Moments of Eternity #10

Moments of Eternity #10

 

Con il nuovo anno ritorna anche la  rubrica “Moments of Eternity” di Sognando Leggendo! Continuiamo con la nostra carrellata di citazioni raccolta fra i vari romanzi che i nostri recensori hanno attualmente in lettura.

Diamo, dunque, un’occhiata alle letture in corso dei nostri collaboratori!

 

Cos’è Moments of Eternity?

È molto semplice… Moments of Eternity è un rubrica a cadenza casuale che permette di postare citazioni dei romanzi che si stanno leggendo nel momento della pubblicazione della rubrica stessa.

Come vengono scelte le citazioni?

È molto semplice! Basta guardare l’ora esatta in cui si sta postando la rubrica (esempio 3.02 ) e aprire il libro il più vicino possibile alla pagina corrispondente (302) copiando la citazione che colpisce di più. Ovviamente se il libro non ha 300 pagine non dovete far altro che ridurre a decine l’orario (esempio: 32 – togliendo lo zero -… 30 -togliendo il 2 – … metodo a scelta!). Riportate sempre titolo e autore del romanzo!

Attenzione agli Spoliers!

ORA: 02,35 a.m. 
PAGINA: 235 per i cartacei // 2350 per i pdf


Nasreen 
Vulnerable
 di Amy Lane

“Quindi Green mi comprò una donna.” Disse schietto, credo solo per ridere delle mie sopracciglia alzate. “Era una prostituta di sedici anni. Green la comprò dal suo padrone e la liberò. La sua condizione, la sua unica condizione, era che mi insegnasse a fare l’amore.”
    Arrossii. Arrossii sul serio. Dopodiché mi eccitai moltissimo. E Adrian me lo lesse in faccia.
    “Ero così spaventato, all’inizio. Lei era di una razza completamente diversa, sai?” Annuii. “Non sapevo nemmeno come fossero fatte le donne, là sotto, no?…mi tremavano le mani, ed ero quasi troppo nervoso per tenerlo dritto, ma Green, bè lo conosci, mi insegnò. Mi toccò. La toccò. Mi mostrò come fare e…Porca miseria.. Fu fantastico.” Concluse questa frase con semplicità. “Le donne…cavolo…la vostra pelle, i vostri visi, le vostre espressioni…il modo in cui vi strusciate contro un uomo come gatti…i versi che fate quando siamo dentro di voi completamente…

 

Simog55
Il Lago dei desideri di Susan E. Phillips

“Non ho mai detto che avrei posato per lei. Io la detesto.”
“Non è vero, nessuno lo fa. E naturalmente tu poserai per me.”
La sua voce divenne sarcastica e profonda. “La gente fa la fila pur di avere questo onore.”
“Dipinga Molly. Guardi i suoi occhi.”
Jenner la osservò. Molly sbatté gli occhi, a disagio. “Sono decisamente straordinari” disse. “Il suo volto sta diventando interessante, ma non ha vissuto abbastanza da risultare davvero affascinante.”
“Ehi, non parlate di me mentre vi ascolto.”
Lui sollevò uno scuro sopracciglio guardandola, quindi ricolse la propria attenzione a Lilly. “Ce l’hai con me, oppure sei così ostinata con tutti?”
“Non sono ostinata. Voglio semplicemente preservare la sua reputazione di artista infallibile. Forse se avessi di nuovo vent’anni poserei per lei, ma…”
“Perchè dovrebbe interessarmi dipingerti a vent’anni?” Jenner parve sinceramente perplesso.
“Oh, credo che sia ovvio” disse serenamente Lilly.


 CriCra
Legend di Marie Lu

“Tutta la mia rabbia e la mia paura e la mia apprensione adesso sono su di lui. Devo sforzarmi di mantenermi a una certa distanza, in modo che non si accorga che lo sto seguendo. Una parte di me ripensa al modo in cui mi ha salvato dall’incontro di skiz, a come mi ha aiutato a curare la ferita che ancora brucia, a come le sue mani sono state delicate con me. Vorrei urlargli addosso. Vorrei odiarlo per avermi confuso in questo modo. Stupido ragazzo! Mi chiedo come tu abbia fatto a sfuggire al Governo così a lungo, ma adesso non puoi nasconderti, non con la tua famiglia e i tuoi amici in pericolo. Non ho compassione per un criminale, ricordo a me stessa con severità. Solo un conto da saldare.”


Molly68
 I Guerrieri del Ghiaccio di G.R.R. Martin

“Le radici erano dappertutto, si contorcevano tra terra e pietra, bloccavano alcuni passaggi e altrove sorreggevano il soffitto. “Tutti i colori sono svaniti” notò a un tratto Bran. Il mondo era fatto di terra nera e legno bianco. L’albero-cuore a Grande Inverno aveva radici grosse come le gambe di un gigante ma queste erano più grosse ancora. E Bran non ne aveva mai viste così tante insieme. “Di sicuro sopra di noi deve esserci una foresta di alberi-diga”. La luce si affievolì di nuovo Per quanto piccola, la bambina-che-non-era-una-bambina quando voleva si muoveva rapidamente. Seguendola a passi pesanti, Hodor sentì qualcosa scricchiolare sotto i piedi. Si arrestò così di colpo che Meera e Jojen per poco non gli andarono a sbattere contro. “Ossa” riconobbe Bran. “Sono ossa”.”

 Debora
La bellezza delle cose fragili di Taye Selasi

“Se n’erano andati, non c’erano più, tutte le voci, i corpi, l’uomo amato, quattro figli, i battiti del cuore, il ronzio, il calore, il movimento, il mormorio, la corsa e il balbettio, un fiume che si era seccato mentre lei piangeva. Lei era rimasta. Era lì, qualcosa di avanzato, vistosamente sola come una cosa lasciata su una spiaggia al buio, improvvisamente consapevole del silenzio, della sua novità e della sua stranezza, il rumore della sua solitudine chiaro, assoluto. “

 

Gonza
 Wonder di R.J. Palacio

Una volta arrivati al pratone, il sole cominciava a tramontare. Erano circa le sette e mezzo. Le ombre si allungavano tantissimo sull’erba e le nuvole erano di un arancio rosato. Sembrava che qualcuno avesse disegnato il cielo con dei gessetti, sfumando i colori con le dita. Non che non avessi visto altri tramonti prima di allora in cittá, perché ne avevo visti – fette di tramonto tra gli edifici – ma non ero abituato a vedere cosí tanto cielo in ogni direzione. Lá fuori, in quello spiazzo aperto, ho potuto capire come mai gli antichi pensavano che il mondo fosse piatto e il cielo una specie di cupola che qualcuno ci aveva poggiato sopra.

Che ne pensate? Qualcuno di questi romanzi vi ha incuriosito?
Ne avete letto qualcuno?
Dite la vostra!

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi