#ODIOLESERIEINTERROTTE – Nalini Singh #2

odioleserieinterrotte

Ci risiamo! Il “vizietto”, a voler essere gentili, di interrompere la stampa di una serie dopo pochi volumi si è ripetuto. Purtroppo quello che avevamo già evidenziato in #ODIOLESERIEINTERROTTE è accaduto nuovamente, e per questo che si è reso necessario un altro aggiornamento sulla situazione.   😥

La vittima, questa è l’informazione che “gira” sul web, è la serie di Nalini Singh, Guild Hunter. Un vero mistero per chi, come me, ha apprezzato moltissimo sia le storie che questa autrice piena di talento ed osannata all’estero.

guild hunter

Dopo tre libri, usciti a distanza di un anno l’uno dall’altro, STOP! Abbiamo scherzato, non se ne fa più nulla.
Le vostre aspettative (le nostre)? Beh, ci sono le leggi di mercato, i costi, i problemi editoriali… tanti motivi che noi povere lettrici non potremmo capire… insomma, tutto troppo difficile da spiegare: si interrompe la stampa della serie e basta.

Però questa volta la parola BASTA la potremmo dire anche noi, care Case Editrici.

Parlo al plurale perché, anche se questa volta “l’imputata” è l’Editrice Nord, altre volte sono state la Fanucci, la Leggereditore, la Fazi, la Mondadori, la Mondolibri, la Rizzoli e via dicendo ad interrompere arbitrariamente la stampa di serie iniziate e purtroppo mai terminate.
Questa volta noi lettrici/ri potremmo anche decidere di non investire più i nostri soldi in storie delle quali non rischieremmo di non leggere mai la fine; non inizieremo a leggere romanzi, legandoci emotivamente a vicende e personaggi, dei quali non potremo seguire le evoluzioni progressive.

Quante sono state le serie delle quali abbiamo potuto, con soddisfazione, leggere la parola FINE ? Pochissime purtroppo. Serie lunghe come quelle della Adrian, The Midnight Breed, per intenderci, sono da considerarsi delle eccezioni. Se eliminiamo autrici come la Hamilton, con la serie di Anita Blake, e la Ward, ma solo per la serie della Confraternita del Pugnale Nero perchè quella degli Angeli Caduti è stata soppressa con il secondo libro, ormai non possiamo più essere sicure di nulla.

Capisco che le “mode” vadano cavalcate. Prima c’è stata l’invasione del genere Paranormale, dell’Urban Fantasy, dei libri Young Adult, ora dei New adult, degli erotici… ma possibile che tutte le volte non sia possibile fare una cernita qualitativa e stampare quello che merita e non tutto indiscriminatamente?

È dura ammettere che, da questo punto di vista, le Case Editrici specializzate in romance da edicola siano molto più affidabili da questo punto di vista. Chi come me è appassionato di questo genere sa che, salvo rarissime eccezioni, riuscirà a leggere tutti i libri che fanno parte di una serie, e certe volte i volumi sono tantissimi… tanto per fare un esempio, la serie Bar Cynster di Stephanie Laurens è composta da circa 20 libri e sono riuscita a leggerli tutti! Certo, ci sono altri costi editoriali, su questo non c’è il minimo dubbio, ma l’impegno della Casa Editrice, in questo caso la Mondadori, è encomiabile.

Il nostro blog si è impegnato sin dall’inizio, come pure quello di Weirde “L’arte dello scrivere… forse”, nel dare voce alle proteste di tutte quelle lettrici e lettori che sono rimasti delusi dalle scelte editoriali in questo ambito.

Già con Bisogna finire ciò che si è iniziato avevamo messo il dito in questa piaga; purtroppo la nostra protesta non ha avuto esiti positivi.dissenso

Cosa vogliamo fare questa volta? Vogliamo continuare ad essere trattate come marionette senza cervello? Avremo diritto a DUE parole di spiegazione almeno per informarci di quello che sta succedendo?
Vogliamo continuare a chinare il capo e subire?

Se, come me, vi siete stancate/i di questo modo d’agire, vi prego di alzare le vostre voci e far sentire il vostro dissenso. Partecipate alle discussioni, lasciateci le vostre opinioni e fate girare gli articoli in tutti i modi possibili… insomma PARLATE ANCHE VOI !!!!!!!

Noi di Sognando Leggendo vi sosterremo e siamo pronte a raccogliere i vostri suggerimenti.

Lascia un commento

8 risposte a “#ODIOLESERIEINTERROTTE – Nalini Singh #2”

  1. Emma ha detto:

    Ciao io leggo un po di tutto riguardo ai romanzi dall’eroico al dark ma come voi mi infastidisce tantissimo acquistare un libro di una serie per poi scoprire che è interrotta senza dare un alternativa per proseguire la lettura per cui mi associo alla vostra protesta

    • simog55 ha detto:

      Grazie Emma. È molto importante essere consapevoli delle problematiche legate al mondo dell’editoria, per chi come noi è un’assidua lettrice.
      La Casa Editrice, ho letto “in giro” nel blog, si scusa e addebita il tutto ai grossi problemi economici legati alla continuazione di una stampa che non riesce, con le sue vendite, ad essere sufficiente a coprire tutte le spese.
      Personalmente acquisterei anche edizioni più economiche pur di andare avanti con la serie… mah, vedremo come andrà a finire.
      Io incrocio le dita ^_-

      • CriCra ha detto:

        Anche io come voi, sono indignata da questo nuovo flop, da parte della CE Nord. Un vero peccato perché questa serie merita tantissimo. Spero di cuore che possano ricorrere ai ripari e magari vendere i diritti di traduzione ad altri più interessati a continuare la pubblicazione della serie. Dita incrociate 😀

    • Missmarilux ha detto:

      Bah ormai questa “cosa” delle serie sta smontando molte lettrici. Mi avevano consigliato più persone la saga della Singh ma a cosa servirebbe leggere i primi due romanzi ormai?
      Francamente io ho scelto di abbandonare le saghe, perchè spendere anche 18 euro per un volume e non sapere MAI come finirà la storia?
      Le c.e. dovrebbero capire che esistono anche grazie a lettrici “forti” come noi.
      Ma ho paura che continueranno con questa NON politica…

  2. Nasreen ha detto:

    Io sto portando avanti una politica di NON acquisto dei volumi della Nord (solo la versione TEA e intanto leggo in ebook). MI spiace, ma sono stufa di mantenerli e non avere niente in cambio.

  3. Simi ha detto:

    Ciao! Quanto è vero quello che hai scritto!!Io leggo solo fantasy e urban fantasy e vampiri e adesso che gli editori li stanno “ammazzando” tutti mi trovo a dover leggere solo in lingua (per carità fa sempre bene!) anche testi un pò ostici per il mio inglese scolastico!
    Oltre questo, devo dire che mi sento in qualche modo tradita dall’editore che ha preso un impegno con me, nel momento in cui decide di pubblicare una saga; fanno così in fretta a dimenticarsi di noi quando pensano che non gli facciamo più comodo.
    Che poi non è così vero visto che il lettore di genere è sempre un forte lettore: io in media leggo due/tre libri alla settimana e quindi ne compro!E qui si potrebbe aprire l’altra piaga dell’editoria italiana e cioè il costo esorbitante dei libri ma vabbè…
    Forse l’unica è fare lo sciopero dei libri!!!

  4. lisa ha detto:

    È UNA VERGOGNA!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi