Scommessa d’amore di Katie McGarry [Serie Pushing the Limits #2]

Scommessad’amore

Serie Pushing the limits

di Katie McGarry

 

scommessa d'amoreTitolo: Scommessa d’amore
Autore: Katie McGarry
Traduttore: A. Fortunato
Serie: Pushing the limits #2
Edito da: DeAgostini
Prezzo: 14,90 € // ebook 6,99 €
Genere: Romanzo New Adult
Pagine: 464 p.

anobii-icon Good-Reads-icon amazon-icon

Trama Se la verità su ciò che accade a casa di Beth Risk saltasse fuori, sua madre finirebbe in cella e lei chissà dove. Perciò, quando lo zio Scott ricompare dopo anni di silenzio e la costringe a scegliere tra la libertà di sua madre e la propria felicità, lei accetta di tornare nella sua città natale e abbandonare i suoi due migliori amici, Noah e Isaiah. Ryan Stone è una promessa del baseball e un brillante scrittore. La sua “perfetta” famiglia nasconde un segreto, qualcosa che non ha mai rivelato a nessuno, nemmeno al gruppo di amici con cui è solito divertirsi giocando a sfidarsi alle imprese più pazze. L’ultima scommessa riguarda la bellissima e scostante studentessa che si aggira come un pesce fuor d’acqua nei corridoi della scuola. A Ryan non piace perdere e ce la mette tutta per riuscire nell’impresa di portarla fuori… ma ciò che nasce per gioco si trasforma ben presto in un’attrazione a cui né lui né Beth sapranno resistere.

Serie Pushing the Limits:

1.    Oltre i limiti – Pushing the limits
1,5  Colpa la notte  (Crossing the line, protagonista Lila)
2.    Scommessa d’amore (Dare to you, protagonista Beth)
3.    Cash into you (protagonista Rachel)
4.    Take me on (protagonista Haley)

Cliccare sui titoli per leggere le altre recensioni pubblicate.

Immagine5

Recensioneùdi Penelope88

Mi duole ammorbarvi di nuovo con una delle mie “piccolissime” premesse, ma dopo aver letto Scommessa D’amore” di Katy McGurry mi/vi tocca!

Un libro per colpirmi deve avere 3 caratteristiche fondamentali:

1) Deve essere scritto bene;

2) La storia deve prendermi, deve esserci qualcosa che mi colpisca, che mi permetta di entrare nel libro, che mi faccia immedesimare;

3) Devo provare empatia per i protagonisti;

Cercando di collegare questi tre punti alla lettura di Scommessa D’amore” vi farò capire perché il libro non mi è piaciuto. Sì, questo libro mi è piaciuto meno di zero!

Iannanzi tutto: CHE DUE PALLE ENORMI. Ho letto la seconda “opera” della serie Pushing the Limits quasi obbligandomi ad arrivare alle fine e leggerla tutta, perché già a pagina 90 avrei voluto chiudere l’e-book e passare oltre. Poi però, mi sono detta che forse ne sarebbe valsa la pena, che sarebbe stato giusto continuare la lettura e dare una seconda possibilità ai personaggi, alla storia, alle sensazioni, ma niente, nada, il nulla cosmico! 😯

I veri problemi del libro sono la storia e la protagonista femminile, ma andiamo con ordine:

Ho trovato la storia un po’ scontata, banale, per nulla avvincente, piena zeppa di luoghi comuni e di argomenti letti e riletti. Certo l’editoria moderna ormai è caratterizzata da storie con personaggi che hanno subìto traumi e del loro modo di affrontare aspetti della vita che possono risultarci avversi, ma mai libro mi fu più scontato al riguardo.

Non so, dopo aver letto il libro precedente mi aspettavo da questo una marcia in più, qualcosa di “diverso”, di sferzante, qualcosa che si allontanasse dal ”mondo cupo” che caratterizza il modus vivendi dei protagonisti di questa serie ed in grado di portarci una ventata di aria fresca. Invece non ho fatto altro che sbuffare, questi ragazzi altro non fanno che ubriacarsi, fumare, creare risse e situazioni violente come se l’unico modo possibile per affrontare un periodo difficile fosse lasciarsi andare alla disperazione.

Tuttavia, c’è di peggio… eh si cari lettori, c’è decisamente di peggio ovverooook BETH, la protagonista femminile del libro. Signori miei, abbiamo di fronte un personaggio negativo, indisponente, arrogante, ingrato e chi più ne ha più ne metta. Non riesco e non posso giustificare quello che fa a causa della sua infanzia difficile. Perdonatemi, ma non mi riesce giustificarla, per lei non provo mai compassione. È un personaggio veramente terribile, mal riuscito, a tratti urticante, quasi cattivo direi, ma quello che più mi ha colpito in negativo è l’aver provato la sensazione tutto il tempo della lettura che si approfittasse della bontà delle persone che la circondavano. Forse sono esagerata ma non sono riuscita a farmela piacere in alcun modo.  Mi spiace. 🙁

L’unica cosina ina ina che salvo di questo libro sono i personaggi secondari, i quali sono in grado, se pur raramente, di strappare un sorriso al lettore o qualche riflessione positiva. Ma se i personaggi secondari sono meglio dei protagonisti principali, io una domandina, fossi nell’autrice, me la farei… 😉

Voto

 

 

2Astelle.png

Katie Mc Garry è appassionata di musica, degli “…e vissero tutti felici e contenti”, e dei reality. Adora scrivere con l’inchiostro colorato, soprattutto rosa e viola, ed è una tifosa della squadra di basket dell’Università del Kentucky… anche se non lo ammetterà mai. Le piace conoscere i pareri dei suoi lettori.

Pinterest-iconsGoodreads_iconFacebook-iconBlogger-iconTumblr-iconTwitter-iconInstagram-icon

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi