Partita di anime di Giovanni Agnoloni

Partita di anime

Saga della fine di internet

di Giovanni Agnoloni

 

Titolo: Partita di anime
Autore:  Giovanni Agnoloni
Serie: La fine di internet # 1.2
Edito da: Galaad edizioni
Prezzo: 10,00 €
Genere: Narrativa
Pagine:  88 p.

anobii-icon amazon-icon

Trama: Due racconti a sé stanti, eppure legati da un filo sottile, sullo sfondo di un’Europa ormai priva di internet. Nel primo, un giornalista indaga sull’omicidio di un assicuratore italiano nel cuore di Amsterdam. Sulle tracce dell’assassino, scoprirà di essere al centro di una partita di anime impegnate a ricucire il tessuto strappato delle proprie vite. Nel secondo seguiamo le peregrinazioni notturne di uno scrittore per le vie di una Firenze segreta, alla ricerca del suo amore perduto. Una lettera ci introduce nell’avvincente spin off di Sentieri di notte, in attesa degli eventi che animeranno il suo sequel.

Nome Serie: La fine di Internet

1. Sentieri di notte
1.2. Partita di anime (racconto)
2.
3.

Cliccare sui titoli per leggere le altre recensioni pubblicate.

Immagine5

Recensioneùdi Molly68

Giovanni Agnoloni scrive storie bellissime. Lo fa con un linguaggio attento, preciso, mai superficiale, in grado di renderle ancor più scorrevoli e accattivanti. Il lettore prende il capo del filo e, novello Teseo, segue la traccia lasciata dall’autore attraverso parole che diventano immagini vivide e indimenticabili, semplici eppure così profonde da suscitare emozioni e indurre alla riflessione.

I personaggi, pur appartenendo a una coralità di caratteri, esperienze, vissuto, calcano la scena allestita da Agnoloni con personalità distinte, ben riconoscibili, che restano impresse nella mente di chi legge, concatenati in modo perfetto l’uno con l’altro e in grado di condurre attraverso la storia senza scossoni o intoppi di alcun tipo.

In Sentieri di notte l’autore tendeva diversi fili, che convergevano nell’epilogo tirando le somme di ogni sotto-trama, e davano completezza e un senso logico a ogni cosa accaduta nel corso del romanzo. Anche in Partita di anime, spin off del primo libro e secondo episodio della saga dedicata alla fine di Internet, i due racconti che compongono il testo sono legati da un filo sottile, si sovrappongono e si completano in uno scenario avvincente in cui la connessione internet è stata messa fuori servizio e ha lasciato al buio un intero continente.

Le due storie che si svolgono all’interno del libro sono autonome, seppur unite dall’ambientazione che suggerisce un primo spunto di riflessione: il crollo della rete consentirà di tornare a un’Europa com’era “prima” del black out?

Secondo Agnoloni, questa ipotesi è impossibile. E allora in questo libro le anime giocano la loro partita, pur dislocate in vari punti del continente “disconnesso”, unite da un legame che va oltre quello del net: c’è una ricerca comune alla base dei due racconti, la ricerca della propria identità, il tentativo di ricostruire la propria esistenza, al di là di quel che accade intorno.

Questa è una caratteristica che tutti i personaggi di Agnoloni possiedono, l’avevamo già visto in Sentieri di notte, cui il nuovo romanzo è collegato da rimandi disseminati ovunque nelle singole storie e che riportano continuamente al contesto generale – come la lettera che introduce i due racconti o il giornalista olandese che si chiama come il protagonista dei libri di Kristine Klemens, la scrittrice belga che l’autore ci aveva presentato nel primo romanzo.

Rispetto al viaggio che i protagonisti compiono in Sentieri di notte, un vero e proprio “viaggio dell’eroe” che trova corrispondenza anche in una dimensione fisica, in Partita di anime le atmosfere sono più psicologiche, volte all’introspezione, e si fa un’analisi piuttosto profonda dello spirito umano e della sua capacità di reazione al dolore. Giocando sui titoli dei due libri fin qui pubblicati, potrei sintetizzare dicendo che il secondo episodio si muove sui “sentieri dell’anima”.

Con la sensibilità che lo contraddistingue, Agnoloni si conferma uno scrittore versatile, colto (ma mai arrogante), originale e raffinato. Che con garbo prepara il terreno al nuovo episodio della saga.

Consigliatissimo.

Voto

 

 

Immagine5

GIOVANNI AGNOLONI è nato a Firenze nel 1976. Studente al Liceo Classico “Galileo” e poi all’Università di Firenze, dopo la laurea in Legge si è dedicato alle sue passioni, la scrittura, il viaggio e le lingue. Saggista, tra i maggiori conoscitori italiani di Tolkien, esordisce come romanziere con Sentieri di notte, di cui Partita di anime è uno spin off.

Facebook-iconBlogger-icon

Lascia un commento

0 risposte a “Partita di anime di Giovanni Agnoloni”

  1. […] Grazie a Monica Serra per la sua bellissima recensione di Partita di anime (Galaad Edizioni), uscita su Sognando leggendo. […]

  2. […] Sul blog di Giovanni “Kosmos” Agnoloni la segnalazione di un’altra recensione al suo romanzo breve Partita di anime, edito da Galaad. Un breve stralcio della rece: […]

  3. […] Grazie a Monica Serra per la sua bellissima recensione di Partita di anime (Galaad Edizioni), uscita su Sognando leggendo. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi