Niente è come sembra di Tommaso Carbone

Niente è come sembra
di Tommaso Carbone

 

Titolo: Niente è come sembra
Autore: Tommaso Carbone
Edito da: Rusconi Libri
Prezzo: 9,90 €
Genere: Romanzo giallo
Pagine: 232

anobii-icon Good-Reads-icon amazon-icon

Trama: La notte del 20 febbraio del 1989 Lucia trova, nel bagno di casa, i corpi senza vita della figlia Miriam e del suo fidanzato Francesco. Il referto medico parla di morte per elettrocuzione provocata dal cattivo funzionamento di uno scaldabagno e la polizia chiude subito il caso.
La madre di Francesco è però convinta che la morte dei ragazzi non sia accidentale. Dopo una serie di cotradditorie perizie si rivolge a Max Ferretti titolare di un’agenzia investigativa ed ex poliziotto, espulso dal suo corpo per aver sparato deliberatamente ad un pericoloso ma disarmato serial killer.
Quando i corpi vengono riesumati Miriam presenta una frattura all’osso ioide.
Chi ha ucciso i due giovani? E soprattutto perché?
Scampando miracolosamente ad un attentato tra reticenze e probabili collisioni politiche toccherà al consumato investigatore e a Gaia la sua socia scoprire i colpevoli e dimostrare che spesso nella realtà niente è come sembra.

Immagine5

Recensioneùdi Morgane Le Faye

Le mie gite in libreria finiscono sempre con un qualche acquisto da parte mia, difficilmente il cassiere mi vede entrare e uscire in modalità “faccio solo un giro”. Se poi oltre all’acquisto del libro ne scappa pure un secondo in omaggio capite bene che la tentazione di entrarvi diventa irresistibile.

Leggendo praticamente di tutto, dopo un periodo in cui per lo più mi ero data ai Romance avevo deciso di riprendere il genere giallo, thriller e noir. Complice anche il fatto che ne sto scrivendo uno io stessa.

Così mi stavo aggirando alla ricerca di un romanzo che potesse attirare la mia attenzione, fino a che non vedo questo titolo, enigmatico, inquietante e misterioso, sembra uno di quei titoli cari a Camilleri e al suo Montalbano, tipo “L’odore della notte” che vogliono dire tutto e niente. Dove ti immagini tutto e niente.

La trama ha colpito da subito la mia attenzione.

La morte di due giovani suscita sempre un certo interesse, porta sempre ad una indagine complessa in merito. Specie se poi andando avanti nella lettura scopri che sono pure due giovani di buona figlia.

Cosa può spingere delle persone ad assassinare due giovani così? Come mai le indagini sono chiuse quasi subito?

Domande che devono avere risposta e che spingono il lettore ad andare avanti nella lettura fino al punto in cui scopre che la povera Miriam, la vittima, era sì di famiglia per bene, ma aveva compiuto per amore nei confronti del suo primo ragazzo dei grossi errori, errori che poi aveva cercato di rimediare. Ma agli errori si può davvero porre rimedio? O il passato torna a tormentare nel momento in cui tutto sembra filare per il meglio?

E Francesco che colpe aveva?

Nessuna o meglio una: l’amore.

E allora viene voglia di fare il tifo per Max Ferretti, l’investigatore, sperando che si schiodi dalle sue bottiglie di alcolici e che si decida a dare retta alla madre di Francesco, che capisca che davvero niente è come sembra, sia nel caso che sta seguendo, sia nella sua vita personale, entrata in crisi anni prima e da lui ignorata perché in fondo, a volte fa comodo pensare che è solo un momento e poi passa, è solo un errore si può rimediare.

Quando si arriva all’ultimo capitolo, con il colpevole assicurato alla giustizia si pensa che è andato tutto per il meglio, che finalmente giustiza è fatta, ma un ultimo colpo di scena fa capire che nella vita niente è come sembra e non tutto va come si spera.

Lo consiglio vivamente sia per la parte thriller che tiene sospesi fino alla fine del libro, sia per chi come me non disdegna un po’ di romanticismo anche in libri non propriamente rosa.

Voto

1Astelle

Immagine5

Tommaso Carbone, è nato a Grassano (Matera) nel 1963. E’ laureato in pedagogia e insegna nella scuola primaria. Ha pubblicato L’onda di Piena (edizioni Creativa, 2009)e Il Sole dietro la Collina (Lupo Editore, 2010). Un suo racconto intitolato Un angelo vestito di nero  è uscito nell’antologia Carabinieri in Giallo 3 (Giallo Mondadori)

Facebook-iconTwitter-iconInstagram-iconGoodreads

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi