In arrivo dal 16 Marzo per la casa editrice Leone Editore, la saga di successo in stati come Francia, Stati Uniti, Spagna, Germania, Canada, Brasile, Polonia, Portogallo, Turchia e Thailandia. Il 2° capitolo della duologia fantasyThe Alchemist Chronicles’:

C.J. Daugherty
Carina Rozenfeld

The Secret City

The Alchemist Chronicles, libro 2

datilibro

Titolo: The Secret City
Autore: C.J. Daugherty & Carina Rozenfeld
Edito da: Leone Editore
Prezzo: Cartaceo 13.90 €
Uscita: 16 Marzo 2017
Genere: Fantasy

Trama: Rinchiusi all’interno delle mura fortificate del college di Saint Wilfred a Oxford, circondati dagli alchimisti che hanno giurato di proteggerli a ogni costo, Taylor e Sacha sono al sicuro dalle tenebre. Per adesso. Ma il tempo stringe. Sacha sta per compiere diciotto anni, e l’antica maledizione che grava da generazioni sulla sua famiglia sta per compiersi, scatenando sul mondo un inimmaginabile orrore demoniaco. C’è un solo modo per impedire che la profezia si avveri. Taylor e Sacha devono andare nella città medievale di Carcassonne, in Occitania, dove tutto ha avuto inizio e affrontare i demoni che gli danno la caccia. Il viaggio sarà pericoloso e i nemici sono in agguato. La scelta è ardua, ma l’oscurità sta ormai attanagliando il loro rifugio, e i due devono affrontare tutto ciò che li spaventa, o perdere tutto quello che amano.

The Alchemist Chronicles Series:
1. The Secret Fire, Settembre 2016
2. The Secret City, Marzo 2017

C.J. DaughertyC. J. Daugherty: scrittrice e redattrice. Ha collaborato con la Reuters, il «Dallas Morning News» e il «New York Times». Ha scritto alcuni libri a quattro mani con il marito Jack Jewers, scrittore e regista e ora si dedica soprattutto alla scrittura per ragazzi.

Goodreads_iconFacebook-iconBlogger-iconTwitter-icon

Ciao a tutti! Sono CriCra alias Cristina B. Sono la viceadmin/articolista/recensore (una tutto fare, insomma) appartenente allo splendido gruppo di persone su SognandoLeggendo. Sono ovviamente un’amante della lettura, adoro i romanzi e i fantasy. Nel mio piccolo, ogni volta che devo recensire un libro, cerco di essere semplice e obiettiva al tempo stesso. Se c’è da elogiare o da bastonare è sempre meglio farlo più onestamente possibile. Altrimenti non sarebbe giusto, vi pare? Buone Letture a tutti :)