Once Upon a Time – C’era Una Volta

Once Upon A Time – C’era Una Volta

Scritto dai creatori di Lost, Once Upon a Time, telefilm “fantasy”, è il perfetto mix tra le fiabe della nostra infanzia, più o meno rivisitate, e la cara, vecchia, scettica realtà.

There was an enchanted forest filled with
All the classical character we know.
Or think we know

One day they found themselves
Trapped in a place where all their
Happy endings were stolen.

Our World

Scheda Info

Titolo: C’era Una Volta
Titolo Originale: Once Upon a Time
Ideatore: Adam Horowitz & Edward Kitsis
Genere
:Fantasy, Drammatico
Stagioni:2 stagioni
Puntate per stagione: 22 la prima, 23 la seconda
Durata singola puntata
: 45 minuti
Telefilm: In Corso
Paese
: America
Rete americana:
ABC
Rete Italiana
: Fox
Lingua Originale: Inglese

Interpreti: Ginnifer Goodwin, Jennifer Morrison, Lana Parilla, Josh Dallas, Robert Carlyle, Meghan Ory, Emilie De Ravin, Jared Gilmore

In Italia dal: 25 dicembre 2011- Finito il: ####

Voto:

Trailer: http://www.youtube.com/watch?v=Rga4rp4j5TY

Trama: Nella fittizia città di Storybrooke, Maine, vivono degli abitanti particolari: essi non sono altro che i personaggi delle fiabe, ignari della propria vera identità, strappati al Mondo Delle Favole grazie alla maledizione lanciata dalla Regina Cattiva (di nome e di fatto) per vendicarsi di Biancaneve e del Principe Azzurro.

No more Happy Endings, questo è il succo della vendetta della Evil Queen, al secolo Regina Mills, sindaco di Storybrooke.  Ma c’è una scappatoia, nella fattispecie una Salvatrice, Emma, la figlia della coppia reale, spedita appena neonata nel nostro mondo, in attesa che, ventotto anni dopo, torni e spezzi la maledizione. Ma Emma non è esattamente come dovrebbe essere una principessa, anzi! La ritroviamo sola e orfana da una vita, con un passato fatto di passaggi da una famiglia adottiva all’altra, nel suo appartamento, dopo aver appena concluso un incarico come cacciatrice di taglie, davanti ad un pasticcino, il surrogato della torta del suo ventottesimo compleanno.

Non voglio essere più sola, desidera Emma, e si sa, quando si ha a che fare con le favole ogni parola ha il suo peso, e in quell’istante alla porta si presenta Henry, un bambino di dieci anni, lo stesso bambino che una diciottenne Emma aveva dato alla luce e poi in adozione, con una richiesta d’aiuto e una strana teoria venuta fuori da un’altrettanto strano libro di favole. Riaccompagnato il ragazzino a Storybrooke, senza ovviamente credere ad una sola parola di quello che dice, ha un incontro, o meglio uno scontro con la madre adottiva di Henry, che altri non è che Regina, la Evil Queen in persona!

Emma decide di rimanere in quella bizzarra città, riscoprendo un pizzico d’amore materno, e qui ha inizio la nostra storia: il tempo ricomincia a scorrere, e la Salvatrice, anche se inconsapevole e scettica, è arrivata. Welcome to storybrooke!

Recensione
di MorganLeFay

Once Upon a Time è un telefilm particolare, che si snoda su due linee parallele: la realtà del presente e i flashback ambientati prima della maledizione.

Durante la prima stagione, il racconto si focalizza su Emma, la quale,  cercando di ambientarsi in città, è divisa tra la voglia di conoscere suo figlio e passare più tempo con lui, e lo scetticismo di fronte ai discorsi del ragazzino che cerca di convincerla della realtà delle sue parole. Lei è la Salvatrice, deve spezzare la maledizione!

Attraverso questi due personaggi, si viene a conoscenza degli altri abitanti di Storybrooke, e di chi fossero nel Mondo delle Favole. Si viene così a scoprire che Mary Margaret, la maestra di Henry, non è altri che Biancaneve, che La Nonna e Cappuccetto Rosso gestiscono una tavola calda, che il negozio dei pegni del misterioso e inquietante Mr. Gold appartiene al deus-ex-machina Rumplestilskin (Tremotino).

Ogni episodio si focalizza poi su un personaggio, approfondendone la storia, che spesso e volentieri è molto diversa da quella che conosciamo. Nei primi 22 episodi possiamo trovare dei veri e propri gioielli, sia per storia che interpretazione :

  • 1×07 “Il Cacciatore” (scopriamo finalmente la storia dell’affascinante sceriffo Graham)
  • 1×08 “Anime Disperate” (Robert Carlyle, signori, non c’è altro da dire, interpretazione magistrale),
  • 1×12 “Belle” (un vero must per chiunque ami La Bella e La Bestia, vi sfido a non gridare ogni due minuti “Chicco”, “Mrs. Bric”, “Lumière”, “il vestito”),
  • 1×14 “Mani Rosso Sangue” (Particolarissima variazione di Cappuccetto Rosso, da me personalmente adorata)
  • 1×17 “Il Trucco del Cappello” (Sebastian Stan nei panni di uno dei più schizzati cappellai di sempre, una puntata che scivola come niente nell’inquietante, spettacolare!)
  • 1×22 “Un Mondo senza Magia” (Season Finale, pieno di colpi di scena, che altro si può aggiungere?)

Nella seconda stagione la scena cambia, si affrontano le conseguenze della rottura della maledizione, e ci si rende conto che non tutto il Mondo delle Favole è stato distrutto, una parte è sopravvissuta ed è rimasta bloccata nel tempo esattamente come Storybrooke.

Questa nuova parte del Reame ci porta nuovi personaggi, il Principe Filippo, Aurora, Mulan, ma anche i due nuovi antagonisti di questa stagione, pronti a contrapporsi e a non far rimpiangere Rumplestinskin e Regina: Cora, la madre di Regina, e l’affascinante Capitan Hook (quando mai Capitan Uncino è stato così attraente? Peter Pan, non sarò mai più in grado di guardarti con gli stessi occhi).

Info e Curiosità

La ABC, canale su cui va in onda il telefilm, è di proprietà della Disney, quindi abbondano le citazioni dai suoi lungometraggi animati, più o meno evidenti. Eccone alcuni:

  • Emma per tutta la stagione è alla guida di un maggiolino giallo. Ho sentito gridare “Herbie” da qualche parte?
  • Nel negozio di Mr. Gold, se fate attenzione, potrete trovare due dei personaggi Disney più amati, Topolino e Minni!
  • In un episodio, si vede Biancaneve intenta a fare le pulizie insieme all’uccellino azzurro canticchiando Whit a Smile and a Song, direttamente dal lungometraggio del 1937. Certo, poi l’uccellino rischia di rimanerci secco, ma…
  • l’intero episodio Skin Deep è un omaggio alla versione Disneyana de La Bella e La Bestia, la caccia a chi trova più citazioni è aperta!
  • Sempre nell’episiodio Skin Deep possiamo notare su un piedistallo il cappello a punta con le stesse del segmento sull’Apprendista Stregone di Fantasia
  • Cosa sono i Sette Nani, senza Hei-Ho???
  • Ruby/Red cita il lupo cattivo dei Tre Porcellini
  • Regina, come la sua controparte Disneyana, ha la passione dei Cuori Umani. Ne ha addirittura una parete intera!
  • Tagliatele la testaaaa!!!
  • Emma viene rapita da uno sconosciuto che la droga con una tazza di tè. Qualche sospetto?

Oltre ai riferimenti Disney, potrete trovare anche molti omaggi a Lost (oltre alla presenza di Emilie De Ravin, ovviamente) :

  • L’orologio segna le 8.15
  • Regina vive al numero 108
  • Se si lascia Storybrooke, accadono “brutte cose”, non è familiare come cosa?
  • Il fumo nero avvolge il castello.
  • E… tanti altri!

Lascia un commento

2 risposte a “Once Upon a Time – C’era Una Volta”

  1. Mariki93 ha detto:

    La prima stagione mi è piaciuta moltissimo…dovrò iniziare a guardare anche la seconda in inglese (prima che si decidano a trasmetterla in chiaro in italiano, fanno a tempo a spuntarmi i capelli bianchi) xD

    Bellissima la parte riguardante le curiosità…non ne avevo notata quasi nessuna!!! =)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi