Novità: ‘Se non ti vedo non esisti’ di Levante

Novità

In arrivo a partire dal 19 Gennaio per la casa editrice Rizzoli: il romanzo d’esordio della cantautrice calatina Levante salita alla ribalta nell’estate del 2013 grazie al singolo “Alfonso”:

Levante

Se non ti vedo non esisti

“Il sangue nero come l’inchiostro. Mi attraversa il cuore, mi attraversa il corpo e ristagna tra le mani. Le mie mani che sanno scrivere meglio di quanto sappiano accarezzare e sporcano i fogli di carta bianca. Di carta stanca. Racconto storie da che sono in grado di avvicinare le lettere e creare parole. La mia voce ha saputo cantarle ma è arrivato il momento in cui gli occhi godano del flusso di coscienza che mi attraversa l’anima. Finalmente ho potuto scrivere più di due strofe e due ritornelli e non mi sembra vero. Respira, mi dico. Ho scritto un libro. E mi mancano le parole. E’ una storia finta che diventa una storia vera. Ogni riferimento a persone o fatti è puramente casuale. Forse”. Levante

datilibro

Titolo: Se non ti vedo non esisti
Autore: Levante (Claudia Lagona)
Edito da: Rizzoli
Pagine: 516
Prezzo: Ebook 9.99 € // Cartaceo 17.00 €
Uscita: 19 Gennaio 2017
Genere: Romanzo contemporaneo

Trama: Anita, redattrice in una rivista di moda, è quello che tutte sognano di essere: bella, giovane, elegante e colta. Ma anche tremendamente complicata. Sua madre e sua sorella, così concrete, non capiscono da dove arrivi la sua inquietudine, quella voglia di mangiarsi ogni attimo come fosse l’ultimo e di scappare a gambe levate non appena qualcuno minaccia di metterla in gabbia. Anita però lo sa bene: quando si guarda allo specchio, le sue “mille me” – così le chiama lei – riflettono i suoi cambiamenti di umore e la incoraggiano, la contraddicono, la rimproverano quando sbaglia. Perché Anita sbaglia spesso, soprattutto quando si tratta di uomini. I suoi errori più grandi sono tre: Filippo, affascinante e indisponibile, incontrato per caso su un volo per New York; Flavio, un incrocio di sguardi che si è trasformato in passione; e poi Jacopo, il marito che le è sempre stato accanto ma ultimamente sembra non capirla più. Anita crede di amarli tutti, ma forse la verità è che la vita le sta sfuggendo di mano, come la sua immagine riflessa nello specchio. Dovrà scavarsi dentro e fare i conti con un passato ancora dolorosissimo, per imparare a prendersi cura di sé senza smettere di innamorarsi e di sbagliare: solo così potrà ricominciare a vedersi, e a esistere, davvero.

Levante (Claudia Lagona) nasce a Caltagirone e cresce a Palagonia (Catania) in una famiglia affollata da menti creative. A nove anni scrive le prime canzoni e soltanto ad undici inizia a suonare la chitarra, rubandola al fratello, per la pura esigenza di musicare i propri testi. Dopo la morte del padre, lei e la madre si trasferiscono nella magica città di Torino. Qui tante sono le collaborazioni, i contratti andati male, i dischi mai usciti e gli anni di manifestazioni musicali, provini e gavetta. Soltanto nel 2013, dopo l’incontro con Davide Pavanello e la sua etichetta INRI, riesce a far sentire la propria voce a molti con un grido disperato e ironico che recita “Che vita di merda”. La canzone porta il titolo di “Alfonso” e si aggiudica un posto nell’olimpo dei tormentoni dell’estate 2013 occupando di diritto l’airplay radiofonico. Max Gazzè le chiede di aprire i concerti del “Sotto casa Tour”, Fiorello la invita alla sua Edicola e ,dopo l’uscita del suo primo disco MANUALE DISTRUZIONE nel marzo 2014, l’Academy Medimex premia la sua opera prima come la migliore dell’anno. Segnalata speciale su iTunes come artista 2014, selezionata da Mtv tra I finalisti degli European Music Award di Glasgow come “Best italian act”, finalista al premio Tenco per il suo album d’esordio : il riscontro del pubblico e della critica è unanime nel riconoscere il suo talento. Durante il “Manuale Distruzione tour”, che la vede sul palco insieme ad Alberto Bianco, Daniele Celona, Federico Puttilli e Alessio Sanfilippo, partecipa al 1° Maggio romano e alterna le sue date con le aperture ai concerti di “Un amore così grande tour” dei Negramaro. Nell’ autunno 2014, dopo una breve tournée nei club europei, entra a far parte della scuderia della Carosello Records, con la quale pubbicherà il suo nuovo progetto discografico ABBI CURA DI TE, affidandone la produzione artistica alla stessa squadra di lavoro INRI che l’ha accompagnata sin dall esordio: un nuovo percorso che si apre sotto i migliori auspici e viene convalidato dall’invito all edizione 2015 del festival South by Southwest ( SXSW ) del prossimo marzo.

Facebook-iconBlogger-icontwitter.png

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi