Shadowhunters edizioni speciali: la lettera di Jace e la lettera di Will

 

Jace e Will. Due lettere per i Fan di Cassandra Clare

 

Cassandra Clare non si è risparmiata in quanto a sorprese per i suoi fan. La scrittrice americana ha infatti rilasciato delle edizioni speciali per entrambi i libri usciti nell’ultimo anno. Uno lo conosciamo bene è City of Fallen Angel, uscito ad aprile in America. Ma questo sequel delle avventure di Jace, Clary & co. nasconde una sorpresa, almeno per i fan americani: in esclusiva solo per loro è stata pubblicata un’edizione speciale contenente la lettera che Jace ha scritto a Clary in Città di Vetro, con la quale le lascia il suo anello. Il contenuti della lettera è stato da poco reso pubblico dalla stessa autrice tramite Twitter. Di seguito il testo originale della lettera e la traduzione, liberamente presa dal sito shadowhunters-italia.com 

 

 

 

 

Clary,

Despite everything, I can’t bear the thought of this ring being lost forever, any more than I can bear the thought of leaving you forever. And though I have no choice about the one, at least I can choose about the other. I’m leaving you our family ring because you have as much right to it as Ido.

I’m writing this watching the sun come up. You’re asleep, dreams moving behind your restless eyelids. I wish I knew what you were thinking. I wish I could slip into your head and see the world the way you do. I wish I could see myself the way you do. But maybe I don’t want to see that. Maybe it would make me feel even more than I already do that I’m perpetuating some kind of Great Lie on you, and I couldn’t stand that.

I belong to you. You could do anything you wanted with me and I would let you. You could ask anything of me and I’d break myself trying to make you happy. My heart tells me this is the best and greatest feeling I have ever had. But my mind knows the difference between wanting what you can’t have and wanting what you shouldn’t want. And I shouldn’t want you.

All night I’ve watched you sleeping, watched the moonlight come and go, casting its shadows across your face in black and white. I’ve never seen anything more beautiful. I think of the life we could have had if things were different, a life where this night is not a singular event, separate from everything else that’s real, but every night. But things are different, and I can’t look at you without feeling like I’ve tricked you into loving me.

The truth no one is willing to say out loud is that no one has a shot against Valentine but me. I can get close to him like no one else can. I can pretend I want to join him and he’ll believe me, up until that last moment where I end it all, one way or another. I have something of Sebastian’s; I can track him to where my father’s hiding. And that’s what I’m going to do. So I lied to you last night. I said that I just wanted one night with you. But I want every night with you. And that’s why I have to slip out of your window now, like a coward. Because if I had to tell you this to your face, I couldn’t make myself go.

I don’t blame you if you hate me, I wish you would. As long as I can still dream, I will dream of you.

– Jace  

Traduzione:  

Clary,

nonostante tutto non posso sopportare l’ idea che questo anello vada perduto per sempre, non più di quanto posso sopportare il pensiero di perderti per sempre. e se anche non ho scelta per una cosa, almeno posso scegliere per l’ altra. ti lascio il nostro anello di famiglia, perchè hai il mio stesso diritto di averlo.

ti sto scrivendo guardando sorgere il sole. tu dormi, i sogni si rincorrono dietro le tue palpebre inquiete. vorrei sapere cosa stai pensando. vorrei poter scivolare nella tua testa e vedere il mondo come fai tu. vorrei poter vedere me stesso come mi vedi tu. ma forse non voglio vederlo. forse mi farebbe solo sentire, ancora più di quanto già non faccia, che sto perpetuando una sorta di grande menzogna su di te, e non posso sopportarlo.

io ti appartengo. potresti farmi tutto quello che vuoi e te lo lascerei fare. potresti chiedermi di tutto e mi spaccherei per renderti felice. il mio cuore mi dice che questo è il migliore ed il più grande sentimento che abbia mai provato. ma la mia mente sa la differenza tra volere ciò che non puoi avere e volere ciò che non dovresti volere.

ti ho guardata dormire tutta la notte, ho guardato il chiaro di luna andare e venire gettando le sue ombre sul tuo volto in bianco e nero. non avevo mai visto niente di più bello. penso alla vita che avremmo potuto avere se le cose fossore diverse, una vita dove questa notte non è un evento singolare, separato da tutto ciò che è reale, ma ogni notte. ma le cose sono diverse, e non posso guardarti senza sentire di averti ingannato nell’ amarmi.

la verità che nessuno è disposto a dire ad alta voce, che nessuno ha un arma contro valentine, tranne me. sono in grado di avvicinarmi a lui più di chiunque altro. posso fingere di volermi unire a lui, e lui ci crederà, fino al momento in cui farò finire tutto, in un modo o nell’ altro. ho qualcosa di sebastian; posso inseguirlo fino al nascondiglio di mio padre. ed è ciò che ho intenzione di fare.

quindi ti ho mentito l’ altra notte. ho detto che avrei voluto una sola notte con te. ma voglio ogni notte con te. ed ecco perchè sto scivolando fuori dalla tua finestra come un codardo. perchè se ti avessi detto tutto questo in faccia, non avrei costretto me stesso ad andare.

non t’ incolpo se mi odi, lo vorrei. finchè posso ancora sognare, io sogno te.
-Jace-  

 

Un’altra sorpresa è stata riservata a noi fan italiani per l’uscita di Shadowhunters, le origini. L’angelo. Inizialmente rifiutato dalla Mondadori che pensava che il libro non avrebbe avuto mercato in Italia, è stato poi pubblicato soprattutto grazie alle proteste e alle petizioni dei fan. Proprio per noi la Clare ha creato un’edizione speciale de L’Angelo in cui possiamo trovare una lettera che Will ha scritto ai suoi genitori in occasione del suo compleanno. Sono state stampate 2000 copie disponibili nei negozi Giunti al Punto fino a esaurimento scorte. Ecco il testo 

Madre, padre, mia chwaer fach, 

oggi compio diciassette anni. So che scrivere a voi significa infrangere la Legge. So che con tutta probabilità strapperò questa lettera quando avrò finito di scriverla, come ho fatto a ogni compleanno, dal dodicesimo in poi. Ma scrivo comunque, per sottolineare l’occasione, come chi ogni anno fa un pellegrinaggio a una tomba per commemorare la morte di una persona amata. 
Chissà se vi ricordate che oggi, diciassette anni fa, avete avuto un figlio. Chissà se pensate a me e provate a immaginare la mia vita, qui all’Istituto, a Londra. Dubito che possiate immaginarvela davvero. Qui è tutto così diverso dalla nostra casa circondata dalle montagne, con quel cielo azzurro, immenso, e il verde a perdita d’occhio. Qui tutto è nero e grigio e marrone e i tramonti sono dipinti di sangue e fumo. 
Chissà se vi preoccupate del fatto che io sia solo o, come faceva sempre la mamma, che abbia freddo o esca senza cappello sotto la pioggia. Qui nessuno si preoccupa mai di questi dettagli. Il rischio di essere uccisi da un momento all’altro è così elevato che la possibilità di un raffreddore non ha la minima importanza. Chissà se sapevate che vi sentivo, il giorno in cui siete venuti a cercarmi, quando avevo dodici anni. Mi sono rifugiato sotto il letto per tenere lontano il suono delle vostre voci che gridavano il mio nome. Ma vi sentivo. Ho sentito la mamma che chiamava il suo fach, il suo “piccolo”. Mi sono morso le mani fino a farle sanguinare, ma non sono sceso. Mi domando spesso perchè abbiate lasciato i Nephilim. Se è perchè li considerate crudeli o freddi , devo dirvi che non è così. Charlotte, in particolare, è gentile con me, senza sapere quanto poco io meriti le sue attenzioni. Henry è matto come un cavallo ma è davvero una brava persona: Emma avrebbe riso molto con lui. 
C’è poco di buono da dire di Jessamine, ma è innocua. Al contrario c’è molto di buono da dire di Jem: lui è il fratello che secondo papà io avrei dovuto avere, sangue del mio sangue, benchè non siamo neppure parenti alla lontana. Per quanto possa aver perso tutto della mia vita, con la sua amicizia ci ho guadagnato. A proposito, c’è un nuovo arrivo in casa. Si chiama Tessa. Avete presente quando le nuvole dall’oceano si ammassavano sopra le montagne? 
  Ecco, quel grigio è esattamente il colore dei suoi occhi 

 

Che ne pensate? Non sono assolutamente magnifiche?

Lascia un commento

Una replica a “Shadowhunters edizioni speciali: la lettera di Jace e la lettera di Will”

  1. Niki ha detto:

    Sto leggendo tutta la saga shadowhunters e devo dire ke mi ha preso molto perciò x descrivere l’emozione le provo quando li leggo da 1 a 10 direi 11 … La scrittrice e bravissima e l adoro 4 ever SHADOWHUNTERA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi