Serie “La Scacchiera Nera” di Miki Monticelli [2° libro]

Miki Monticelli: 

È una trentenne che vive a Prato. Laureata in Ingegneria, coltiva da sempre la passione per la scrittura. In particolare, è appassionata del genere fantasy. Per Piemme ha pubblicato: Il libro prigioniero, La pietra nera, La scacchiera nera e I sette cardini.

 

Serie:

1. La scacchiera nera
2. L’ombra del guerriero
3.

 

Titolo: La scacchiera nera
Autore: Miki Monticelli
Serie: La scacchiera nera, 1
Edito da: Piemme- Freeway
Prezzo: 20,00 €
Genere: Fantasy, Ragazzi
Pagine: 465 p.
Voto3Astelle.png

Trama: Nello stesso istante, a migliaia di chilometri l’uno dall’altro, tre ragazzi Ryan, un americano, Morten, danese, e Milla, italiana -, entrano in possesso di una scacchiera ottagonale dall’aria molto antica. Il Guerriero, l’Arciere e il Ladro Nero sono le sole tre pedine rimaste sulla scacchiera e sembrano invitarli a fare la prima mossa. Ma appena le toccano, i tre ragazzi vengono trasportati in un mondo parallelo dove è in corso una guerra, una guerra sanguinosa e secolare che un mago ha trasferito sul tavoliere in modo che il mondo degli uomini potesse continuare a esistere. Così Ryan si accorge di essere diventato il Guerriero del Fuoco. Lui, però, non riesce a credere di essere un eroe e soprattutto che il Ladro Nero, quella ragazza dagli occhi di smeraldo e dall’aria indifesa, sia il suo più acerrimo nemico. Contro ogni regola del gioco, Ryan decide di fidarsi di quella ragazza che combatte contro il proprio lato oscuro, e scoprirà che a volte una mossa imprevedibile può cambiare le sorti di una partita.

Recensione

Ho comprato questo romanzo appena uscito, attirata come sempre dalle copertine di Paolo Barbieri, e devo dire che questa volta il libro può essere giudicato dalla copertina. Quando l’ho finito sono impazzita per cercare di capire se ci sarebbe stato un seguito, perché la storia in sé si conclude col libro ma le porte rimaste aperte erano troppe per non prendere la strada del sequel.

Devo dire che, anche se non è molto originale, l’idea di una scacchiera che ti risucchia in un mondo parallelo dove devi giocare la tua partita mi è piaciuta fin da subito, sarà l’animo del giocatore di Jumamji che ognuno di noi ha avuto da bambino e che torna a farsi sentire. Ancora di più mi è piaciuto il fatto che qui si combatte contro altri giocatori come te, ragazzi risucchiati al loro volta nella scacchiera per mantenere l’equilibrio di quel mondo, ma come al solito qui c’è l’intoppo, perché chi dice che i giocatori che vengono “scelti” siano disposti a giocare la partita secondo le regole di chi li comanda?

I nostri giocatori non sono pedine inanimate, non sono pezzi di legno che possono essere spostati a piacimento, sono persone con una vita e con delle idee e non sono disposti a tradirle.

Così inizia un’avventura complicata, dove si sa chi è il buono ma non si capisce quale sia il cattivo e fidarsi di qualcuno diventa molto difficile, perché la luce ha sempre la sua ombra, e bene e male sono solo le due facce della stessa medaglia.

I personaggi non sono molto sviluppati, soprattutto il protagonista, Ryan, è il solito eroe buttato li per caso, ingenuo, perduto, non sa come muoversi e non prende in mano la situazione fin quando non può farne a meno. Morten, al contrario, è quello più informato, il padrone della situazione, è colui che guida l’eroe e spiega le regole del gioco. Il personaggio più interessante rimane comunque Milla, combattuta tra la sua vera natura e il ruolo che deve giocare all’interno della scacchiera, salvarsi la vita vuol dire distruggere un intero mondo. Non è disposta ad accettare le regole che le sono state imposte, ma sarà abbastanza forte per combatterle?

È un libro piacevole che ti cattura anche se ti rimane la sensazione di qualcosa di già visto e al contempo nuovo. La lotta tra bene e male è un argomento perennemente presente nella letteratura per ragazzi eppure qui è affrontato in un modo che spinge a riflettere, non è semplicemente il male che viene sconfitto dal bene ma la consapevolezza che senza il male, il bene non  potrebbe esistere, o almeno non sapremmo riconoscerlo.

 

l'ombra del guerrieroTitolo: L’ombra del Guerriero
Autore: Miki Monticelli
Serie: La scacchiera nera, 2
Edito da: Piemme- Freeway
Prezzo: 19,50 €
Genere: Fantasy, Ragazzi
Pagine: 586 p.
Voto3Astelle.png

 

Trama: Passano solo poche ore da quando Ryan e Morten, tornati nel loro mondo, si rendono conto che Milla è ancora prigioniera della Scacchiera Nera e decidono immediatamente di ricominciare a giocare per correre in suo aiuto. Ma il poco tempo trascorso corrisponde a mesi nel mondo della Scacchiera e, quando arrivano, la situazione è disperata: nonostante il mantello del Ladro Nero che la protegge, Milla è stata colpita ed è in fin di vita. L’unico modo per salvarla è portarla all’Antica Tomba della sua pedina e i tre ragazzi intraprendono un nuovo e pericoloso viaggio. Ma chi ha ferito Milla? E perché, pur avendone la possibilità, non l’ha uccisa? È possibile che sia l’ennesima mossa dell’Ingannatore, che i tre ragazzi credevano ormai di aver distrutto per sempre?

Recensione

La Scacchiera Nera si chiude con la sconfitta dell’Ingannatore e il ritorno dei tre ragazzi protagonisti, Ryan, Mort e Milla, nel loro mondo. Ma qualcosa va storto e,  a poche ore dal suo ritorno, Ryan si accorge che la pedina del Ladro Nero, quella di Milla, è incrinata e dopo aver avvertito Mort, l’Arciere d’Acqua, torna nel mondo della Scacchiera per aiutare l’amica: la ritrova gravemente ferita, come se lo spirito del Ladro Nero si stesse dissolvendo e il Mantello Nero, la sua arma più preziosa, sta diventando grigio. Milla è intrappolata sulla Scacchiera, non ricorda come andarsene, così i tre amici iniziano un nuovo viaggio contro il tempo per far tornare a casa la ragazza prima che scompaia del tutto. Ma la fine della Nona Guerra si avvicina e i nostri eroi sono coinvolti in scontri e intrighi  e devono guardarsi da tutti, anche da quelli che consideravano amici.

Miki Monticelli descrive un mondo ricco, vivo, popolato da creature più o meno originali. Le descrizioni dei luoghi e delle dinamiche d’azione rendono tutto reale nella testa del lettore, che riesce a immaginare perfettamente ogni sentiero, ogni colpo di spada, fin quasi a sentire l’odore della terra e del ferro. Ma sappiamo che l’autrice è molto brava nel rendere il lettore partecipe delle azioni, ciò in cui mancava, a mio parere, era la psicologia dei personaggi. Ne L’Ombra del Guerriero  questa mancanza è sparita: Ryan non è più il ragazzino arrogante che agisce senza pensare agli altri, sta diventando un uomo con tutti i conflitti che ciò rappresenta. È alla ricerca di se stesso non solo come Guerriero di Fuoco, ma anche come persona, perché è vero che è la Scacchiera a dare i ruoli ma è il significato che ogni uomo gli dà che influenza le sorti del mondo.

L’intero viaggio non è altro che la ricerca di un equilibrio, che porterà tutti i personaggi a rivalutare le loro priorità. Il cambio di prospettiva,  rispetto al primo volume, è netto: mentre lì si sottolinea la forza e la volontà di ogni personaggio, qui ci troviamo davanti alle loro debolezze, a parti del loro essere che spesso non sanno bene come gestire. Per questo viene meno l’ironia che ha caratterizzato La Scacchiera Nera, per lasciare più spazio a parti introspettive e alla presa di coscienza di sentimenti, anche contrastanti tra loro.

L’unica critica da fare è lo schema ripetitivo del libro. Per buona metà abbiamo questo susseguirsi di incontri con personaggi, nuovi o vecchi, una battaglia e poi la fuga. Sebbene la narrazione sia molto scorrevole, diventa un po’ noioso anche se il finale cattura il lettore con grandissimi colpi di scena, oltre a svelare il piano dell’Ingannatore che cambierà di nuovo tutte le carte in gioco.

Sono rimasta di nuovo ammaliata dal mondo della Scacchiera e non vedo l’ora di ritornarci col terzo e ultimo volume.

Lascia un commento

5 risposte a “Serie “La Scacchiera Nera” di Miki Monticelli [2° libro]”

  1. Alia ha detto:

    Ciao miki, sono un tuo grandissimo fan, ti volevo chiedere quando uscirà il terzo libro de la scacchiera nera.
    Grazie e a presto

  2. Eleonora ha detto:

    Ciao miki,

    anche io, come alia, sono una tua grandissima fun.

    Proprio ieri ho finito per la quinta volta l'Ombra del Guerriero……

    Sono in trepida attesa del terzo libro e mi piacerebbe sapere se sai già per quando è prevista l'uscita

    Ciao, ciao

    E grazie in anticipo

  3. Nihal ha detto:

    Ragazzi mi dispiace deludervi ma noi non siamo in contatto con l'autrice quindi non possiamo rispondere alle vostre domande, ci limitiamo a recensire i libri. Per domande di questo genere potete provare a chiedere sulla pagina Facebook della casa editrice specificando il nome dell'autore e il titolo del libro e sperare che abbiano già una data decisa

  4. sem calcinha ha detto:

    Adoro me mostrar peladinha na web cam

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi