Segnalazione: Cassa integrazione guadagni… la mia è straordinaria di Antonio Capolongo

segnalazioni librarie

Fino a quell’ora, a partire dalla mattina, mi trasmette il suo amore via etere, così come io faccio con lei…

È da quando si conoscono che Sofia e Marcello si sentono telefonicamente, quando possono distogliersi dal lavoro; ma in questo periodo, non essendo più lui occupato, Sofia vive con estrema sofferenza questo distacco quotidiano perché si aggiunge a quella che condivide con lui a causa della sua situazione attuale.

Sofia è una donna straordinaria, oltre ad avere una grazia suadente, ha una pervicacia senza pari. Grazie a questa sua determinatezza intellettuale, mi ha aiutato a dipanare l’intricatissima matassa.

 

Titolo: Cassa integrazione guadagni… la mia è straordinaria
Autore: Antonio Capolongo
Edito da: Arduino Sacco
Prezzo: 17.90 €
Uscita:  2012
Genere: Narrativa – Saggistica
Pagine: 204 p.

Trama:

“A partire da domani lei è sospeso dal lavoro con ricorso alla cassa integrazione guadagni…”

Così recitava la lettera che Marcello Marchesi ricevette da parte della sua azienda, una delle tante in crisi della martoriata provincia di Napoli. È in questo modo, crudo, che apprende che dovrà rimanere a casa, ma all’epoca non sa che lo dovrà fare esattamente per centoquattordici giorni. È da questo punto che si snodano due strade… due viaggi fatti nel segno della lotta pura, uno per rivendicare i propri diritti, l’altro per sconfiggere le proprie paure. Durante quest’ultimo incontrerà tanti personaggi che albergano nella sua memoria, essi lo accompagneranno fin dove le due strade si intersecano.

Nei due cammini, al suo fianco, vi è una presenza costante, la sua amatissima Sofia, una donna determinata, capace di conquistare “fortezze inespugnabili”. Marcello e Sofia serbano un sogno nei loro cuori, vorrebbero sposarsi, vorrebbero una vita normale e… in nome di essa non si arrendono.

Estratto:

Quando una nave enorme un transatlantico imbarca acqua, si possono osservare due tipi di reazione tra coloro che si trovano a bordo. Alcuni fanno l’ultimo tentativo di salvare la nave, non abbandonando la speranza di proseguire il viaggio. Altri, più spaventati, pensano di abbandonare l’imbarcazione, al grido di “si salvi chi può”, considerando quello che sta accadendo come il prodromo ad un’imminente catastrofe.      

Questo è successo, pressappoco, nella mia azienda. Decine e decine di dipendenti, alcuni addirittura senza aver trovato un nuovo posto di lavoro, hanno rassegnato le dimissioni. Ad ogni addio un pianto, ad ogni addio un abbraccio interminabile e straziante. Molti di loro lavoravano in quest’azienda  sin dalla sua nascita e per costoro gli indelebili ricordi divengono macigni insostenibili.

In ogni azienda c’è chi conosce “vita, morte e miracoli”, come si usa dire dalle mie parti. Alla Dime Falegna corrisponde al nome di Geremia Torretta, quarantun anni, responsabile dell’ufficio tecnico informatico. Nel suo ultimo giorno di lavoro si presenta con…

 

Antonio Capolongo;

Antonio Capolongo  è nato a San Paolo Bel Sito, in provincia di Napoli, nel 1968. Dopo la laurea in  Economia e Commercio ed il lavoro in ambito aziendale scopre, nell’anno 2007, la passione per la scrittura. Nel 2011 pubblica il suo primo romanzo, Un incontro d’AmorE. È anche autore di poesie, presenti in diverse antologie poetiche. Nelle sue opere indaga l’animo umano. Le tematiche sociali trovano degna collocazione nel suo ultimo libro, Cassa integrazione guadagni… la mia è straordinaria.

 

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi