Serie Magic di Cheyenne McCray

Questa sera parlerò di una serie fantasy per adulti, anzi, a voler essere precisi andrebbe catalogata VM18. Io, qua sul blog lo faccio, perchè i contenuti di questa Serie Magic sono decisamente adulti, a sfondo fortemente sussuali con pratiche che vanno dal bondage, alla sottomissione, al sadomaso… Insomma non è certamente una serie che andrebbe inserita fra i libri per ragazzi!

 

CHEYENNE MCCRAY;

New York Times and USA Today bestselling author Cheyenne McCray would give just about anything to run away with Jason Bourne to any foreign country (minus the getting shot at part) or visit an Otherworld realm. Either one, she’s so there.

Chey is the author of the “Lexi Steele novels,” a thrilling series filled with suspense and intrigue. Demons not Included will be the first in the exciting new “Night Tracker” urban fantasy series.

Cheyenne has three sons, three dogs, a messy house, and she will do anything to get out of cleaning which may be why she writes so much. Visit Chey’s website at http://cheyennemccray.com

Chey’s Chat group with the popular “Book-a-Week-Giveaway” continuing throughout 2009

Fonte

In poche parole è una scrittrice americana piuttosto famosa che scrive fantasy ad alto contenuto erotico. Insomma una bella novità per noi italiani fin troppo obbligati ad accontentarci degli young fantasy.

 

Serie Magic:

1. Magia Proibita (isbn: 9788876153112)

2. Stregata dalla magia (isbn: 9788876153129)

3. Wicked Magic (inedito in italia)

4. Shadow Magic (inedito in italia)

5. Dark Magic (inedito in italia)

Titolo: Magia proibita
Autore: Cheyenne McCray
Serie: Serie Magic, 1
Edito da: Castelvecchi
Prezzo: 14,90€
Genere: Erotico, Magia, Streghe  
Pagine: 400 p.
Voto:

 Trama:

Devote al colore bianco della magia,le streghe della congrega di D’Anu si trovano costrette a compiere una scelta epocale:
abbandonare la dimensione positiva dei loro sortilegi per imbracciare segreti e incantesimi in grado di metterle sullo stesso piano delle forze del male. Ma a San Fransisco nel cuore pulsante della California,un evento terribile giunge a mettere in discussione l’ordine naturale delle cose: i demoni dell’oltremondo sono evasi dalle loro prigioni ancestrali e ora rischiano non solo di distuggere le streghe della California ma,addirittura,di impadronirsi delle sorti del genere umano.
I questo scenario inquietante,la splendida Silver Ashcroft, la più coraggiosa tra le streghe
D’Anu troverà alleati preziosi tra i guerrieri della millenaria confraternita di Tuatha D’Danann e,tra le braccia del valoroso Hawk scoprirà come nemmeno la più spaventosa delle guerre può nulla contro la forza dell’amore.

 

Recensione:

Molto probabilmente non entrerà mai nella classifica dei miei preferiti ma alla fine non è propriamente da scartare questo libro.
E’ il primo libro della Serie Magic, una serie unicamente per adulti e, francamente, secondo me non adatta nemmeno ai minori di 18 anni.
Purtroppo però oggi in tv passano di tutto, non so quanto possa essere ‘logico’…

La trama è abbastanza originale, un po’ confusa in alcuni punti, ma se non altro cerca di essere originale. Come ho detto è il primo di una saga, credo di dover attendere almeno di leggere il secondo per poter valutare l’originalità.

I personaggi. Secondo sono un po’ piatti, non spiccano. Nessuno di loro lo fa. Gli unici con un po’ di spessore sono Hawk, Silver, Moondust, Victor e Cassia ed il fratello bastardo di Hawk. Se non altro in questo caso l’autrice ha cercato di caratterizzarli un po’, di uscire dallo stereotipato, ma solo il minimo indispensabile. Moondust mi è piaciuta molto ed avevo capito subito che era ‘altro’, per usare il termine usato dalla scrittrice.
Gli altri personaggi, purtroppo, sono stati delle macchiette sullo sfondo, e questo mi ha infastidita. Perfino i fieci guerrieri che hanno deciso di accorrere in aiuto delle streghe sono stati a malapena nominati, a parte quei quattro elementi un po’ di spicco.
Povera, povera in definitiva la caratterizzazione e lo spessore dei personaggi.

La sttoria d’amore/sesso fra i protagonnisti principali.
In questo caso devo ammettere che è stata banale. Le scene di sesso sono molto dettagliate ed alcune volte un po’ volgari. Peni, cazzi, fighe, culi buttati là, con durezza. Un rapporto anale/vaniginale può essere descritto in tanti modi, anche più esplici senza sembrare un testo di anatomia. Boh. Coinvolgenti, senza dubbio, alcune molto belle e passionali ma le scene di sesso-sadomaso fra i demoni erano davvero una lista di termini di anatomia.
Non so se in questo caso sia colpa della traduzione, non ne ho idea. Perchè ci sono alcune scene di sesso fra Silver ed il Guerriero che sono scritte bene sul serio, quindi non mi spiego la caduta di stile in altri punti. Ripeto, potrebbe essere la pessima traduzione.

La storia d’amore, dicevo, mi è parsa fin da subito un po’ allucinante. Premetto che NON sopporto i colpi di fulmine, semplicemente non ci credo e non sopporto quei personaggi che si vedono e dopo 30 secondi vorrebbero amarsi per tutta la vita o, a scelta,s coparsi a sangue.
In questo caso si vogliono scopare.
Okay, posso sopravvivere a questa scelta della scrittrice, c’è anche chi crede.

Credo che il vero problema, per ora, sia la mancanza di spessore dei personaggi. Sembrano dei burattini, perfino Jack, in un punto sembrava quasi ‘geloso’ di Silver. Sarebbe stato bello un approfondimento del rapporto/scontro tra lui ed il guerriero, invece è tutto caduto e scivolato via.

I cattivi mi sono piaciuti, sono crudeli, privi di morale e soprattutto non credono di essere cattivi. Sono semplicemente ciò che sono, è la loro natura, non una scelta. Per questo è più facile volerli morti. Lupogrigio invece è cattivo per scelta, non lo si accetta, non lo vogliamo solo morto, vogliamo che soffra. E’ diverso.

Una cosa mi ha lasciata perplessa… Perchè tradurre il termine ‘famiglio’ come ‘famigliare’? Sono due cose diverse, hanno significati diversi e nel fantasy NON hanno un significato simile, almeno non se senso comune e e generico del termine. I famigli delle streghe hanno carattere! Lo hanno più loro che le streghe stesse, si percepisce ma nuovamente la scrittrice non approfondisce.

Per il momento ho deciso che andrò avanti, le tre stelle ci sono perchè, nonostante i difetti, mi ha trascinata verso la fine, mi ha attratta e coinvolta, in qualche modo. Vediamo cosa accadrà con il il seguito…

 

Titolo: Stregata dalla magia
Autore: Cheyenne McCray
Serie: Serie Magic, 2
Edito da: Castelvecchi
Prezzo: 14,90€
Genere: Erotico, Magia, Streghe  
Pagine: 320 p.
Voto:

Trama:

Copper Ashcroft è una strega D’Anu, ma possiede un potere molto pericoloso, e talmente potente da trasprtarla nel mondo Faerie dove incontra il guerriero Tuatha D’Danann, Tiernan. Lui e i suoi compagni sono alleati delle streghe D’Anu contro i demoni, perciò Copper sa che può fidarsi di lui, ma non della passione che accebde in lei.

 

Recensione

Ho impiegato molto tempo per trovare il tempo e la voglia di comprare questo secondo libro della Serie Magic dopo la delusione del primo libro. Il motivo per cui le stelline si mantengono sempre sul terzo (anche se vorrei scendere) è solo uno: molte degli aspetti che critico sono soggettivi e quindi non posso declassarlo.

Per quanto riguarda questo “Stregata dalla magia”  mi sono trovata, ancora una volta, tristemente delusa. Il libro continua sulla mediocre scia del precedente anzi, peggiorando da un certo punto di vista che affronterò fra poco.

Ancora una volta abbiamo una storia di sesso assolutamente esplicito che va avanti a colpi di peni e fighe come niente fosse. Mi chiedo se, secondo l’autrice, noi adulti non abbiamo un minimo di conoscenze anatomiche visto che si sente in dovere di spiegarci perfino in cosa consiste l’eiaculazione maschile alla fine del rapporto. No, mi spiace signora autrice, tutti noi sappiamo benissimo diavolo va a finire e i più audaci (ahah!) le sapranno confermare che conosciamo anche tutte le possibili varianti.

Ergo, no, non ci serve un corso di anatomia sessuale mentre ci narra una scena di sesso fra i due allupati di turno.

Tornando al libro possiamo dire che il difetto principale del precedente è stat mantenuto. I personaggi collaterali/secondari o anche solamente “vicini” ai DUE principali vengono ignorati con malagrazia dall’autrice. In questo caso i due amanti sono Copper e Tiernan e, a parte un minimo di caratterizzazione per la Regina delle fate e per Garran, tutti gli altri vengono usati e sfruttati per motivi di trama e nulla più. Comincio a ritenere questa serie apiù adatta all’edicola che alla libreria, a dirla sinceramente.

Se non altro questa volta lo scoppio di sesso allupato fra i protagonisti è scusato dalla lunga prigionia di Copper. Un anno terreno di astinenza non va molto d’accordo con l’apparizione improvvisa di un bel maschione qual è Tiernan.

Ai fini della trama possiamo dire che questa viene portata avanti in modo assolutamente lento e con picchi di banalità che rovinano il piatto (rcco) generale che l’autrice ci aveva fornito nel primo.

Il problema è che, avanzando così lentamente, è piuttosto difficile valutare l’evoluzione della trama che non coinvolga prettamente la storia d’amore.

Il libro potrebbe essere benissimo suddiviso in due parti: la prima pseudo-porno-storia d’amore e, la seconda, che rivolge finalmente la sua attenzione all’evoluzione della guarra fra i seguaci di Balor e i buoni. Il fatto che la seconda “parte” inizi a massimo 80 pagine dalla fine su 320 non è positivo.

Come ho già detto la storia d’amore non è niente di eclatante ma sarebbe carina da leggere visto che e ha anche l’elemento “avverso” che la ostacola che la rende meno banale… Peccato che alcuni punti scadano in una volgarità davvero priva di significato che fa alzare gli occhi al cielo a chi, come me, adora le storie erotiche esplicite di un certo livello. Suppongo che un lettore dai gusti meno espliciti si trovi davvero disturbato da alcuni passaggi, e non mi sento di biasimarlo per questo.

In definitiva credo proprio che, se porterò avanti la lettura di questa serie, sarà solo a titolo di curiosità e a tempo perso. Peccato perchè l’idea delle strege dopo tanti vampiri mi affascinava!

 

 

***In aggiornamento***

Lascia un commento

0 risposte a “Serie Magic di Cheyenne McCray”

  1. […] Magic – [Adulti/+ 18 Anni] – [Recensioni Libri] – […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi