Non succede mai nulla di Sue Brown

tumblr_mfowaaCNtU1ri8vcpo1_500

Sue Brown

Sue Brown appartiene al suo cane e ai suoi due bambini. Quando non è impegnata a eseguire i loro ordini si reca all’università, per ascoltare le lezioni sui teologi del passato. Tuttavia spera sempre che i professori non le facciano delle domande, poiché la sua mente è indaffarata a tramare il modo di far innamorare due cowboy.
Sue ha scoperto il genere gay maschile un giorno, mentre guardava un programma tv dove c’erano due uomini che si baciavano. La serie era noiosa, ma il bacio non lo fu. Sarà pure arrivata in ritardo al genere, ma da allora è stata sempre presente. Prima di trovare il coraggio di sfondare nel mondo della narrativa vera e propria Sue scriveva racconti fan fiction.

http://www.suebrownstories.com/

Il Corsaro NeroTitolo: Non succede mai nulla
Autore: Sue Brown (Traduttore: Fran Macciò )
Serie: //
Edito da: Dreamspinner Press (Collana: //
rezzo: 5,45
enere:  Romance
Pagine: 267 P
Votohttp://sognandoleggendo.net/wp-content/uploads/3Bstelle36.png

  

Trama: La vita di Andrew è una farsa: è un gay intrappolato in un matrimonio senza amore, per colpa di una madre religiosa e prevaricatrice. Poi, una nuova coppia si trasferisce in fondo alla strada e Andrew si innamora follemente di Nathan: un uomo sposato, eterosessuale e che, per giunta, sta per diventare padre. Ma dopo una fatidica serata trascorsa insieme in un club, anche Nathan si rende conto che ciò che prova per Andrew va ben oltre la semplice amicizia per un vicino di casa.

Quando la moglie di Andrew chiede il divorzio, le vite dei due uomini precipitano nel caos. Iniziano le discussioni sulle responsabilità nei confronti delle mogli e dei figli, dubitano dei loro sentimenti e del loro rapporto e alcune sconvolgenti bugie li separano inevitabilmente… ma nessuno dei due riesce mai a smettere di pensare all’altro.

Recensione
di Sil.lav

Un libro non semplice. Narra le vicende di Nathan e Andrew, due uomini diversi, ma in fondo simili. La loro storia si svolge in un ampio lasso di tempo. Le loro vite arrivano come a sovrapporsi, anche se le dinamiche, che portano alla stessa situazione, sono molto diverse.

Andrew è intrappolato all’inizio in un matrimonio non voluto, un unione che gli viene imposta delle circostanze e da una madre bigotta. Anche se tua moglie è come la tua migliore amica, le circostanze possono stare strette, quando ti sembra di vivere una vita in maschera.

 un matrimonio che non voleva, solo perché non era stato abbastanza coraggioso da affrontarla e dirle: ‘Questo è quello che sono: Andrew Matthews, gay.’

Nathan è tutta un’altra storia, un insegnante, che volontariamente sceglie di sposarsi, che crede nel classico sogno americano e che non ha mai messo in dubbio la propria sessualità. L’incontro con Andrew, la successiva amicizia, spiazza il suo mondo ben organizzato. Portando a una sua lenta maturazione.

Le lezioni che entrambi imparano nel corso del libro sono molto diverse. Andrew ha sempre saputo di essere gay, ma le responsabilità di una famiglia lo hanno portano a sopprimere la sua vera natura. Nathan altresì si trova a scoprire cose di sé che non aveva mai supposto e a realizzare sentimenti che non aveva mai pensato di poter provare per un uomo.

Il libro comincia con una tipica, ideale scena da film, un party tra vicini in una classica via americana. In questo contesto si conoscono i due protagonisti, Andrew con un figlio in età scolare, Nathan neosposo con una moglie incinta. Cosi comincia la loro storia. Prima la loro amicizia, poi i sentimenti fanno capolino, mettendo tutto nel caos.

Tra i due ho preferito decisamente Andrew, è il più coerente con se stesso. Pur non avendo avuto il coraggio di affermare la propria omosessualità, ha pagato con anni di finzioni. Ma è stato onesto con la moglie, istaurando con lei un rapporto di amicizia. Pur vivendo una vita di finzioni per il mondo, loro si comprendono e sostengono a vicenda.

Nathan invece non mi è piaciuto molto, viene presentato come un esuberante giovane uomo, appena sposato con un figlio in arrivo. Certo, i sentimenti che comincerà a provare per il suo vicino lo spiazzano all’inizio, ma è il come reagisce a loro che non mi è piaciuto. Ho però trovato karmico il fatto che egli sperimenterà sulla sua pelle proprio la stessa situazione che ha vissuto Andrew.

Nathan, mentre guidava, ebbe tutto il tempo di riflettere su come era diventato esattamente quello che aveva trovato strano in Andrew, appena conosciuto: un uomo intrappolato in un matrimonio a causa della sua famiglia.

La loro storia si svolge in più anni e sono tante le cose narrate: anche se il ritmo non è proprio incalzante, risulta comunque scorrevole. I personaggi descritti, anche quelli secondari, hanno spessore e una loro unicità.
Alcune situazioni mi hanno disturbato, come le frequenti bevute (scorrono litri di alcool in questo libro….), o le avventure viste come parte integrante della coppia (questo solo in un occasione).

Come ho detto all’inizio non è un libro facile da catalogare. E può non piacere a tutti.

Lascia un commento

0 risposte a “Non succede mai nulla di Sue Brown”

  1. […] Sognando Leggendo […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi