Segreti di famiglia di Tatiana de Rosnay

Tatiana de Rosnay;

Tatiana De Rosnay è nata il 28/09/61 nei sobborghi di Parigi. Ha discendenze inglesi, francesi e russe. Nei primi anni 80 ha ottenuto una laurea in letteratura inglese presso l’università di East Anglia, a Norwich. Dal 1992, Tatiana ha pubblicato otto romanzi in Francia. La chiave di Sarah è il suo primo libro scritto nella sua lingua materna, l’inglese. È stato pubblicato in 22 paesi e ha venduto più di 400000 copie in tutto il mondo. Inoltre i diritti per il film sono stati già venduti. Attualmente Tatiana lavora come giornalista per il giornale francese ELLE ed è una critica letteraria per le psicologie per il giornale Journal du Dimanche. Vive a Parigi con il marito e i suoi due figli.

Sito Dell’ Autrice: www.tatianaderosnay.com /

 

Titolo: Segreti Di Famiglia
Autore: Tatiana De Rosnay
Edito da: Corbaccio
Prezzo: 18.60 €
Genere: Adult, Thriller
Pagine: 360 p.
Voto: 4 stelle

 

Trama: Antoine è seduto in ospedale in attesa del responso: dopo un incidente d’auto da cui lui è uscito illeso, sua sorella è sotto i ferri e non si sa se ce la farà. Antoine si sente in colpa,  è stata sua l’idea di portare Mélanie nel luogo in cui la loro perfetta “buona famiglia” trascorreva le vacanze quando erano piccoli. Il suo regalo di compleanno per festeggiare i quarant’anni di Mélanie si trasforma nell’occasione per riportare a galla ricordi messi a tacere dopo la morte della loro madre, fino all’ultima rivelazione che sua sorella stava per fargli quando ha perso il controllo dell’auto.
Questo è il momento per Antoine di fare un bilancio della sua vita, anche se fallimentare come quello che viene fuori: la moglie lo ha lasciato per un altro, i figli adolescenti sono ormai per lui incomprensibili, il padre anziano lo tiranneggia e il grande interrogativo sul segreto di Mélanie non gli da pace. Soffocato da un passato del quale non riesce a liberarsi, Antoine riceve un aiuto del tutto insperato da una donna incontrata in ospedale, bella, vitale e con un mestiere molto particolare: l’imbalsamatrice. Anche lei ha dei segreti che l’hanno portata a fare un lavoro così inquietante. Ma grazie a lei, che con la morte ha un rapporto quotidiano, Antoine imparerà a vivere di nuovo e ad accettare gli scomodi segreti che la sua famiglia ha nascosto per tanto tempo..

 

Recensione:

Tatiana de Rosnay è una fine tessitrice di storie che affondano le origini in un passato misterioso. Come nel bellissimo La chiave di Sara, la storia narrata in questo libro ci fa affacciare su un mondo fatto di ricordi d’infanzia che servono per comprendere chi è il protagonista e il perché di ciò che gli sta accadendo.

Antoine Rey è un uomo la cui vita improvvisamente sembra andare a rotoli: sua moglie lo ha lasciato per un bellimbusto più giovane, i suoi figli si sono improvvisamente trasformati in orribili adolescenti combinaguai, suo padre è invecchiato da un giorno all’altro, sua sorella si ritrova con la schiena spezzata in un piccolo ospedale di provincia… A peggiorare la situazione, la scoperta che sua madre, la bella Clarisse, morta all’improvviso trent’anni prima, non era affatto quella che lui pensava. Pagina dopo pagina, segreto dopo segreto, Antoine compie un viaggio a ritroso nel tempo per ritrovarsi davanti a ricordi che aveva riposto in un angolo della mente e che riemergono a poco a poco, come la strada del Passaggio del Gois riemerge al decrescere della marea.

Segreti di famiglia è un racconto dal ritmo flemmatico, in cui i personaggi vengono tratteggiati con tale naturalezza da apparire assolutamente reali, condotto con uno stile fluido e senza intoppi, in cui si alternano tensione e ironia, tragedia e amore, un thriller, più che un romance, anche se la tensione aleggia quasi impalpabile sopra la storia.

Il titolo originale di questo romanzo (che nei panni dell’Editore avrei forse lasciato), “Boomerang”, rende perfettamente l’idea di quello che accade ad Antoine: quanto più lontano cerca di scagliare il boomerang (e cioè, quanto più lontano egli si spinge per cercare risposte alle sue domande), più questo torna indietro con forza. I segreti della sua famiglia lo travolgeranno e il lettore non potrà fare altro che seguirlo nel suo viaggio psicologico e di maturazione.

Gli ambienti sono descritti accuratamente e ogni figura che compare lungo la storia ha una sua complessità, che l’Autrice studia in modo approfondito: la terribile nonna Blanche, l’adolescente ribelle Arno, il bonario Gaspard, la splendida Angéle sono personaggi che restano sicuramente impressi, al di là del numero di pagine che occupano.
E le lettere d’amore disseminate tra un capitolo e l’altro durante il racconto del week end di Antoine e Mélanie, che sembrerebbero svelare già dall’inizio quale sia il segreto celato nel passato dei Rey, sono un’abile trovata per ingannare il lettore: nel momento in cui crede di aver scoperto tutto, la situazione si ribalta sotto i suoi occhi, sconvolgendo le aspettative che si era creato e dando modo alla De Rosnay di affrontare con delicatezza un tema inusuale e scomodo, che vi lascerò il piacere di scoprire leggendo il libro.

 

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi