Regalami una favola di Browne Hester

Browne Hester

Hester Browne ha studiato inglese al Trinity College di Cambridge e vive a Londra. Con Regalami una favola ha raggiunto il successo internazionale entrando fra i bestseller del «New York Times».

Sito: http://www.hesterbrowne.com/

Pagina FB dell’autricehttps://www.facebook.com/HesterBrowneWriter

Il Corsaro NeroTitolo: Regalami una favola
Autore: Hester Browne (traduttore: Claudia Marseguerra)
Serie: //
Edito da: Garzanti Libri (Collana: Narratori Moderni )
Prezzo: 16,40 €  formato Kindle 9,90 €
Genere:  Romantico
Pagine: 448 p.
Votohttp://i249.photobucket.com/albums/gg203/nasreen4444/SognandoLeggendo/3Bstelle.png

  

Trama: Amy ha ventiquattro anni e ormai ha capito di essere più brava con le piante che con i ragazzi. Con i fiori è tutto più facile: sa perfettamente che mix di colori scegliere per dare nuova vita a un giardino o quali specie creino un’atmosfera magica anche su un terrazzo di città. Ma far colpo su qualcuno è molto più complicato. Ogni volta che parla con un uomo il viso di Amy assume la sfumatura dei gerani rossi in primavera e la sua bocca farfuglia frasi insensate. Il suo sogno di vivere un amore da favola sembra essere davvero irrealizzabile.
Ma durante una festa, in cui come al solito se ne sta in disparte senza parlare con nessuno, Amy incontra due occhi azzurri come petali di un fiordaliso. È amore a prima vista. Leo è il ragazzo che tutte sognano e, anche se sembra quasi impossibile, ha scelto proprio lei. Con la scusa di farle ristrutturare il suo giardino al centro di Londra, la corteggia con il romanticismo e la passione di un vero gentiluomo.
Passano solo pochi mesi e Leo è pronto per farle la proposta che ogni donna aspetta: le chiede di sposarlo regalandole un anello di diamanti che brilla come un intero cielo stellato. Amy non riesce a credere che la sua favola d’amore si stia realizzando.
Eppure la strada per la felicità è tutta in salita. Leo non è il semplice ragazzo che Amy crede: è un vero principe, erede al trono. Il suo mondo è fatto di ricevimenti sfarzosi e serate di gala. Per stare accanto a lui Amy deve decidere se è pronta a disegnare una nuova sé, rinunciando a ciò che è sempre stata. Deve abbandonare i jeans per indossare abiti eleganti e la corona. E più di tutto, deve decidere se è pronta a essere sincera fino in fondo. Perché c’è qualcosa che minaccia il suo sogno. Un segreto che Amy non ha mai confessato a nessuno e che può portare Leo lontano da lei per sempre.
Un debutto che lascerà il segno. A pochi giorni dall’uscita, Regalami una favola ha conquistato i lettori americani e convinto la critica scalando le classifiche del «New York Times». Un romanzo in cui l’amore incontra il coraggio e il destino si veste di magia. Una favola moderna dove il sogno di incontrare il principe azzurro diventa realtà.

Recensione
di Sil.lav

La trama riassume perfettamente il libro. Certo, mi aspettavo un libro leggero e deliziosamente romantico, insomma la classica lettura d’ombrellone: invece mi ha coinvolto e appassionato, è la classica favola a lieto fine, ma nel mezzo ci troviamo invidie, pettegolezzi, come altresì della  bontà inaspettata. Cercavo un libro per uscire dalla realtà quotidiana  e sognare, ma la realtà mi ha raggiunta, mentre leggevo…

All’inizio troviamo Amy, garden designer alle prese con il più comune dei problemi, la propria timidezza e difficoltà a socializzare; meravigliosamente  creativa nel suo lavoro, ma altrettanto impacciata nelle relazioni sociali. Per fortuna, la sua coinquilina è il suo esatto opposto, espansiva, simpatica ed estroversa, organizzatrice pazza di feste. È grazie a lei e ad un caso fortuito che, nel bel mezzo di uno di questi eventi, facciamo la conoscenza di Leo. Lo conosciamo attraverso gli occhiali rosa di Amy ed è ovviamente perfetto, il classico gentiluomo, dolce, attento, con solo una debolezza: non ha mai davvero dovuto lottare per quello che desidera. Questo nel libro traspare da piccole cose, per esempio il dare per scontato la disponibilità della sua amata, l’aspettativa che lei acconsenta ai suoi desideri, come se fosse dovuto; insomma tutti atteggiamenti che lo rendono vero, non solo il prodotto di una fantasia.giardinigiardini

Altro personaggio totalmente pazzo, che si fa subito notare, è il fratello di Leo, “il caso fortuito”: infatti  è stato grazie a lui, alle sue assurde maniere, che due anime perfettamente complementari hanno potuto incontrarsi.

“Un uomo talmente bello da risultare ridicolo se ne stava in posa sulla soglia, con le mani appoggiate allo stipite e la testa buttata all’indietro, come sospinta da una folata di vento improvviso che gli sgombrava il viso dalla massa di capelli castani. ”

Certo il suo personaggio è, oserei dire, quasi  comico, i suoi atteggiamenti e comportamenti mi hanno strappato un sorriso e fatto alzare gli occhi al cielo: ma possono essere davvero così assurdi i vip? Il dubbio mi è rimasto!

Nel libro però aleggia una sensazione di catastrofe annunciata, anche a causa della sorella misteriosa di Amy, che viene citata in tutto il libro. Ci chiediamo quindi cosa sia successo alla famiglia “perfetta” della protagonista, cosa li ha portati a trasferirsi lontano dalla amata casa di famiglia, perché parlare di soldi mette Amy sulla difensiva. Ovviamente tutti i nodi vengono al pettine prima della fine, ma non senza farci penare un po’.

Gli eventi che si susseguono sono tanti. Il passaggio da semplice ragazza a principessa non è facile: diete per non sfigurare, lezioni su come ci si deve comportare e su come parlare. Il percorso è irto di difficoltà e viene costellato da piccoli incidenti di sfortunata natura, si potrebbe pensare, o forse no. In questa favola rosa ci sono anche le spine, anche se abilmente camuffate.

Il punto di vista narrativo è quello di Amy: ciò permette al lettore di conoscerla, di capire come pensa e perché agisce; dall’altro lato, però, non consente di avere una visione del libro a 360 gradi.

«Un papavero», disse semplicemente. «Per il fiore da giardino più prezioso del mondo.»
Non avevo parole. Invece di parlare, mi strinsi a lui, e appena Leo mi cinse in vita e io mi aggrappai al suo collo, mi sembrò che le nostre anime combaciassero alla perfezione, come una chiave dentro una serratura.

papavero

In conclusione il libro è veramente carino. Nonostante in alcuni punti risulti quasi una favola, alla fine la realtà prevale. Con uno stile semplice e scorrevole, non possiamo totalmente classificare questa storia come una classica lettura d’evasione, anche se sicuramente non è un libro impegnativo.

Lascia un commento

0 risposte a “Regalami una favola di Browne Hester”

  1. […] del 2 Luglio per la casa editrice Garzanti. Dopo aver fatto sognare migliaia di lettori con Regalami una favola, per settimane in classifica sul «New York Times», Hester Browne torna a parlare di emozioni e di […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi