Segnalazione: ‘Era una famiglia tranquilla’ di Jenny Blackhurst

Segnalazione

Sognando Leggendo vi segnala l’uscita del 12 Gennaio per la casa editrice Newton Compton. Il caso editoriale dell’anno in Inghilterra. Un grande thriller:

Jenny Blackhurst

Era una famiglia tranquilla

Un’accusa infamante.
Una pena scontata da innocente.
Una bugia durata troppo tempo.
Le hanno detto che ha ucciso suo figlio,
e ormai ha scontato la sua pena. Ma se le avessero mentito? 

datilibro

TitoloEra una famiglia tranquilla
Titolo inglese: How I Lost You
Autore: Jenny Blackhurst
Edito da: Newton Compton
Prezzo: Ebook 2.99 € // Cartaceo 9.90 €
Uscita: 12 Gennaio 2017
Genere: Thriller

Trama: Emma Cartwright ha una vita all’apparenza normale: una bella casa, un gatto, il volontariato la domenica. Nessuno però sa che, tre anni prima, si chiamava Susan Webster e aveva ucciso Dylan, suo figlio di appena dodici settimane. Susan non ricorda nulla dell’accaduto, ma come può non credere a medici, poliziotti e avvocati che hanno raccolto prove quasi schiaccianti della sua colpevolezza? Eppure, nonostante tutti gli indizi siano contro di lei, c’è una piccola parte del suo cervello che non è convinta della versione che le hanno raccontato, che non pensa sia possibile rimuovere un gesto tanto tremendo come l’uccisione del proprio bambino. E se in realtà non fosse un’assassina? E se suo figlio fosse vivo? Susan non può darsi pace finché non trova risposte certe, così decide di lanciarsi in una folle corsa alla ricerca della verità, lottando contro una rete di segreti e bugie che coinvolge proprio le persone che più ama e che minaccia di fare a pezzi tutto il suo mondo.

Jenny Blackhurst: è cresciuta in Inghilterra, nello Shropshire, dove ancora vive con marito e figli. Il suo thriller di esordio, Era una famiglia tranquilla, ha ottenuto in pochissimo tempo il consenso della critica e un grande successo di pubblico. In Inghilterra è appena uscito il suo secondo romanzo dal titolo Before I let you in.

Facebook-icontwitter.pnggoodreads.png

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi