Segnalazione: ‘Sfiorami adesso’ di Camilla D’Amore

Sognando Leggendo vi segnala l’uscita del 25 Luglio in selfpublishing, per tutti gli appassionati del genere romance contemporaneo: 

Camilla D’Amore
Sfiorami adesso

Questo romanzo nasce da un’idea: cosa succederebbe se fra due persone si accendesse una specie di miracolo? Una connessione talmente intima da non poter essere spiegata con la medicina o con la scienza ma che riesce dove ogni altro tentativo di aggiustare un problema, fallisce. L’amore è già di per sé, un piccolo miracolo e nel caso di Elise e Sefron può ripristinare un dono perduto, momentaneamente disgregato e rimetterlo insieme con naturalezza. Tuttavia ci sono brutture e danni che a volte nemmeno il cuore può riparare e a quel punto bisogna dargli una spinta, senza arrendersi, altrimenti il miracolo si spezza. E si rischia di non ritrovarlo più.

datilibro
Titolo: Sfiorami adesso
Autore: Camilla D’Amore
Edito da: Selfpublishing
Prezzo: Cartaceo 12.00 € // Ebook 1.99 €
Uscita: 25 Luglio 2017
Genere: Romance contemporaneo
Acquistabile: QUI

TRAMA: Elise Evans combatte la solitudine curando il proprio giardino e lavorando nella libreria della cittadina inglese in cui vive. Tutto cambia quando il suo cammino incrocia quello di Sefron Wyler, il suo schivo e taciturno, nuovo vicino. Sin dal loro primo sguardo tra i due scocca una scintilla ma sarà il ritrovamento di un vecchio diario a unirli: assieme seguiranno le tracce di un amore bellissimo, segnato da un infausto destino, sbocciato cinquant’anni prima all’ombra degli stessi giardini che divide le loro case. La storia degli innamorati sfortunati sembra destinata a ripetersi. Nonostante il sentimento che sta fiorendo in Elise e Sefron, su di loro aleggia lo spettro di un segreto. Lui, infatti, custodisce un tormento nel cuore. Qualcosa che ha interrotto la sua carriera di violinista e ha messo in pausa la sua vita. Nonostante ciò, Sefron ed Elise si scoprono irresistibilmente avvinti da un amore inaspettato. Ma quando il passato tornerà, Sefron sarà costretto a compiere un’ardua scelta.

Dal libro: 

Carta. Carta lucida, vecchia, impolverata. Era un profumo soverchiante, sembrava una cappa.
Quel posto era una specie di seconda casa per Elise. Aveva da poco finito gli studi quando si era imbattuta nell’annuncio di un posto disponibile come commessa. In realtà la libreria non aveva bisogno di più di una persona per essere gestita ma il signor Clancy voleva compagnia, se non altro qualcuno che parlasse in maniera meno fatalista della signora Lescow, magari una giovane mente da plasmare. Ad Elise piaceva stare con lui perché durante le giornate piovose tirava fuori la scatola di latta porta biscotti e si metteva a raccontare aneddoti sulla sua gioventù bruciata. Il silenzio, alla Lucciola, era diverso da ogni altro. In verità, sono le librerie a possedere un diverso tipo di silenzio. È pieno di sussurri, di tutte le miriadi di storie intrappolate fra le pagine. Ad Elise piaceva quando nessuno parlava lì dentro. Poteva sentire gli scricchiolii degli scaffali, gli spifferi del vento sotto la fessura della porta, la pioggia picchiettare sui vetri delle finestre. E poteva leggere. O cucire. Si era costruita un piccolo angolino dietro la cassa, dove campeggiava un porta cucito a forma di zucca. Le piaceva fissare applicazioni sui capi d’abbigliamento che comprava. Accanto al porta cucito c’era sempre anche un libro. Leggere era la sua fune di fuga, il suo pass per uscire dalla propria testa, quando le stava stretta. Quel mese c’era ‘Una piccola libreria a Parigi’.

Camilla D’Amore, vive in una piccola città della Campania. Ama la scrittura da tutta la vita, l’odore delle librerie e leggere compulsivamente qualsiasi cosa somigli ad una riga. Ha una deplorevole passione per i biscotti. Piccole donne è il suo romanzo del cuore, ama l’autunno, i dipinti di Modigliani e la sua piccola collezione di scatole di latta. Sfiorami adesso è il suo primo romanzo autopubblicato.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi