Obsession

di Jennifer L. Armentrout

Titolo: Obsession
Autore: Jennifer L. Armentrout || Traduttore: Leonardo Taiuti
Edito da: Giunti
Genere: Romance, Urban Fantasy, Adult
Pagine: 329 p. || Prezzo: 14,00€ book – 8,99€ ebook

Trama dell’editore:
Serena Cross aveva accolto con scetticismo il racconto della sua migliore amica, convinta che il figlio di un potente senatore fosse coinvolto in un incredibile complotto. Ma, dopo avere assistito con i propri occhi all’omicidio dell’amica, Serena non può più dubitare: è lei stessa in pericolo. Così accetta suo malgrado la guardia del corpo che il Dipartimento della Difesa le assegna perché vegli sulla sua sicurezza: Hunter. Arrogante, prepotente, eppure terribilmente affascinante… Ma se lui conosce a memoria il dossier di Serena, lei ignora tutto del suo protettore. Soprattutto il fatto che il più grande pericolo per lei potrebbe essere proprio Hunter.

Recensione

          di Kat

“L’istinto mi gridava di scappare, di mettermi a correre più veloce che potevo. Eppure non riuscivo a staccargli gli occhi di dosso. Nello sguardo di Hunter non c’era comprensione, ma un calore primordiale da cui il mio corpo era attratto.”

Questo è il nuovo romanzo autoconclusivo dell’autrice della serie acclamatissima in tutto il mondo, Lux. Io non avevo letto la serie Lux, ma avevo sentito molto parlare di questa serie in maniera contrastante, su internet c’era chi l’amava e chi la odiava. Obsession è un urban fantasy “più maturo” definito così dalla stessa autrice nelle prime pagine del romanzo. Ci sono delle cose che ho letteralmente amato di questa storia e cose che mi hanno fatto storcere il naso più volte e venir voglia di buttare il libro fuori dalla finestra, il più lontano possibile. Ma andiamo per gradi.

Iniziamo parlando della trama in generale. La storia è molto originale, l’urban fantasy è sempre intrigante perché puoi benissimo immaginarlo accanto a te ed è quello che ti fa credere questo romanzo: il sovrannaturale e l’extra terreno sono intorno a noi e non riusciamo a capirlo perché tutto il sistema ce lo nasconde. Mi è piaciuta molto la parte complottistica del romanzo e di come il governo nascondesse tutte le informazioni su delle vite aliene, sulla loro guerra. In questo romanzo c’è una strana rappresentazione della vita aliena, più come un elemento fantastico che fantascientifico e questo mi è piaciuto moltissimo, dà molta caratterizzazione al romanzo rendendolo diverso da tutti quelli che parlano di alieni. Ho adorato le descrizioni dei combattimenti tra Luxen e Arum, molto forti e riuscivano a farti entrare direttamente nella scena.

I protagonisti principali sono Serena e Hunter, come personaggi che svolgono azioni e che mandano avanti la trama in generale abbiamo solo loro e la cosa non mi è dispiaciuta affatto.  La loro rappresentazione è molto precisa e dettagliata fisicamente, caratterialmente un po’ meno. Entrambi i personaggi hanno un carattere abbastanza forte, ma ci sono momenti dove la determinazione e la forza di Serena prende il dominio della scena lasciando Hunter abbastanza in secondo piano. Mi è piaciuto il loro scambio di emozioni sia fisicamente che sentimentalmente, avvertiamo un grande cambiamento da parte dei due protagonisti (soprattutto da parte di Hunter) nelle varie fasi del romanzo soprattutto nella parte centrale.

Serena inizia a capire meglio che cosa vuole da Hunter e il ragazzo capisce che si può essere più umani di quello che  si crede. In questo romanzo ci sono molte scene di sesso abbastanza esplicito (forse troppe ma ne parliamo più avanti) e tutto sommato sono descritte molto bene. Una cosa che mi ha fatto piacere trovare è l’uguaglianza di Serena e Hunter nei ruoli sessuali, i due ragazzi parlano in modo molto simile l’uno dell’altro trovandosi reciprocamente eccitanti. E una frase che mi ha colpito è questa:

“Ricordati, il tuo piacere verrà sempre prima del mio. Ogni volta”

Ma adesso, dopo aver (in qualche modo) decantato le lodi di questa storia, parliamo dei punti deboli. La prima cosa è la storia d’amore tra i due protagonisti è sviluppata in modo molto approssimativo e pur avendo due personaggi molto forti caratterialmente non riesce ad emergere quel lato un po’ romantico che non guasta mai nei fantasy. Fortunatamente alla fine del romanzo si riesce a capire perché sono innamorati e il loro rapporto non rimane solo una cosa prettamente fisica.

La seconda cosa è che il passato di Serena è totalmente oscuro al lettore e l’unica cosa che sappiamo è che fa la consulente in una scuola. Basta, la nostra conoscenza su Serena finisce qua! La scrittrice però ci tiene sempre a farci sapere tutti i dettagli, fisicamente parlando, del corpo dei nostri protagonisti. Cosa che all’inizio è piacevole (anche ben descritta) perché saper far immaginare i personaggi non è cosa da tutti e soprattutto qui è molto immediata (per esempio io li ho immaginati in modo totalmente diverso dai due ragazzi della copertina ma okay!) ma nelle ultime pagine sappiamo benissimo come sono fatti in tutti i loro particolari… la loro descrizione diventa davvero noiosa.

Il terzo problema, e secondo me il principale problema, di questo romanzo è il linguaggio altalenante. Non so quante volte venga ripetuto “Ce l’ho duro” da parte di Hunter seguito da frase super filosofiche sul senso della vita e la stessa cosa vale per la parola “C…o” ripetuta anche per quattro volte, una per ogni paragrafo.

L’ultimo problema è la quantità di scene di sesso, diciamo che per un 70% del romanzo sono solo Hunter e Serena che fanno sesso e un 30% c’è uno sviluppo della storia.

Il libro è piacevole da leggere e a parte qualche piccolo dettaglio negativo secondo me merita un voto sicuramente superiore alle tre stelle e mezzo. Mi è piaciuto abbastanza!

Voto:

Jennifer Armentrout: è un’autrice statunitense di libri fantasy. Sotto lo pseudonimo di J. Lynn vengono pubblicati, dalla casa editrice Nord, Ti aspettavo, Ti fidi di me? e Stai qui con me nel 2014, mentre l’anno successivo escono Rimani con me e Lontano da te. sotto vero nome, invece, l’editore Giunti ha pubblicato tutta la serie “Lux”: Obsidian e Shadows nel 2013, Onyx e Opal nel 2014 e Origin nel 2015. Sempre nel 2015, inoltre, è stato pubblicato da Harlequin Mondadori Caldo come il fuoco. Nel 2016 con Nord ha pubblicato Il problema è che ti amo.

editing by Fede