Segnalazione: ‘Qui. Wikicronache di un wikiviaggio nel Limbo’ di Federico Ziberna

Sognando Leggendo vi segnala l’uscita del 23 Dicembre per la casa editrice Robin&Sons: un romanzo/saggio estremamente originale e curioso:

Federico Ziberna

Qui
Wikicronache di un wikiviaggio nel Limbo

Qui si narrano le vicende molto raggomitolate (causa #Entanglement quantistico) riguardanti una mia lunga nuotata – da morto, come sennò? – nell’oceanico #Limbo per arrivare seguendo un link all’isola dei seguaci del misterioso #CapitanoLud.

datilibro

Titolo: Qui. Wikicronache di un wikiviaggio nel Limbo
Autore: Federico Ziberna
Edito da: Robin&Sons
Pagine: 472
Prezzo: Cartaceo 25.00 €
Uscita: 23 Dicembre 2016
Genere: saggio, scienze sociali
EAN: 9788867409075

Trama: Si tratta di un romanzo/saggio estremamente originale e curioso, sia nei contenuti che nella forma. Il tipo di scrittura è infatti continuamente collegato a estratti e approfondimenti presi da wikipedia, utilizzata come esempio paradossale di un sapere che sembra solido ma è frammentato, caratterizzato dalla discontinuità, dai salti (ipertestuali) e dall’anonimato, mentre parallelamente si svolge la narrazione che vede il protagonista (morto) improvvisamente catapultato in un simbolico viaggio a nuoto nel Limbo (il luogo per eccellenza della sospensione e del rimando, immaginato come un immenso Oceano) che tenta di ricostruire o trovare un senso al proprio avanzare, di frammento in frammento, di bracciata in bracciata, alla ricerca di un punto fermo, di un’isola Utopica al di fuori della corrente in cui si trova immerso e naufragato. Fra mille bizzarre avventure e incontri, ricordi, scoperte e riscoperte.

L’autore utilizza la scrittura come un processo di flusso di coscienza trascinando il lettore in continui giochi e paradossi, approfondimenti e riflessioni ironiche sulla tecnologia, sulla vita e sulla narrazione stessa. La scrittura può quindi essere avvicinata, per il livello di sofisticatezza e ironia al filone postmoderno (sulla linea di Pynchon, DeLillo, Foster Wallace) e del fantastico (Dick, Vonnegut).

Federico Ziberna è un esperto di impatti sociali e nuove tecnologie. Ha collaborato con il “Laboratorio di storia di filosofia contemporanea” e con il “Laboratorio per lo studio della comunicazione multimediale e telematica” dell’Università di Trieste, dove si è laureato in Filosofia e Scienze Politiche, oltre ad avere ottenuto un dottorato di “Sociologia dei fenomeni territoriali ed internazionali”. È stato co-fondatore della prima startup di sicurezza informatica in Italia e vincitore dell’IBM e-business Award, nonché diverse volte alle cronache per i suoi lavori sugli ipertesti e i nuovi media. Lavora nel campo dell’innovazione come consulente per società informatiche.  Ha all’attivo diverse pubblicazioni fra scrittura e tecnologia e un romanzo/saggio sul gioco del Poker, “Mai prima delle otto”, 2015, Vertigo.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi