Non è la fine del mondo di Alessia Gazzola

Non è la fine del mondo:

ovvero La tenace stagista ovvero Una favola d’oggi

di Alessia Gazzola

Titolo: Non è la fine del mondo
Autore: Alessia Gazzola
ISBN: 9788807031885
Edito da: Feltrinelli
Prezzo: 15,00 € cartaceo
Genere: Contemporary Romance, Narrativa
Pagine: 224 pagine

 Good-Reads-icon amazon-iconTrama: Emma De Tessent. Eterna stagista, trentenne, carina, di buona famiglia, brillante negli studi, salda nei valori (quasi sempre). Residenza: Roma. Per il momento – ma solo per il momento – insieme alla madre. Sogni proibiti: il villino con il glicine dove si rifugia quando si sente giù. Un uomo che probabilmente esiste solo nei romanzi regency di cui va matta. Un contratto a tempo indeterminato. A salvarla dallo stereotipo dell’odierna zitella, solo l’allergia ai gatti. Il giorno in cui la società di produzione cinematografica per cui lavora non le rinnova il contratto, Emma si sente davvero come una delle eroine romantiche dei suoi romanzi: sola, a lottare contro la sorte avversa e la fine del mondo. Avvilita e depressa, dopo una serie di colloqui di lavoro fallimentari trova rifugio in un negozio di vestiti per bambini, dove viene presa come assistente. E così tutto cambia. Ma proprio quando si convince che la tempesta si sia finalmente allontanata, il passato torna a bussare alla sua porta: il mondo del cinema rivuole lei, la tenace stagista. Deve tornare a inseguire il suo sogno oppure restare dov’è? E perché il famoso scrittore che Emma aveva a lungo cercato di convincere a cederle i diritti di trasposizione cinematografica del suo romanzo si è infine deciso a farlo? E cosa vuole da lei quell’affascinante produttore che continua a ronzare intorno al negozio dove lavora?

 “Tenace stagista. Incrollabile sognatrice.
Calamita per produttori scorbutici e scrittori zen.
Mi chiamo Emma De Tessent, e questa è la mia storia.”

Una commedia romantica di grande freschezza e sensibilità, secondo lo stile che ha fatto di Alessia Gazzola una delle scrittrici italiane più amate e seguite.

Immagine5

Recensioneùdi Nasreen

In attesa dell’uscita del nuovo romanzo su Alice Allevi, previsto per questo Settembre, (la nostra segnalazione a riguardo QUI) la nostra Alessia Gazzola ha allietato la nostra estate con il delizioso Non è la fine del mondo, romanzo chick-lit che rispecchia appieno la penna e lo stile che abbiamo imparato a conoscere ed amare in questi anni. Bastano poche righe e lo stile irriverente e un po’ fatalista emerge prepotente e ci fa immediatamente amare Emma De Tessent.

Non è la fine del mondo 2Ma chi è Emma De Tessent? Potremmo attenerci alla trama e descriverla con un semplice “tenace stagista”, ma Emma è qualcosa di più. Emma siamo tutti noi con quel pizzico di coraggio e tenacia in più che ci fa sognare un lieto fine.

Emma una giovane laureata che da anni ormai si è immersa nel suo lavoro, dando sempre il 100%, impegnandosi sempre al massimo, accettando uno stipendio misero e molte ore di lavoro in previsione di. Il fantomatico contratto a tempo indeterminato sembra non arrivare mai, ma l’unica cosa è chinare il capo, amare il proprio lavoro ed essere un emblema di efficienza. Lavoro, stacanovismo e zelo al fine di veder riconosciuta la propria persona e la propria professionalità

http://sognandoleggendo.net/wp-content/uploads/stagista.jpgEmma è ironica e positiva fino alla fine, cioè, fino a quando la realtà la sbatte a terra. Dopo anni di abnegazione e impegno ecco arrivare il fantomatico giorno dei “contratti”, ed ecco che come accade nella nostra realtà, arriva qualcuno che grazie a magnifiche coincidenze e conoscenze le passa avanti. Ecco qua, la nostra storia.

Ma Emma non demorde e dopo lo sbandamento iniziale e la delusione verso la Fairmont, l’azienda alla quale ha dato tanto negli ultimi anni e che è stata capace di gettarla via alla prima occasione, si rimbocca le maniche ed inizia a fare colloqui, tutti insoddisfacenti.

Risultati immagini per stagistaContinua a barcamenarsi fra un colloquio e l’altro fino a quando, per puro caso, dopo l’ennesima sfibrante delusione, non approda in un piccolo negozio di abiti per bambini. L’intenzione era quella di spendere parte dei suoi ultimi soldi per acquistare due abiti per le nipotine, ma ne esce con un mese di prova come sarta. Reinventarsi, adattarsi e impegnarsi: sono questi i cardini motivatori di Emma.

Il lavoro in sartoria, accanto alla saggia Vittoria Airoldi diventano per Emma non un “trampolino di lancio” verso una nuova carriera, ma un breve angolo di paradiso dove prendere fiato, ricaricare le batterie e trovare la forza per prendere nuovamente in mano la sua vita, solo che questo lei all’inizio non lo sa.

E mentre la ragazza ricostruisce inconsapevolmente l’armatura di determinazione che le permetterà nuovamente di affrontare la vita, qualcuno si riaffaccia per la seconda volta nella sua vita. Il primo incontro di Emma con Pietro Scalzi, direttore della Waldau, concorrente della Fairmont, non era stato uno dei migliori. Uno scontro in piena regola, ma con la conoscenza reciproca saranno la stima e il rispetto a rimpiazzare l’iniziale antipatia.

Non è la fine del mondoÈ la vita di Emma che scopriamo in questo romanzo. Pagina dopo pagina ci immergiamo in un realtà che più o meno tutti conosciamo, quella del mondo del lavoro, ma anche nella sua vita privata, che potrebbe appartenere ad ognuno di noi. Genitori, fratelli e sorelle, nipotine di cui occuparsi… Emma si barcamena con maestria fra mille impegni, sogni, speranze, delusioni e occasioni da prendere al volo.

Un romanzo da leggere tutto d’un fiato, impossibile posarlo prima di aver letto l’ultima pagina. Riuscire ad immedesimarsi in un romanzo è raro, ed è bellissimo. E con quest’opera Alessia Gazzola ci consente proprio di guardarci intorno e chiederci: quante saranno le altre “Emma”? Quali sono le loro storie? Quante di loro stanno combattendo la loro personale lotta contro il sistema per raggiungere finalmente il riconoscimento delle loro capacità e del loro impegno?

Un romanzo che regala molti sorrisi e altrettante profonde riflessioni. Assolutamente consigliato.

VOTO:

Immagine5

Alessia Gazzola, (Messina, 1982), maturità classica, laurea in Medicina e Chirurgia, è specializzata in Medicina Legale. Della fortunatissima serie dedicata alle avventure amorose e professionali di Alice Allevi fanno parte: L’Allieva, Un segreto non è per sempre, Sindrome da cuore in sospeso, Le ossa della principessa e Una lunga estate crudele, tutti pubblicati da Longanesi. I suoi libri sono tradotti in Germania, Francia, Spagna, Turchia, Polonia, Serbia e Giappone. Dai primi tre romanzi Endemol e RAI1 hanno realizzato una fiction televisiva con Alessandra Mastronardi nei panni di Alice Allevi. Ama viaggiare, leggere (lo considera una tipologia di viaggio) e cucinare. Vive a Verona con il marito e le sue due piccole bambine. Per Feltrinelli ha pubblicato Non è la fine del mondo (2016).

Goodreads_iconFacebook-iconBlogger-iconTwitter-icon

∼ by Nasreen
Editing by CriCra

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi