Regina Rossa di Victoria Aveyard [Red Queen Trilogy #1]

Regina Rossa

Red Queen Trilogy #1

di Victoria Aveyard

Titolo: Regina Rossa
Autore: Victoria Aveyard
Serie: Red Queen #1
Edito da: Mondadori ||
Genere: Fantasy, Young Adult, Distopico
Pagine: 430 p. || Prezzo: 19,00 cartaceo 7,99€ ebook || Formato: ebook, cartaceo

Trama dell’editore:
Il mondo di Mare Barrow è diviso dal colore del sangue: rosso o argento. Mare e la sua famiglia sono Rossi, povera gente, costretta ai lavori più umili al servizio degli Argentei, valorosi guerrieri dai poteri sovrannaturali. Mare ha diciassette anni e un giorno si ritrova a Palazzo e, proprio davanti alla famiglia reale al completo, scopre di avere un potere straordinario che nessun Argenteo ha mai posseduto. Eppure il suo sangue è rosso. Mare rappresenta un’eccezione destinata a mettere in discussione l’intero sistema sociale. Il Re per evitare che trapeli la notizia la costringe a fingersi una principessa Argentea promettendola in sposa a uno dei suoi figli. Mentre Mare è sempre più risucchiata nelle dinamiche di Palazzo, decide di giocarsi tutto per aiutare la Guardia Scarlatta, il capo dei ribelli Rossi. Questo dà inizio a una danza mortale che mette un nobile contro l’altro e Mare contro il suo cuore.

Trilogia Red Queen:

1. Regina Rossa
2. Spada di Vetro
3. Gabbia del Re

Clicca sui titoli per leggere le altre recensioni dei libri della serie.

Recensioneù

                  di Nirvana

Attenzione Spoiler

La saga di Victoria Aveyard si apre con un’introduzione sul mondo di Mare Borrow, la giovane protagonista di questo fantasy distopico. Da un lato il popolo umile, ‘i rossi’, e dall’altro i nobili dalle capacità magiche, ‘gli argentei’. Tra i rossi e gli argentei, nome derivato dal colore del loro sangue, i rapporti sono tutto tranne che idillici.

   Mare è una ragazza intrepida e coraggiosa, nonostante le umili condizioni della sua famiglia non si è mai abbattuta e ha sempre cercato di andare avanti con l’unica cosa che sapeva fare: rubare. Il continuo confronto con la sua sorella minore perfetta è uno smacco per Mare che, messa di fronte ai suoi fallimenti, reagisce buttandosi a capofitto in azioni avventate e pericolose. Tanto lo sa, il suo destino è segnato. Per legge, al suo 18° anno di età dovrà andare al fronte, in guerra, lì dove sono anche i suoi fratelli maggiori. Ma Mare sa di non avere nessuna possibilità, morirà in guerra, e farà davvero di tutto per evitarlo.
La sua vita cambierà grazie all’incontro con Cal, ragazzo misterioso che la introdurrà a palazzo e si rivelerà essere il principe ereditario, un argenteo. L’attrazione con Cal è immediata, palese e quasi scontata, eppure il giovane nasconde dei sentimenti inaspettati e una natura difficile da controllare.

Proprio durante il torneo per la scelta della futura regina, Mare scoprirà di avere dei poteri fino ad allora associati solo agli ‘argentei’. Una scoperta rivoluzionaria quanto pericolosa; i rossi non possono alzare la testa, devono solo obbedire agli argentei e lasciare a loro il potere.

Con la diffusione di una notizia simile, il mondo a loro conosciuto andrebbe in frantumi. Per evitarlo, la famiglia reale prende le redini della situazione e decide di mettere in scena una farsa: Mare si fingerà figlia di un nobile caduto e vivrà a palazzo, come promessa sposa di Mavis, il secondogenito del Re. La scelta è quella o la morte. Per proteggere se stessa e la sua famiglia, la ragazza si ritroverà ad accettare il suo ruolo.

«D’ora in poi, sei rossa nella mente, ma argentea nel cuore. Da qui fino alla fine dei tuoi giorni, dovrai mentire. La tua vita dipende da questo.»

Adattarsi allo stile di vita degli argentei è una missione quasi impossibile per Mare, fino ad allora vissuta nella miseria di Norta, suo villaggio natale, ma grazie all’aiuto di qualche impensabile alleato riuscirà a cavarsela.
Se all’inizio l’unico obiettivo di Mare è quello di sopravvivere nella tana dei serpenti che è il palazzo, questo cambia quando le giunge la notizia della morte del suo fratello preferito, ucciso per tradimento mentre era al fronte. Sarà allora che verrà a conoscenza del gruppo rivoluzionario, la Guardia Scarlatta, di cui faceva parte anche il fratello, che mira a distruggere la gerarchia sociale degli argentei dopo secoli di soprusi ai rossi.
La battaglia sta per iniziare, la Guardia Scarlatta e Mare, che inizia un doppio gioco pericoloso a palazzo, complice e nemica. E poi c’è Cal.. ignaro, colui che lei vuole a tutti i costi evitare di ferire e che si ritroverà inevitabilmente coinvolto.

Il primo romanzo della saga della Aveyard è una sorpresa inaspettata; la trama interessante quanto intricata, i personaggi accattivanti, e la storia di intrighi a palazzo degna rivale delle migliori soap opera televisive. I temi sono abbastanza attuali e cari al genere fantasy, la lotta dei giusti contro i malvagi e in ultimo, il bene contro il male. Ma è davvero così? In ‘Regina Rossa’ i limiti sono labili, nessuno è quello che sembra, vige la legge del ‘fidarsi è bene, non fidarsi è meglio’. E in effetti è proprio così. Tradimenti e doppio gioco sono all’ordine del giorno. La complessità dei personaggi è sorprendente e nessuno di loro può essere dato per scontato fino alla fine.

Mare diviene il simbolo dei sentimenti di rabbia covati dal popolo dopo anni di soprusi e sudditanza, eppure non riesce a rimanere indifferente ai problemi interni alla corte. Si affeziona a Mavis e Cal, diviene parte delle loro vicende quotidiane, si preoccupa con loro. Si dimostra empatica e comprensiva nei confronti di quelli che dovrebbero essere suoi nemici, persino nei confronti dei personaggi più freddi e calcolatori che dimostrano una complessità al di la’ dell’apparente indifferenza.

Gli accenni romantici ci sono, ma, per ora almeno, costituiscono solo una base, un presupposto per il futuro. I colpi di scena si ripetono ininterrottamente in questo romanzo. Se la parte iniziale può sembrare monotona o lenta, la vicenda si stravolgerà improvvisamente, non lasciando nemmeno il tempo di tirare un sospiro, rimanendo tuttavia scorrevole e piacevole.
In conclusione, questa saga mi ha sorpreso positivamente e merita sicuramente una lettura. Un avvertimento: preparatevi al colpo di scena finale!

Abbiamo votato questo romanzo:

VICTORIA AVEYARD, è nata e cresciuta a East Longmeadow, una cittadina del Massachusetts famosa solo per ospitare la peggiore rotatoria di tutti gli Stati Uniti. Si è trasferita a Los Angeles dove si è diplomata in sceneggiatura. Ora fa la scrittrice e la sceneggiatrice, entrambi i mestieri sono una scusa perfetta per vedere troppi film e leggere troppi libri.

 

∼ Posted by Nirvana
Edited by CriCra

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi