Segnalazione: “Aquile Future Remake“ di George McGeorge

Anteprima

Sognando Leggendo vi segnala: 

George McGeorge

Aquile Future
Remake

aquile future remake

datilibro

 

 

 

Titolo: Aquile Future Remake
Autore: George McGeorge
Edito da: Albatros Il Filo
Prezzo: 19.50 €
Genere: Romanzo, fantascienza
Pagine: 343 pag.

Trama: Era una bella giornata di tarda primavera e il sole era alto. Di solito, in quel meridiano pioveva spesso. La torre medievale di Killarney, ridente cittadina nel Sud-Est dell’Irlanda, era immersa nel verde di un immenso parco. Non distante dal centro, una casa di campagna, posta su un’altura collinare. Una giovane e graziosa ragazza, alta e procace, con la patente ottenuta da pochi mesi, chiese di accompagnare l’adorata nonna Clybster Toolman a fare un giro con l’auto. Gliel’aveva prestata suo padre Peter, genitore di sette figli, quattro maschi e tre femmine. Susie era tra le più giovani, i capelli rosso-fulvo come il fuoco vivo, gli occhi di uno splendido colore verde-smeraldo, un viso grazioso che le conferiva tanta simpatia, labbra grandi, rosse e carnose. Mezza Killarney la corteggiava. Tra tutti, il più interessato era Alvin Primalion, suo compagno di scuola fin dalle scuole materne. Susan Ray Baker – questo il nome completo di Susie – se ne accorse presto. Gli voleva bene, certamente, ma non era innamorata di lui. Quest’ultimo, però, le stava sempre attaccato e non riusciva a tenerlo lontano. Appena la incontrava, la tratteneva con una moltitudine di inutili attenzioni.

Vi segnaliamo inoltre un piccolo assaggio della trama del 2° libro dell’autore, “Torre Generosa”:

«UN’INTENSA E PASSIONALE STORIA D’AMORE TRA UN CAPITANO DEI MARINE AMERICANI E UNA SEMPLICE CONTADINA FRANCESE DURANTE LA FINE DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE CHE DIVENTERANNO, PRESTO, GENITORI DELLA PROTAGONISTA, PROMETTENTE MODELLA DI PROFESSIONE…

Questa è la trama principale del secondo romanzo di George McGeorge, in due parallele e trasversali storie d’amore.

La data della pubblicazione, al momento non nota, ma certa entro l’anno, dà la possibilità, a chi lo volesse, di prenotarlo anche prima della sua uscita nelle librerie ed esercizi addetti alla sua vendita. Nel caso, scrivere a direttore@prospettivaeditrice.it o direttamente all’autore mindjet@tiscali.it.

Da entrambi i romanzi ed eventuali successivi sarà devoluta una parte dell’incasso per i paesi poveri e del Terzo Mondo.

autore

 

George McGeorge parla di sé: sono nato a Firenze nel 1966, così gli altri tre fratelli più grandi di me. Mio padre era un carabiniere d’origine stabiese, provincia di Napoli. Mise su famiglia nella città che, durante il Basso Medioevo, era governata dai Medici. Operava alla Scuola Sottufficiali, caserma situata proprio di fronte alla stazione dei treni di Firenze e vicino alla chiesa di Santa Maria Novella. Abitavamo in periferia, quartiere Baracca. Al contrario di tanti che abitavano in centro, dove l’acqua dell’Arno, durante l’alluvione dello stesso anno, raggiunse anche i cinque metri, subimmo anche noi l’allagamento ma, per fortuna, solo mezzo metro. Vi erano semi–sommerse le due nostre FIAT di allora: una 850 e una 600. Mio padre, appassionato e insegnante di fotografia, aveva il suo piccolo laboratorio nel sotterraneo. Lo dovette rappezzare con stracci perché l’acqua non filtrasse e danneggiasse tutte le sue apparecchiature e vasche per sviluppo e fissaggio. Nel 1970 mio padre si congedò dai carabinieri dopo ventiquattro anni di servizio nell’Arma. Fu assunto, come impiegato, nella stessa compagnia dove lavoro io adesso. Traslocammo in provincia di Bologna; nei primi due anni in centro al piccolo paese e, dal 1972, nella casa di campagna attuale dove vivo tuttora con la mia odierna famiglia di quattro membri: moglie, bimba e bimbo. Ad appena otto anni, convalescente da un incidente personale, mi appassionai della macchina da scrivere e, da quel momento, imparai a usarla. Scoprii che era bello, per me, battere sui tasti e riempire tanti fogli con scritte di fantasia e, verso i dodici anni (nel 1978) capii che mi piaceva produrre romanzi con tutta la mia possibile creatività, anche a mano. Fu nel 1976, a dieci anni, che iniziai a scrivere il primo romanzo. Dopo tante sofferenze e uguali interruzioni, lo completai nel 2006. Ora spero di diventare scrittore a livello professionale.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi