Shailene Woodley, com’è arrivata a noi?

cinemamania

Oggi vi parliamo di Shailene Woodley

gif_animate_separatori_06.gif

Shaielen Woodley3

Il suo nome lo si sente sempre più di frequente e il suo sorriso comincia a diventare familiare. Per chi si fosse perso qualcosa stiamo parlando di Shailene Woodley, la cui carriera è in ascesa, soprattutto da quando ha accettato di interpretare il ruolo di Tris in “Divergent“, film tratto dalla trilogia letteraria omonima di Veronica Roth. Scelta che l’ha portata ad essere l’attrice più cliccata del 2014 secondo IMDB. Vincitrice di molti premi minori, è stata già candidata alla nomination per un Golden Globe come migliore attrice non protagonista. Ora, a qualche giorno dall’uscita del secondo capitolo “Insurgent”, qui su Sognando Leggendo abbiamo deciso di fermarci un attimo per ripercorrere a ritroso i suoi passi.

separatore cinema

Dal piccolo al grande schermo
La TV sembra essere un buon trampolino di lancio per gli attori in erba. Come fece Will Smith in passato con “Il principe di Bel-Air”, anche Shailene Woodley, in seguito a diverse comparsate in varie serie TV, diviene protagonista delle centoventuno puntate di “The Secret Life of the American Teenager” vestendo i panni “juneschi” di una quindicenne rimasta incinta dopo una notte brava. Solo qualche anno dopo l’inizio della serie, nel 2011, eccola in un onere cinematografico ben più gravoso, al fianco dell’intramontabile George Clooney in “Paradiso Amaro” in una particolarissima commedia drammatTHE-SPECTACULAR-NOWica. Su un’orma più sentimentale invece interpreterà una ragazza nerd, accanita lettrice di racconti fantascientifici, nel film “The Spectacular Now” affiancando Miles Teller, futuro compagno di riprese in “Divergent”. Il boom arriverà però con il primo capitolo della saga della Roth, che la renderà ben presto un’icona adolescenziale degna di nota con la sua ribelle Tris. Percorso già battuto da Kristen Stewart e da Jennifer Lawrence il suo, che si rivela anche stavolta una scelta vincente. Decisioni di questo tipo danno in seguito modo alle attrici di raddoppiare le proposte dei produttori e di avere numerose occasioni per mostrare le proprie doti recitative, ma soprattutto consentono di vagare da un genere all’altro cambiando cinema e tipologia di target. L’abbiamo visto con l’ultima Stewart di “Still Alice” e con la Lawrence de “Il lato positivo”, interpretazioni molto lontane dal loro personaggio di grido. La Woodley, anche se solo ad un punto mediano del suo percorso, sembra aver preso questa direzione, dando inoltre l’idea di conoscere molte altre carte per porsi al centro dell’attenzione. Lo dimostrano le molte interviste che, tra verginità e risposte ambigue riguardo alla propria sessualità, ci rivelano un lato più provocante e allo stesso tempo misterioso di Shailene, attenta a non farsi dare per scontata.

Una bellezza fuori dagli standard
Dal viso imperfetto ma molto particolare, la giovane sembra spiccare dal panorama delle attrici emergenti del momento, rientrando nelleShailene-Woodley-sexy-per-Glamour-1 bellezze di Hollywood fuori dagli standard classici. Bella senza ombra di dubbio, ma non irraggiungibile, con il suo sorriso desta fin da subito dolcezza e simpatia. Si è però pronunciata contraria alla moda hot del momento rifiutando il “ruolo di protagonista in 50 sfumature di grigio” rivelandosi tuttavia favorevole a scene di nudo nei suoi film futuri, se necessario. Pochi giorni fa, con un solo paio di jeans ha posato in topless per i lettori della rivista Glamour UK.

Oggi e domani
Tagliati i capelli per interpretare la sedicenne affetta da cancro di “Colpa delle stelle” ritorna sul set di “Insurgent” con un nuovo look, pronta per questo nuovo capitolo della saga che sarà visibile nei nostri cinema il 19 marzo 2015. Ma non finisce qui, oltre all’ormai certo terzo capitolo della saga di Divergent, la vedremo molto probabilmente nei panni di Mary Jane nel prossimo “The Amazing Spiderman”.

Insomma, la ragazza non ha intenzione di rimanere con le mani in mano, lavorando sodo per dare pregio al suo nome, e solo nel tempo potrà dirci di che stoffa è fatta. Per ora è piacevole anche solo vederla crescere un film alla volta per saggiarne i progressi, sorprendendoci per il carattere che, nonostante il suo faccino da brava ragazza, sembra abbia da vendere.

gif_animate_separatori_06.gif

∼ Grove

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi