Parliamo di serie TV: L’allieva dalla serie Alice Allevi di Alessia Gazzola

teleaddicted

separatore

Teleaddicted

per tutti gli amanti delle serie TV

L’allieva

 

La serie segue le vicende di Alice Allevi una studentessa di medicina indecisa sul suo futuro. A seguito di un evento scopre la sua strada: medicina legale. 

DatiTelefilm

allievaTitolo Originale: L’allieva
Ideatore: Alessia Gazzola, Peter Exacoustos
Genere: Commedia, giallo
Stagioni: 1 stagione.
Puntate per stagione: 12
Durata singola puntata: 90 minuti
Telefilm: in corso
Paese: Italia
Rete Italiana: Rai 1
Lingua Originale: Italiana


VOTO:

3Bstelle.png

separatore cinemaRecensioneù

Si nota subito che è qualcosa di decisamente diverso dal resto delle fiction italiane… per fortuna.
La serie è la trasposizione dei romanzi di Alessia Gazzola ma, siccome non ho letto i romanzi, questa recensione (come è giusto che sia) darà uno sguardo solo alla serie per quella che è.

A primo impatto sembra che la serie prenda le distanze dai canoni delle fiction italiane anche se ne mantiene i tratti salienti. In questa serie la vita amorosa di Alice è messa come contorno e non in primo piano come è solito nelle fiction italiane.

I personaggi riescono ad essere apprezzati e trasmettono simpatia allo spettatore. Prendendo come esempio la lallieva-alessandra-mastronardi-744x445protagonista Alice Allevi (Alessandra Mastronardi) lo spettatore non riesce a non prendere in simpatia l’imbranata e ingenua protagonista (anche se la maggior parte delle volte risulta essere leggermente fastidiosa). Ogni personaggio viene ben caratterizzato e ha mille sfaccettature, dando così vita ad una narrazione molto più definita e priva, quasi del tutto, di forzature.

Ho apprezzato molto la scelta di far narrare tutto ad Alice attraverso i suoi pensieri, in questo modo lo spettatore interagisce con la serie e comprende meglio le azioni della protagonista. Una nota di merito va all’interpretazione degli attori che dimostrano talento, passione, e rendono giustizia ai personaggi.

Per quanto riguarda la trama si potrebbe dire che viene narrata seguendo due vie: la prima riguarda il lavoro come medico legale. Alice svolge il suo lavoro sotto l’ala del dottor Claudio Conforti (Lino Guanciale), medico cinico e sarcastico, aiutando molto nelle indagini. La seconda linea di narrazione è quella che riguarda la vita sentimentale della protagonista. Queste due linee si intrecciano per portare avanti la storia che riguarda Alice ma l’amore non è, lo ribadisco, la linea principale della serie. Non gira tutto intorno alla vita sentimentale di Alice.

Purtroppo ci sono dei punti negativi. Quando ci si allontana dai casi per esplorare meglio la vita della protagonista, spesso avvengono dei cali di narrazione delle volte molto bruschi che tolgono l’interesse e rallentano l’andamento della puntata. Le gag ripetute, a lungo andare, potrebbero non risultare più divertenti ma fastidiose.

In conclusione: la serie merita di essere vista? Sì se siete amanti dei gialli, lettori dei libri e se riuscite a sopportare quei punti negativi narrati precedentemente. La serie è un buon prodotto? Assolutamente sì.

Immagine5

chiara parentiAlessia Gazzola medico chirurgo specialista in medicina legale, è nata nel 1982 a Messina, dove vive e lavora. Ha esordito nella narrativa con il romanzo L’allieva (Longanesi 2011), che ha fatto conoscere e amare al pubblico italiano – e a quello dei principali Paesi europei dove è uscito – un nuovo e accattivante personaggio, Alice Allevi. Alice è ancora al centro del secondo romanzo, Un segreto non è per sempre, del prequel Sindrome da cuore in sospeso (entrambi usciti presso Longanesi nel 2012) e del terzo romanzo, Le ossa della principessa (Longanesi 2014).

FacebookGoodreadsTwitter-iconBlogger-icon

By Giupio 

Editing by CriCra
separatore

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi