità di leggere Lost in Time in lingua originale, stupendo persino me stessa perché, data la mia scarsa conoscenza dell’inglese, non credevo di riuscirci, ma trovo comunque scorretto da parte della casa editrice interrompere l’uscita di questa saga a due libri dalla fine. Trovo ingiusto impedire ai lettori di sapere cosa accade ai personaggi che hanno imparato ad amare nel corso della lettura, e trovo ingiusto deludere le persone che hanno speso soldi per comprare questi libri e che meritano di arrivare alla fine.

Una conseguenza positiva del leggere in lingua è aver potuto apprezzare fino in fondo le capacità di scrittura della De la Cruz. Scrive in modo lineare, con pochissimi slang, usando una quantità di sinonimi e sfumature; le sue descrizioni sono assolutamente fantastiche; è veramente difficile trovare una ripetizione e quando c’è è perché ha un senso. Ho capito per la prima volta quanto la traduzione alle volte possa lasciare un po’ di amaro in bocca, la trama rimane sempre quella, ma è vero che il libro nella traduzione perde qualcosa. A questo punto voglio darvi un consiglio: se conoscete anche solo minimamente l’inglese leggete questo libro in lingua, non è difficile, e ve lo dice una che con questa lingua ha sempre avuto dei problemi!

Quanto alla storia, essa riprende esattamente dal punto in cui è stata interrotta (e ho fatto molta fatica a ricordare cosa fosse successo visto tutto il tempo passato dalla pubblicazione dell’ultimo libro).
Troviamo Jack e Schuyler di nuovo insieme, in partenza per l’Egitto, alla ricerca di Caterina da Siena, in modo che possa aiutare la nostra eroina a capire come mettere in atto la sua eredità e il suo compito.
Ovviamente il loro legame rimane quello di sempre, anche se qualcosa più grande di loro spingerà Jack ad allontanarsi per affrontare il suo destino e la prova del sangue. Finalmente i due gemelli si fronteggeranno, e il finale come sempre lascia il lettore a bocca aperta.

Ma facciamo un passo indietro. Mimi arriva in Egitto e discende all’inferno con Oliver, il nostro amato Oliver, che si fida di Mimi e crede nella loro amicizia fino in fondo tanto da aiutarla, e discendere con lei all’inferno per aiutarla a riavere indietro il suo Kingsley, pronto ad affrontare qualsiasi prova si presenti sul loro cammino.
Alla fine scopriremo che anche Azrael ha dei sentimenti ed è pronta a sacrificare qualsiasi cosa pur di riavere indietro il suo amato. Il piano iniziale prevedeva il sacrificio di Oliver, ma, sorprendentemente, il suo lato umano prevarrà e sacrificherà qualcosa di molto più importante.
Avere indietro Kingsley la porterà anche a perdonare Jack, ma allora perché si fronteggeranno nella prova del sangue?
Se volete sapere il perché e come andrà a finire dovete assolutamente leggere questo libro.

La cosa che ho apprezzato maggiormente però di questo libro è che finalmente entriamo nella vita di Gabrielle. Impariamo a conoscere meglio colei che ha dato inizio a tutto e capiremo il perché delle sue scelte, conosceremo il tormento della sua anima e cosa l’ha condotta a scegliere il suo amore umano anziché quello divino. Per ora scalfiremo soltanto la superficie, la scrittrice è molto brava a far intendere che ci sia qualcosa di più.
Ad ogni modo è bellissimo leggere le pagine relative ad Allegra e al suo amore per Ben. L’uomo per cui è stata disposta ad abbandonare ogni cosa e che, proprio grazie a queste pagine, impariamo ad apprezzare e ci porterà a capire quanto profondo fosse questo sentimento.

Credetemi, questo libro è assolutamente ben scritto e, come sempre, pieno di suspance e colpi di scena che ci porteranno a trattenere il fiato più di una volta.
Invito ovviamente tutti i seguaci della saga a leggerlo, sebbene in lingua, ed esorto la casa editrice a riprendere la pubblicazioni per permettere a tutti coloro che amano questi personaggi di poter leggere questo libro assolutamente emozionante.

Voto

  


datilibro

Titolo: Lost in time
Autore: Melissa de la Cruz
Serie: Blue Bloods
Edito da: Disney Pr
Prezzo: 5,92 con copertina flessibile
Genere: Fantasy
Pagine: 342 p.
Data uscita: Ristampato il 3 luglio 2012

    

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi