Segnalazione: ‘Per quieto vivere’ di Massimiliano Smeriglio

Sognando Leggendo vi segnala l’uscita del 9 Novembre per la casa editrice Fazi Editore, per tutti gli appassionati del genere narrativa moderna:

Massimo Smeriglio

Per quieto vivere

«Non so chi mi abbia insegnato a camminare, so per certo che a pedalare, a cadere, a ricominciare, ho imparato da solo. Come tutte le cose importanti della vita. Tranne il nodo alla cravatta che non ho mai voluto imparare. Un rito che spetterebbe ai padri. Così, quelle due o tre cravatte che non metto quasi mai le tengo con il nodo già fatto nell’armadio, impiccate a una stampella, tanto per ricordarmi ogni santo giorno che ci sono ferite che non si chiudono e nodi che non si sciolgono».

Titolo: Per quieto vivere
Autore: Massimiliano Smeriglio
Edito da: Fazi Editore
Prezzo: Cartaceo 16.00 € // Ebook disponibile
Uscita: 9 Novembre 2017
Genere: Narrativa moderna

TRAMA: 4 giugno 1944. Una donna si getta dal decimo piano di un caseggiato popolare per sfuggire al linciaggio della folla. È la portiera del palazzo che, fedele al regime fascista, con le sue denunce ha provocato la condanna a morte di alcuni giovani partigiani. Settant’anni dopo, il nipote, un uomo superficiale e indolente che ha ereditato il ruolo di portiere nel medesimo stabile, è all’ossessiva ricerca dei responsabili del suicidio della nonna. Sotto il suo sguardo morboso si dipanano le vite dei condomini: un giornalista colpito da una malattia degenerativa accudito amorevolmente dal figlio; un’anziana donna, considerata matta, che cela nella sua follia un terribile passato; un uomo che è al contempo spacciatore pregiudicato e padre premuroso; una bambina enigmatica e solitaria; un padre in fin di vita e un ragazzo addolorato dall’indifferenza che sente per la sorte del genitore. Il portiere osserva e si nutre dei tormenti di questa umanità disgregata, ma quello che prova non è che sprezzante distacco: nel suo cuore c’è posto solo per il rancore.
L’autore, con grande abilità mimetica e introspettiva, tratteggia una galleria di personaggi tormentati dalla propria storia, la cui lotta per trovare requie sembra imprescindibilmente legata al distacco e al disincanto. Un romanzo sulle trame del passato e i nodi del presente: Per quieto vivere, una storia in cui nessuno è in pace.

Massimiliano Smeriglio nel 2010 pubblica il suo primo romanzo, Garbatella Combat Zone (Voland), ottenendo le prime attenzioni di critica e di pubblico. Due anni dopo esce Suk Ovest, banditi a Roma (Fazi Editore), finalista al premio Scerbanenco 2012. Il book trailer del libro vince il premio Rai Cinema della IV edizione di Cortinametraggio. Docente universitario, giornalista, è attualmente vicepresidente della Regione Lazio. Ha pubblicato saggi sul rapporto tra politica, istituzioni e società. Per quieto vivere è il suo terzo romanzo.

 
[amazon_link asins=’B075F7XSQQ,B008CHX2R6,8862430736,B0176K7GAI,B01HLOMXD4′ template=’ProductCarousel’ store=’sognalegge-21′ marketplace=’IT’ link_id=’744a186b-c3b1-11e7-ab94-0fb5f2772324′]

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi