Recensione doppia: Origin e Opposition di Jennifer L. Armentrout

Origin e Opposition

Serie Lux

di Jennifer L. Armentrout

 

originTitolo: Origin
Autore: Jennifer L. Armentrout (Traduttore: S. Reggiani)
Serie: Lux # 4
Edito da: Giunti
Prezzo: 17.00 €
Genere: Urban Fantasy
Pagine: 352 p.

anobii-icon Good-Reads-icon amazon-icon

Trama: Quarto libro della serie “Lux” aperta da Obsidian.
Sono passate trentuno ore, quarantadue minuti e venti secondi da quando le porte del quartier generale di Dedalo si sono chiuse, separando Daemon da Katy, rimasta nelle mani del nemico. E la rabbia che il giovane alieno sente bruciare dentro cresce a ogni istante, facendo tremare le pareti della cella in cui i suoi stessi compagni lo hanno rinchiuso per impedirgli di andare a salvare Katy: una follia che metterebbe a rischio la sua vita e la sicurezza dell’intera comunità dei Luxen. Ma Daemon sa che niente e nessuno potrà mai tenerlo lontano dalla ragazza che ama: anche se questo significasse radere al suolo tutto il suo mondo. Katy, intanto, può solo cercare di sopravvivere. Tenuta prigioniera e sottoposta a misteriosi test, entra in contatto con gli uomini di Dedalo, scoprendo scenari finora insospettabili che mettono in crisi tutte le sue certezze. È davvero possibile conoscere fino in fondo quelli che ami? Chi sono i cattivi? Dedalo? Gli umani? O magari gli stessi Luxen? Salutato dai lettori americani come il “romanzo della svolta”, Origin stupirà tutti i fan della serie con i suoi sensazionali colpi di scena: un libro imperdibile.

OppositionTitolo: Oppposition
Autore: Jennifer L. Armentrout (Traduttore: S. Reggiani)
Serie: Lux # 5
Edito da: Giunti
Prezzo: 12.00 €
Genere: Urban Fantasy
Pagine: 352 p.

anobii-icon Good-Reads-icon amazon-icon

Trama: Quinto e ultimo libro della serie “Lux” aperta da Obsidian.
Daemon Black è scomparso nel nulla: da giorni Katy continua a scrutare il luogo in cui l’ha visto per l’ultima volta, sperando di veder apparire tra gli alberi il ragazzo di cui è perdutamente innamorata. Ma tutto rimane immobile nel bosco che circonda la baita in cui Katy si è rifugiata con Luc, Archer e Beth. Un silenzio irreale che non fa che aumentare i suoi timori. Da quella notte in cui migliaia di Luxen sono scesi sulla Terra, solcando il cielo come stelle cadenti, Daemon è sparito insieme a Dawson e Dee, per andare incontro alle schiere dei suoi simili. Mentre i nuovi arrivati si rivelano sempre più minacciosi, Katy non può fare a meno di chiedersi se Daemon tornerà davvero, e soprattutto se al ritorno sarà ancora lo stesso… E quando finalmente rivedrà i suoi magnetici occhi verdi, stenterà a credere a quello che sta accadendo: dopo tutto l’amore che li ha uniti, Daemon può davvero rinnegare il passato? Mentre il confine tra il bene e il male si assottiglia pericolosamente, Daemon e Katy sono di fronte alla prova più grande che abbiano mai immaginato. Un finale epico, sconvolgente e incredibilmente romantico per la saga più amata dai giovani lettori di tutto il mondo.

Serie LUX:
 
0.5 Shadow Lux, romanzo breve prequel, 2013
1. Obsidian, 2013
2. Onyx
3. Opal
4. Origin
5. Opposition

Cliccare sui titoli per leggere le altre recensioni pubblicate.

Immagine5

Recensioneùdi Danylù

Ed eccoci qua, finalmente giunti alla fine di questa lunga saga (Lux Series).

Per fortuna direi… anche solo un altro libro e io non avrei retto!

OriginLa cara Jennifer non si smentisce mai. Non me ne vogliate se ho deciso di unire in un’unica recensione gli ultimi due capitoli di questa “fantastica” (è ironico naturalmente!) serie.

Tanto, ciò che ho da dire in merito, non si differisce da quello che ho già scritto in precedenza, riguardo agli altri tre romanzi precedenti.

Se avessi voluto fare una recensione per Origin e una per Opposition, avrei potuto tranquillamente usare lo stesso testo e cambiare solo il titolo.

Forse Origin si dimostra leggermente più movimentato di Opposition. In entrambi però, finalmente ho trovato dei personaggi “fighi”, quasi interessanti, e parlo di Archer e Luc.

Per carità, non è che parliamo di character che l’autrice si è presa la briga di curare.

Non si tratta di personaggi a tutto tondo ma con grossi potenziali ed è stato un peccato non esplorarne la storia, il passato. Anzi, a momenti, soprattutto per quanto riguarda Luc, il non conoscere il suo background crea anche dei vuoti a livello di trama, così come per Archer.

A ogni modo sono forse i character meglio riusciti dell’intera serie. Potrebbe anche essere solo la mia fantasia ad avervi visto cose che in realtà non ci sono. Aspetto i vostri commenti in merito per saperne di più.

Devo ammettere inoltre, che in questi ultimi due libri ho trovato anche qualche idea in più, la cara Jennifer ha dimostrato di essere un’ottima osservatrice, perché di questo si tratta. L’autrice non credo che si sia mai sforzata di pensare più di tanto.

Ma partiamo dall’inizio: “liceali e alieni”, non vi fa pensare a “liceali e vampiri”?

Cambiamo nome e razza al “freak” di turno e il gioco è fatto.

Gli occhi viola di alcuni personaggi (non dico di più per evitare spoiler) non è una caratteristica che ultimamente viene stra-abusata da tanta letteratura fantasy e non?

Scontri tra “razze”, scene apocalittiche, autostrade deserte piene di carcasse d’auto, non so a voi, ma a me vengono in mente almeno cinque o sei serie televisive a cui credo che la Armentrout si sia ispirata.

Comunque sia, ho apprezzato le citazioni “nerd” o “geek” che l’autrice mette di tanto in tanto, per dare un tono “pseudo-intellettuale” a questa storia mediocre perché è inutile girarci intorno questa serie è di una mediocrità disarmante.

OppositionUna trama che fa acqua da tutte le parti, delle situazioni “allucinanti” risolte così, con un colpo di penna, implicazioni mondiali, governative, interplanetarie, mediazioni, trattati diplomatici, tutto risolto sempre nella maniera più banale e facile che possa esistere.

Le storie così le scrivevo a dodici anni, quando pensavo di scrivere una sceneggiatura per il concorso “Giffoni film festival”.

Ma va bene, dai Danylù, è solo una serie di romanzi per ragazzette del liceo che ragionano con gli ormoni, a chi vuoi che importino questi piccoli particolari!

Me lo continuo a ripetere, e penso che forse io sono fatta per leggere e apprezzare solo la letteratura con la L maiuscola, cosa che purtroppo in Italia si è estinta, grazie soprattutto alle nostre care case editrici che di investire in cultura proprio non ne hanno voglia.

Perdonate questa polemica, ma sono in sindrome premestruale. E comunque il mio giudizio finale non sarebbe cambiato a prescindere 😉

Voto

 

 

 

Jennifer+Armentrout+Pic.jpgJennifer L. Armentrout vive a Martinsburg, in West Virginia. Tutte le voci sentite sul suo conto non sono vere. Beh, per la maggior parte. Quando non è duramente impegnata a scrivere, passa il tempo leggendo, elaborando, e guardando brutti film di zombie, fingendo di scrivere. Divide casa con suo marito e ama passeggiare con lui e con il suo Jack Russel, Loki. I suoi sogni di diventare una scrittrice sono cominciati durante le lezioni di algebra, quando passava il tempo scrivendo storie brevi, il che potrebbe spiegare i suoi deprimenti voti in matematica. Jennifer scrive urban fantasy e romance, sia young Adult che adult.

Goodreads_iconFacebook-iconBlogger-iconTwitter-icon

 

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi