Novità: Il canto dei Maori di Sarah Lark

Dopo Nella terra della nuvola bianca arriva in Italia il secondo romanzo di Sarah Lark, autrice della saga ambientata in Nuova Zelanda che ha già conquistato il pubblico europeo, con oltre un milione di copie vendute.

Sarah Lark
Il Canto dei Maori
dal 5 Giugno in libreria


“Una saga epica e romantica sulla cultura dei Maori
e la colonizzazione della Nuova Zelanda” 
– Der Spiegel.

“Un libro per viaggiare con la mente e con il cuore”
– Brigitte.

“La migliore letteratura di viaggio: da assaporare durante le vacanze”
– Nurnberger Nachrichten.

“Incontrare la felicità alla fine del mondo”
Der Spiegel

“La storia senza tempo di una straordinaria amicizia al femminile.
L’affresco vibrante e accurato di un’epoca in bilico tra tradizione e modernità”
– El Pais.

Titolo: Il canto dei Maori
Autore: Sarah Lark
Edito da: Sonzogno Editore
Prezzo: 19.00 €
Uscita: 5 Giugno 2013
Genere: Romanzo
Pagine: 576 p.

Trama:

William riconobbe il suono del flauto, quel tono femminile che esprimeva sfida, rabbia, ma era anche invitante, decisamente erotico. Ascoltava affascinato. Era la voce degli spiriti. Ne aveva sempre sentito parlare, ma prima di allora non aveva mai trovato suonatori maori capaci di evocarla. In quel pub decadente di Greymouth, invece, fluttuava libera. 

 Nuova Zelanda. Queenstown, 1893. L’arrivo del giovane forestiero alla locanda desta in Elaine un’insolita curiosità. Con quell’aria sgualcita, sporco e un paio di stivali robusti, William Martyn a prima vista sembra uno dei tanti cercatori d’oro decisi a far fortuna in quel luogo sperduto tra fiumi e montagne. Eppure la sua eleganza e lo sguardo che sbuca da sotto lo Stetson con finiture di cavallino rivelano un’agiatezza non comune. Basterà questo a far innamorare Elaine, dal temperamento vivace quanto la lucentezza dei suoi boccoli rossi. L’uomo sembra ricambiare, almeno finché in città non arriverà Kura, la cugina maori di Elaine, il cui fascino esotico e libertà dei costumi metteranno in subbuglio l’anima e il corpo di William, ribelle irlandese in fuga. Ma Kura detesta la vita dei magnati della lana che l’attende nella tenuta della nonna Gwyneira sulla Piana di Canterbury; lei vuole diventare una diva dell’opera nei teatri d’Europa. Il suo sogno finirà per rovesciare la scacchiera dei destini di ciascuno, in una terra vergine percorsa da antiche melodie capaci di risvegliare poteri misteriosi e sovrannaturali. Che solo la saggezza maori sa donare. In un mondo in rapida trasformazione per l’arrivo delle prime ferrovie, del lavoro nelle miniere, della macchina da cucire, si snoda l’abile intreccio romanzesco che continua la fortunata saga “neozelandese” che ha conquistato i lettori di mezza Europa. Helen e Gwyneira, le protagoniste del precedente Nella terra della nuvola bianca, sono diventate nonne e tocca alle loro giovani nipoti, Elaine e Kura, occupare il centro della scena. E tramandare alle generazioni future i segreti delle due famiglie indissolubilmente legate fino agli antipodi del mondo.

La nostra scheda al libro precedente: Nella terra della nuvola bianca

GA

Serie Neuseeland:
1. Nella terra della nuvola bianca
2.Il canto dei Maori

Sarah Lark:

Sarah Lark è lo pseudonimo di Christiane Gohl che ha lavorato anche sotto il nome di Ricarda Jordan e Elisabeth Rotenberg. E’ nata a Bochum in Germania nel 1958 ed ha studiato pedagogia. Si è specializzata come storica e ha lavorato per molti anni come guida turistica; si è innamorata della Nuova Zelanda ed ha deciso di scrivere una saga (Neuseelandsaga) raccontando dei paesaggi meravigliosi che ha visitato. Ha scritto anche una saga proprio sui Maori e un altra sulla Giamaica, sempre con il nome di Sarah Lark. La Gohl è una scrittrice molto affermata in Germania con i suoi romanzi per bambini e giovani (le storie di Julia), ma in Italia c’è poco o niente di pubblicato con suo nome o i suoi pseudonimi.

Sito dell’autrice: Sarah Lark

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi