Lovers Corner’s # 8 – Lezioni di Piacere di Robin Schone

lovecorner

Lovers Corner’s
Lezioni di Piacere
(Robin Schone)

Grazie a tematiche tanto inusuali quanto stimolanti, un alto livello di erotismo – diretto, crudo ma mai volgare – e un’ottima introspezione psicologica soprattutto dei personaggi femminili, Robin Schone si è imposta nel panorama del Historical Romance portando con sé una ventata di aria fresca. Con i suoi romanzi, i confini di quello che per eccellenza è il genere narrativo che non conosce mai crisi si sono allontanati ancora una volta dal solco lasciato dalla tradizione. L’originalità, una sorta di feroce anticonformismo e la capacità di capovolgere e usare a proprio vantaggio gli schemi classici del genere sono gli strumenti che Robin Schone ha utilizzato per dar vita a romanzi che sono delle vere e proprie perle, come per esempio lo splendido Lezioni di piacere (The Lady’s Tutor). Un’autrice notevole, dalla prosa elegante e dalle trame fuori dal comune: un invito alle lettrici ad osare, per poter riconoscersi e, forse, comprendersi un po’ di più.

 

Robin Schone

Autrice di successo di romanzi rosa erotici, Robin Schone ha letto il suo primo Historical Romance firmato Georgette Heyer (These Old Shades) all’età di dodici anni e il primo Erotic Romance a quindici.

In Italia, oltre a Lezioni di piacere (The Lady’s tutor) sono stati pubblicati anche: Awaken, my love (Il risveglio dei sensi), Cry for passion (Il grido del desiderio) e Scandalous lovers (Gli amanti dello scandalo 1&2).

 

Titolo: Lezioni di Piacere
Autore: Robin Schone
Serie: //
Edito da: Mondadori (Collana:I Romanzi Extra Passion)
Prezzo: 4,50 € 
Genere:  Historical Romance, Erotic Romance
Pagine: 306 p.

 Trama: Sposata molto giovane ad un uomo scelto dal padre, Elizabeth Petre incarna l’ideale della gentildonna inglese: madre premurosa e moglie devota. Peccato che si ritrovi anche intrappolata in un matrimonio senza amore e senza passione. Decisa a sentirsi desiderata pur restando fedele al marito, che invece la tradisce, Elizabeth progetta di sedurlo. E c’è solo un uomo che può insegnarle tutti i segreti dell’amore: Ramiel Safyre, figlio di una contessa e di uno sceicco, educato alla cultura occidentale e ai piaceri orientali. Ma quando le sue lezioni diventano un’irresistibile tentazione, Elizabeth dovrà scegliere tra i propri doveri ed un audace quanto sconosciuto desiderio…

 The Lady’s Tutor Series:

1. Lezioni di piacere, 2011 (The Lady’s tutor, 1999)
2. A men and a woman, 2000 (racconto contenuto nell’antologia Fascinated), inedito

 

Considerazioni e… spunti di riflessione
di Simog55 e Cerridwen

Cerridwen: Confesso di essere stata un po’ riluttante nel tentare un secondo approccio con questa scrittrice che, all’inizio, non mi aveva affatto colpita. Quello che avevo leggiucchiato non mi era sembrato niente di ché e, inoltre, mi aveva annoiata non poco. Per fortuna, però, ho avuto occasione e modo per ricredermi. Quando ho preso in mano Lezioni di piacere non sapevo bene cosa aspettarmi ed ero più che critica in proposito. Eppure, sfogliata l’ultima pagina, mi sono scoperta piacevolmente stupita. Robin Schone ha scritto un romance che è evidentemente e senza alcun dubbio un erotic romance – anche abbastanza esplicito – ma lo ha scritto con un’eleganza e a suo modo un romanticismo che è a dir poco invidiabile.

Simog55: Allora ho fatto bene ad insistere per fartelo leggere! Personalmente ho conosciuto questa scrittrice attraverso la lettura di una piccola serie che è conosciutissima, Gli Amanti dello Scandalo. Ero rimasta molto colpita dalla sua maestria nel trattare argomenti considerati scabrosi e che sicuramente non rispettavano i soliti canoni che in genere troviamo nei romance storici: bella ragazza/libertino/tira e molla sul concedere non concedere… In Lezioni di piacere conosciamo Elizabeth, una moglie e madre esemplare, che è però anche una donna triste e sola. Il marito non l’ha più toccata da quando ha messo al mondo i suoi due figli e la sua esistenza scorre solo in virtù delle apparenze e dell’immagine da tenere verso il mondo esterno. Il pensiero di riconquistare l’interesse sessuale del marito attraverso le “lezioni” di Ramiel mi ha sorpreso piacevolmente e questa giovane donna così sconsolata ma nello stesso tempo determinata, in poche pagine mi ha veramente conquistata!

Cerridwen: In effetti non posso che ringraziarti per l’ottimo consiglio che mi hai dato! Sinceramente non ne potevo più delle solite sciocche debuttanti che di norma traboccano dalle pagine della maggior parte degli Historical Romance.  Molto spesso, infatti, sono poco più che bambine, capricciose e irritanti come non mai. Lo stesso dicasi per il trito e ritrito schema del libertino cattivo che più cattivo non si può, da redimere – ovviamente – grazie all’amore innocente e puro della svampita di turno. Ritrovarmi a leggere, invece, di una donna adulta già moglie e madre mi ha incuriosita. Scoprire capitolo dopo capitolo la sua solitudine, il suo bisogno di essere amata e il suo coraggio nel decidere di prendere vere e proprie lezioni di seduzione da un uomo come Ramiel ha conquistato anche me. Ramiel è un personaggio che si discosta decisamente dal tipico eroe romance, così come Elizabeth non corrisponde alla classica eroina. Eppure, insieme, reggono da soli l’intero romanzo.

 Simog55: La caratteristica che sempre scopro, leggendo i romanzi della Schone, è quella che i suoi protagonisti sono sempre “persone” vere e tormentate come potremmo esserlo noi. È vero che nell’800 la condizione della donna e la vita sociale era completamente diversa, ma i temi trattati sono sempre attualissimi! Quante donne si ritrovano accanto un uomo che le rifiuta? Quante vivono, giorno dopo giorno, un’esistenza vuota e senza speranza? Quante di noi, per esperienze sbagliate, non hanno conosciuto la gioia di condividere corpo e sentimenti con il proprio compagno?
Ecco perciò che Lezioni di piacere tocca corde sensibili dentro di noi e rimane impresso a lungo. Debbo confessare anche che, a parte tutto quello che ho appena scritto, il libro mi ha affascinata proprio per le cosiddette “lezioni”. Ramiel, i suoi sguardi, le letture “imposte” ad Elisabeth ed i relativi esercizi pratici, mi hanno pian piano “calato” in un clima fortemente erotico che ho apprezzato in ogni suo aspetto. La tensione sessuale che si crea tra il “maestro” e “l’allieva” è qualcosa in grado di scaldare anche nelle giornate più fredde!

Cerridwen: Infatti la solitudine e il tormento, sia di Elizabeth che di Ramiel, sono palpabili, credibili, oltre che descritti magnificamente. Il loro percorso di guarigione è lungo ma intenso. Entrambi ne escono profondamente trasformati. Elizabeth prende coscienza di se stessa come donna, acquista sicurezza e ritrova la gioia di godere del proprio corpo; Ramiel scopre di poter lasciar andare il passato per poter costruire un nuovo futuro. Robin Schone affronta una tematica che, da un punto di vista prettamente femminile, è fondamentale perché investe punti cardini come il rispetto per la propria persona e per i propri desideri. Alla fine del romanzo non è più fonte di vergogna o di imbarazzo per Elizabeth ricercare il piacere fisico e, di conseguenza, accettare una parte di sé che aveva sempre nascosto e negato. L’atmosfera è decisamente hot ma non scivola mai nel volgare. La tensione sessuale fra i due protagonisti si sviluppa lentamente, scena dopo scena. Lo stile della Schone è diretto ma al tempo stesso ricco di immagini altamente evocative. Insomma è un romanzo sì erotico, ma ben lontano da quel tipo di erotismo descrittivo, da manuale di anatomia, che lascia ben poco oltre ad un’accurata sintesi dei meccanismi del rapporto sessuale. In Lezioni di piacere c’è posto anche e soprattutto per il romanticismo!

cuore
Giudizio Complessivo  

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi