lovecornerImmagine5

Lovers Corner’s # 44
Il romanticismo a portata di borsetta

La rubrica dei Pettegolezzi

di Eva Leigh

 

Cari Amici di Sognando Leggendo con l’arrivo di San Valentino abbiamo pensato di regalarvi qualche consiglio per passare questa giornata in tenera compagnia. I nostri fedeli Giulio e Federica hanno fornito due belle e ricche liste di film per poter passare la serata accoccolati a casa, magari davanti ad un bel caminetto acceso, stretti stretti al vostro lui/lei guardando uno dei nostri titoli proposti. Già, e per i single? 😛 Abbiamo pensato ad una bella serie, per ora trilogia, Romance Storica.

Siete soli e depressi? Perché non sognare tre uomini sensuali ricoperti di pizzi e merletti della Inghilterra del 1816?  In fondo sognare, non costa nulla! Partiamo!


Titolo
: A spasso con un libertino
Autore: Eva Leigh
Serie: La rubrica dei pettegolezzi #1
Edito da: Harper Collins

Trama: Londra, 1816 – Niente è meglio di un succulento scandalo per Eleanor Hawke, e i lettori della sua rubrica di pettegolezzi sono ghiotti di ogni nuovo articolo che scrive, soprattutto se il soggetto è il famoso libertino Daniel Balfour, Conte di Ashford. Così, quando un giorno questi entra nel suo ufficio per proporle di accompagnarlo nelle sue avventure per poi scriverne un articolo, per quanto sbigottita Eleanor non può certo rifiutare. Club per soli uomini, gioco d’azzardo, gare di phaeton, travestimenti… Quale opportunità unica per una giornalista, oltretutto donna! Tuttavia, mentre esplora con lui quel mondo di vizi e depravazioni, Eleanor dovrà prestare attenzione a non lasciarsi travolgere dal fascino peccaminoso di Daniel e dalla spirale di passione in cui minaccia di condurla.

Titolo: La maschera del libertino
Autore: Eva Leigh
Serie: La rubrica dei pettegolezzi #2
Edito da: Harper Collins

Trama: Inghilterra, 1816 – Cameron Chalton, Visconte Marwood, non fa mistero di godere della propria vita privilegiata, indulgendo in divertimenti e giochi di seduzione, e dedicando molto tempo alla sua più grande passione, il teatro. In particolare, non si perde nemmeno una rappresentazione delle brillanti opere della sua autrice preferita, Margaret Delamere. Tuttavia, quando finalmente riesce a incontrarla, la fredda indifferenza con cui lei rifiuta le sue attenzioni lo sconvolge. Determinato a conquistarla, le offre ospitalità nella tenuta di famiglia affinché possa terminare il suo ultimo lavoro nella quiete della campagna. Ben presto, però, grazie alla quotidiana vicinanza, Cam scopre che Maggie è l’unica capace di vedere oltre la maschera di libertino perdigiorno che indossa, e così l’iniziale piano di seduzione si trasforma in una strenua lotta per conquistare il suo cuore!

Titolo: Il vicario e la scrittrice
Autore: Eva Leigh
Serie: La rubrica dei pettegolezzi #3
Edito da: Harper Collins

Trama: Londra, 1816 – Come potrebbe non essere oltremodo noioso e pudico un matrimonio fra il vicario di una piccola parrocchia nel Devonshire e la figlia di un duca nota per la sua timidezza e per fare sempre da tappezzeria? Eppure, quella tra Jeremy Cleland e Lady Sarah Frampton è tutt’altro che un’unione noiosa e pudica. Forse perché, all’insaputa l’uno dell’altra, lei è la misteriosa autrice dei famosi romanzi erotici che stanno accendendo e sconvolgendo il ton… e lui l’uomo incaricato di scoprirne l’identità per mettere fine alla pubblicazione di quelle storie accusate di corrompere la moralità inglese. Ma cosa sarà di loro e del loro amore quando scopriranno i reciproci segreti?

BottaeRispostadi MissMarilux

 

La rubrica dei pettegolezzi è per ora una trilogia (non è  escluso ancora definitivamente un proseguimento da parte dell’autrice) nata nel 2016 che narra le vicende di tre uomini appartenenti al Ton (l’aristocrazia inglese) e di tre donne indipendenti e forti. Perché scegliere di parlare di questa serie proprio il giorno di San Valentino? Perché al contrario di molti altri libri, questi romanzi mostrano aspetti interessanti e molto moderni, fuori dai soliti cliché romance. Attenzione però, questa non è una vera e propria recensione, ma una riflessione su quanto letto 😉

Le signore dei primi due volumi sono due popolane: Eleonor direttrice del The Hawk’s Eyes (rivista di gossip da cui la Harper Italia ha preso spunto per la traduzione del nome originale della serie) e Maggie, drammaturga del teatro Imperial di Londra. Entrambe di bassissime origini riescono a farsi strada in una società profondamente maschilista con la sola forza del loro lavoro, un lavoro oltretutto prettamente maschile. I loro caratteri sono forti, decisi e determinati, la passione per il proprio lavoro è spesso messa prima addirittura dell’amore per l’uomo scelto nel romanzo, prima quindi dell’Happy End che racchiude un vero e proprio compromesso fra dovere e piacere.

I due signori in questione invece, sono due altisonanti aristocratici: Daniel, Duca di Ashton e Cameron, Visconte di Marwood. Tutti e due sono pericolosamente belli e sensuali, due libertini potenti e ricchi che nascondono il proprio vero io sotto la maschera della loro posizione sociale. Daniel è un uomo insicuro, sovrastato dal ruolo e dal potere che il suo titolo emana. Fondamentalmente è un debole che non riesce a togliersi molti preconcetti dalla mente se non di fronte alla paura di perdere Eleonor per sempre. Cameron è un disilluso, un uomo ricco di aspirazioni nascoste dai suoi doveri di Visconte, vorrebbe essere altro ma da lui tutti si aspettano solo guai e bollenti love story con tutte le donnacce di Londra. Insomma due uomini intrappolati nei loro ruoli e profondamente tristi.

Nella terza coppia abbiamo una inversione delle parti. Lady Sophia è la figlia di un potentissimo Duca mentre Jeremy è il terzo figlio di un Conte; è un vicario senza potere, denaro e rispetto sociale. Sophia esattamente come i precedenti protagonisti citati, ha un lavoro segreto, scrive romanzi erotici, un affronto per quei tempi; essa è una donna internamente, fuori dalle righe, piena di passioni e di desideri soffocati dai suoi doveri. Jeremy è un topo in trappola, costretto nel prendere i voti per mancanza di importanza nella famiglia; come terzo figlio non è un possibile erede e non lo sarà mai quindi cosa farne se non un prelato?

Le relazioni descritte nei libri seguono uno schema abbastanza preciso: lui e lei si incontrano/scontrano, si innamorano, alcuni ostacoli faranno da barriera e poi finalmente ci sarà il dolce epilogo. Già ma a che prezzo? Ed è qui che l’autrice taglia il classico “vissero felici e contenti” e rende la conclusione il più “realistica” possibile.

Daniel e Cameron sposano due popolane, la loro punizione sarà quella di perdere appoggi importanti nel Ton subendo una quasi alienazione dalla pomposa società inglese; Sarah sposa Jeremy senza il volere del padre, il Duca la allontanerà per sempre dalla sua famiglia di origine sfiorando la diseredazione. Ed è proprio questa chiusura dolce amara a rendere tali volumi differenti dai soliti romanzi d’amore. I protagonisti scelgono di avere la persona accanto amata a costo di rinunciare a ciò che sono. Spesso dei romance vi è sempre l’escamotage con cui anche la popolana verrà elevata a nobile, in cui anche il figlio irrispettoso verrà perdonato. Qui no. Tutti troveranno la felicità perdendo qualcosa.

Vi ho parlato di sogno nella presentazione dello speciale, descritti cosi i libri sembrano amari “cosa vuoi sognare se devi rinunciare ai tuoi amici o alla tua famiglia?”. In realtà la bellezza di questa serie, che vi consiglio ad occhi chiusi, è proprio in questo. I 6 personaggi dovranno lasciare per strada tutte le persone che non li stimavano e non li amavano per ciò che erano davvero, sacrificato ciò potranno avere dei partner che sapranno accettarli per tutto ciò che sono e che anzi, sproneranno i loro interessi e sogni segreti o lavori conosciuti. E cosa vi è di più bello del sognare il partner perfetto, del poter perdere chi non ci ama davvero per ciò che siamo? Del poterci circondare solamente di chi vorremmo nella nostra vita? Nella dura scelta, questi romanzi mostrano il sogno perfetto. Magari tutto fosse come una storia della Leigh.
Insomma leggeteli, non ve ne pentirete!
E buon San Valentino!

 

 

Voto Serie Completa:
5Astelle.png


Eva Leigh sin da piccola ha sempre amato l’epoca Regency. Scrive romanzi pieni donne intelligenti ed indipendenti e di uomini seducenti. Ama la cucina, per sua stessa ammissione passa troppo tempo su Internet, e adora ascoltare musica anni ’80. Nominata ai RITA-award per la Rubrica dei Pettegolezzi (The Wicked Quills of London) Eva e suo marito vivono attualmente in California.
Goodreads_iconFacebook-iconBlogger-icon

Salve! Mi chiamo Maria Laura ma per voi e i miei amici sono Mary :) Mi piace leggere romanzi fantasy, rosa e spaziare (ogni tanto) in tutti i restanti generi. Adoro la musica! E le biografie dei miei artisti preferiti. Come recensionista cerco sempre di essere onesta, corretta ed educata. Se un libro non mi piace meglio dirlo con un sorriso, no? :D