Nessuno è perfetto di Edoardo Scianò

Nessuno è perfetto

di Edoardo Scianò

Titolo: Nessuno è perfetto
Autore: Edoardo Scianò
Edito da: PubMe
Genere: Narrativa
Pagine: 247  || Prezzo: 10,00€ cartaceo || 5,00€ ebook

Trama dell’editore:
“Famiglia. Genitori, fratelli, sorelle, figli, mogli, mariti..tutto è famiglia, ed ognuno a modo suo nasconde i suoi segreti. Sara incarna la famiglia perfetta, ha un marito amorevole al proprio fianco e ben cinque figli, ha il lavoro dei suoi sogni e una casa bellissima. Sembra vivere la vita perfetta, ha tutto quello che può desiderare..ma è veramente così? Laura rappresenta la “seconda occasione” per eccellenza, dopo un matrimonio disastroso e due figli riuscirà mai a trovare la giusta direzione da dare alla sua vita? Nicoletta invece è un libro aperto, ma è esattamente quella che sembra a prima vista? O nasconde qualcosa di impossibile da vedere ad occhio nudo? Tre sorelle diverse, tre vite diverse, tre donne diverse. La loro famiglia verrà messa a dura prova da segreti inconfessabili, legami nascosti, crisi e morti inattese. Riuscirà a rialzarsi più forte di prima? O andrà tutto in mille pezzi? Nulla è quello che sembra, e tutto cambia molto rapidamente.”

Recensione

di Mariapaola

Attualità e Romanzo: sono queste le parole chiavi che Edoardo Scianò ha utilizzato per la stesura del suo libro.

Una vasta gamma di temi che toccano tutti noi, italiani e non, da vicino: l’immigrazione, i divorzi, i DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento), le sofferenze psicologiche (peggiori di quelle fisiche), l’anteporre il successo lavorativo alla famiglia e agli affetti, l’omosessualità, l’omofobia, e soprattutto il bullismo, una realtà così devastante ma, nonostante ciò, così presente tra i ragazzi di oggi.

Sara, Laura e Nicoletta vivono le loro vite come protagoniste-vittime, di schiave: una del lavoro, l’altra della violenza del marito e l’altra ancora dell’orgoglio del proprio compagno.

Alla fine, tutte prenderanno in mano le proprie vite e volteranno pagina.

È stata più volte sottolineata la difficoltà dell’essere genitori:

“Nonostante questo, era buffo come a volte, pur avendo gli strumenti migliori e le risorse più efficaci, un genitore non riuscisse a fare il genitore”.

E che dire sull’immigrazione:

“Tutti noi possiamo capire, anzi forse solo immaginare, cosa debbano provare queste persone a fuggire in condizioni assurde dalle loro famiglie perché una guerra imminente si è schiantata sui loro territori. Ho notato, ultimamente, che non tutti i lavori sono graditi agli italiani. Secondo voi perché le badanti sono quasi tutte straniere, provenienti da Paesi dell’Est e non solo? Altro problema importante è quello della criminalità, già in Italia dilaga tra italiani e italiani, ma un’altra verità è che anche gli stranieri non ne sono esclusi […]”.

La voglia del giovane scrittore di sensibilizzare la gente su problemi che sono innervati nel mondo che ci circonda, è palese!

Però…

L’argomento è buono ma il modo in cui è stato scritto non mi ha convinto. È un modus scribendi ancora acerbo. Mi aspettavo più “azione” per essere un romanzo. La narrazione è statica, non coinvolge la sfera emotiva di chi legge; i colpi di scena non sono dei veri e propri episodi che ti lasciano a bocca aperta.

Scianò avrebbe potuto sfruttare la sua inventiva che lo ha accompagnato dalle superiori all’università, fino alla stesura del suo romanzo, come scrive egli stesso nei Ringraziamenti, per un qualcosa di più “fantasioso”.

Leggendo la trama, sono stata attratta dal legame di queste tre sorelle e mi aspettavo un intreccio di situazioni che le avrebbero coinvolte diversamente da come sono state presentate. Invece non è stato così…

Ho letto parole che si sono trasformate in pagine ma non ho catturato parole che si sono trasformate in emozioni.

La stoffa da scrittore c’è, gli argomenti anche: Scianò dovrebbe solo migliorare il suo modo di coniugare entrambi.

Voto:

Edoardo Scianò: Nasce a Prato il 12 ottobre del 1992. Studia giurisprudenza a Firenze. Ha sempre avuto una grande passione per la lettura, anche se quella per la scrittura è stata più recente. Ama leggere i thriller psicologici e giudiziari, e anche i romanzi di famiglia. Grisham e Patterson sono solo alcuni dei suoi autori preferiti. Per diversi anni ha collaborato con un importante sito di serie tv, DANinSERIES, come articolista e recensore.”

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi