Segnalazione: “Awake” di Salvatore Vivenzio

Anteprima

Sognando Leggendo vi segnala: 

Salvatore Vivenzio

Awake

awake

“Genesis Publishing”

datilibro

Titolo: Awake
Autore: Salvatore Vivenzio
Edito da: Genesis Publishing
Prezzo: 1.99 €
Uscita: 3 Novembre 2014
Genere: Soft Paranormal, attualità
Pagine: 50 pag.

Trama: John Flashword, reduce da un’intricata esperienza di vita, decide di raccontare la sua breve e affascinante storia: un’esistenza andata in frantumi la sua, che vede crollare dinanzi a sé qualsiasi progetto e aspettativa. Sarebbe voluto essere un grande regista, uno scrittore di fama internazionale, persino un pittore e invece si ritrova impiegato, con un misero salario, seduto per ore con lo sguardo fisso dinanzi a un computer.  Tutte le aspirazioni di quel bambino che aveva affrontato troppo per la sua età: il bullismo, l’assenza di veri amici, l’essere eclissato da un fratello brillante, un padre solito al gioco d’azzardo e al consumo di alcool, sono state disilluse; ed è proprio l’alcool uno dei protagonisti: “il sedativo per lenire il dolore, la tossina per annientare se stessi”, il veleno che accompagna John nel corso di tutta la sua avventura. È forte il legame fra le due parti in cui è frammentato il suo animo cioè la facciata esterna dell’uomo che assapora le gioie della vita, privo di preoccupazioni e l’animo interiore, in continua lotta con se stesso, con quell’uomo con la cicatrice che lo opprime e lo penetra con i suoi occhi vacui. La sua mente è la sua prigione, il suo aguzzino le sue catene. A niente valgono i tentativi di evasione, nessuno è disposto a tirarlo fuori, né Morte, né Amore. In un contesto di degrado, un paese senza dèi che non si occupano dei suoi figli, lasciandoli alla smania della loro caotica umanità, si svolgono gli assurdi eventi. Così si trascina l’esistenza del protagonista, sospesa sul baratro della follia, in una continua sopravvivenza, alla ricerca disperata di una dimora dove porre fine al suo estenuate viaggio. Prima della decisione finale, prima di scegliere la soluzione, l’unica. Ma senza alcuna certezza sul suo finale.

autoreSalvatore Vivenzio nasce a Roma nel 1997 ma è costretto a trasferirsi dopo soli tre anni. Dopo tre traslochi si stabilisce in provincia di Avellino. La passione per la letteratura nasce in tenera età grazie alle fiabe classiche e di La Fontaine. Il primo racconto arriva all’età di undici anni. Inizia a pubblicare le sue storie gratuitamente tramite un proprio blog, riscontrando notevole successo. Poi giovanissimo, a soli quindici anni, porta a termine il suo primo romanzo, Radioactive (edito con la casa editrice Montecovello Edizioni). Partecipa al progetto BurnWriter e alla raccolta di poesie Metrici Moti (De Comporre Edizioni). Gestisce un blog (https://cronachediunuomomorto.wordpress.com/salvatore-vivenzio/) che valorizza opere di giovani artisti (scrittori, disegnatori) e grazie al quale si tiene in costante contatto con i lettori pubblicando di frequente storie e aggiornamenti sulla propria vita e la propria carriera. Con il racconto inedito The Strange Hood vince il premio Calamaio al Fantaexpo 2014. Attualmente lavora come giornalista per MangaForever.

Facebook-iconBlogger-icon

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi