Passenger & Traveller di Alexandra Bracken [Serie Passenger #1 e #2]

Passenger & Traveller

di Alexandra Bracken
Serie Passenger

Titolo: Passenger
Autore: Alexandra Bracken || Traduttore: M. Albertazzi
Edito da: Sperling & Kupfer
Genere: Young adult, Time travel, Paranormal Romance
Pagine: 408 p. || Prezzo: 18,90€ book – 9,99€ ebook

Trama dell’editore: In una terribile notte, la giovanissima Etta Spencer perde tutto quello che conosce e ama. Catapultata all’improvviso in un mondo sconosciuto, ha un’unica certezza: non ha viaggiato per chilometri, bensì per secoli. La sua famiglia, infatti, possiede la capacità di viaggiare nel tempo. Un’abilità di cui lei ha sempre ignorato l’esistenza. Fino a ora. Passeggera a sorpresa su una nave nel bel mezzo dell’oceano, e disposta a tutto per ritornare alla propria epoca, Etta inizia una straordinaria avventura attraverso secoli e continenti, in compagnia di Nicholas, giovane capitano della nave, alla disperata ricerca di un oggetto misterioso e di inestimabile valore, in grado salvare il suo futuro. Ma i tentativi di Etta trovare la strada di casa non fanno che trascinarla sempre più a fondo. Per sopravvivere dovrà imparare a navigare tra spazio e tempo, tradimento e amore.

Titolo: Passenger
Autore: Alexandra Bracken || Traduttore: M. Albertazzi
Edito da: Sperling & Kupfer
Genere: Young adult, Time travel, Paranormal Romance
Pagine: 458 p. || Prezzo: 18,90€ book – 9,99€ ebook

Trama dell’editore: Etta Spencer non sapeva di essere una “viaggiatrice” fino al giorno in cui si è ritrovata a chilometri e secoli di distanza da casa sua. Ora, di nuovo sola, in un luogo e in un tempo a lei sconosciuti, derubata dell’unico oggetto in grado di proteggere la linea temporale e salvare sua madre, e lontana da Nicholas, il ragazzo che ama, deve fare i conti con una rivelazione tanto scioccante da mettere in discussione quello per cui lei ha combattuto fino ad ora, e cambiare per sempre il suo futuro. Un futuro che Nicholas è pronto a tutto pur di salvare. Devastato dalla scomparsa di Etta, sta infatti cercando disperatamente di rintracciarla, per aiutarla a risolvere insieme questo disastro, come era destino. Ma, mentre Etta e Nicholas continuano a cercarsi ai confini del tempo e del mondo, e i viaggiatori sono impegnati in una spietata battaglia per il potere, la posta in gioco si alza. Perché esiste qualcosa di ben più potente dell’astrolabio che tutti vorrebbero. Un potere antico e pericoloso che minaccia di sradicare del tutto la linea temporale…

Vi ricordiamo la tappa del nostro Blog Tour:
Il viaggio nel tempo – Mito e realtà?
Inoltre potete trovare
Qui una bella intervista alla autrice in collaborazione con le ragazze del Blog Tour 😉

Recensione

di Miss Marilux 

 

 

La serie Passenger della giovane Alexandra Bracken è una delle serie più chiacchierate e vendute degli ultimi anni, merito sicuramente di una trama ricca e di un’ottima pubblicità; questa duologia ha conquistato cosi anche il cuore di molte ragazze italiane grazie alla Sperling & Kupfer che ha saputo lavorare egregiamente pubblicando i due volumi a distanza di un mese l’uno dall’altro. Ho scelto una recensione completa della storia poiché ritengo, infatti, sia praticamente inutile leggere il primo libro senza tuffarsi immediatamente nel secondo, senza sapere come andranno a finire le cose per Etta e per i suoi amici e parenti.

Nel primo libro, Passenger appunto, l’autrice va ad introdurci i personaggi principali: Etta, la nostra protagonista, sua madre Rose, Nicholas, altro viaggiatore del tempo e poi Cyrus Irowood, vero ed unico villain per questa parte di saga, e non dimentichiamoci poi della sua mezza nipote Sophie, personaggio francamente insopportabile per buona parte del romanzo ma che andrà a riscattarsi alla grande nel proseguire della storia! Nonostante antipatie e simpatie, ho trovato tutti i protagonisti citati, ma anche i secondari, ben delineati e ben costruiti, con pregi e difetti, persone forti ma anche piene di paure e deboli, insomma umani! Anche la trama presenta ottimi spunti. La Bracken spiega molto bene il concetto del viaggio del tempo, della linea temporale originale e delle modifiche che i viaggiatori volenti o dolenti, andranno a creare con i loro viaggi; una teoria interessante e molto ben costruita. I vari spostamenti poi, da un punto all’altro del mondo, o del tempo, sono splendidamente descritti, possiamo quasi sentire il colore ed il sapore di ogni luogo in cui la povera Etta finirà.

Fino a qui direi tutto bene, però come sapete c’è sempre un ma. Ciò che non mi è piaciuto è stato lo stile dell’autrice. Nonostante la buona trama, nonostante i bei personaggi, nonostante i tantissimi colpi di scena, lo stile appesantisce il tutto rendendo la storia noiosa e asettica sotto un punto di vista emotivo. Non sono mai riuscita ad entrare in simbiosi con Etta e Nicholas, non ho tifato per il loro amore, non mi sono mai sentita coinvolta dalle loro vicende; ero solo una spettatrice annoiata.

Questo aspetto purtroppo, che per me conta tantissimo, l’ho ritrovato in Traveller. Anche qui l’autrice si conferma bravissima nello gestire i tanti personaggi, introducendone dei nuovi: Lil Min ed Henry Hemlock su tutti, e nel gestire una storia sempre più ricca di colpi di scena che non vi voglio assolutamente svelare. Ma non c’è stato verso, ogni tre pagine per due, era uno sbadiglio. Rispetto a Passenger poi, Traveller ha due note di demerito che secondo me lo rendono un pelo meno interessante del suo predecessore. Se la parte avventurosa prende il sopravvento – ed è un bene – la parte romantica perde tantissimo. Nicholas ed Etta sono separati per quasi tutto il libro, ed è un vero peccato in quanto assieme funzionavano benissimo.

Altro elemento che non ho apprezzato è legato ad un certo sviluppo della trama. Ok, stiamo leggendo un time travel, un fantasy quindi, ma la scelta di rendere il tutto troppo fantasy con streghe e creature particolari mi ha fatto storcere non poco il naso, l’ho avvertita come una forzatura, non in linea con lo stile avventuroso del primo volume. Purtroppo questa mia mancanza (ripeto è soggettiva), non è riuscita a farmi amare questa duologia come forse meritava. La Bracken è brava, imbastisce una storia ottima, tocca anche degli argomenti molto importanti, come ad esempio la condizione femminile delle donne nel passato o lo schiavismo, ma nonostante tutto non va oltre le 3 stelline 🙁

In definitiva non mi sento totalmente di sconsigliare questa duologia, come già detto sopra, resto dell’idea che la Bracken abbia messo su carta una storia deliziosa, a volte prolissa certo, ma davvero intrigante e con molto potenziale. Non sarebbe male portarla al cinema, con i giusti accorgimenti potrebbe nascerne un progetto davvero niente male. Vedremo..

Voto Complessivo Serie:

Alexandra Bracken (classe 1987) è nata e cresciuta in Arizona. Laureatasi in Letteratura Inglese e in Storia, ha lavorato a New York in una importante casa editrice e dopo sei anni si è finalmente decisa a scrivere il suo primo romanzo. La trilogia con cui ha esordito, The Darkest Minds, ha avuto subito grande successo: bestseller del New York Times, è stata tradotta in 13 Paesi e diventerà un film per la 20th Century Fox. Successo di vendite addirittura superato dalla duologia di Passenger. Tornata in Arizona, ora Alexandra Bracken vive di scrittura.

Lascia un commento

0 risposte a “Passenger & Traveller di Alexandra Bracken [Serie Passenger #1 e #2]”

  1. […] by Alexandra Bracken [Amazon] Recensione completa della Duologia Qui Ringraziamo la Sperling & Kupfer per la copia […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi