Trilogia Siren di Tricia Rayburn [Il richiamo della sirena]

Tricia Rayburn

Tricia Rayburn vive a Riverhead, New York e attualmente vive nella parte orientale di Long Island con il suo fidanzato e con Murphy un cane pazzerello di razza  shih tzu.
Lei cerca di mangiare verdura al posto delle caramelle, ma, nei suoi momenti di debolezza, ne mangia in quantità.
Ha esordito nel 2007 con il romanzo The Melting of Maggie Bean. Sirene è il primo romanzo che viene tradotto in italiano.

Sito dell’autrice: http://web.me.com/triciarayburn/Tricia_Rayburn/Welcome.html
Blog dell’autrice
: http://triciarayburn.blogspot.com/

 

Trilogia “Siren”;

1. Sirene (isbn:9788856614978)
2. Il richiamo della Sirena (isbn:9788856614985)
3. terzo libro, previsto per l’estate 2012

 

Titolo: Sirene
Autore: Tricia Rayburn
Serie: Trilogia “Siren”; vol. 1
Edito da: Piemme Freeway
Prezzo: 18,00 €
Genere: Young/Adult Fantasy, Urban Fantasy, Sirene
Pagine: 504 p.
Voto:

Trama: A diciassette anni, Vanessa ha paura di tutto: del buio, delle altezze, dell’oceano… ma per fortuna Justine, la sorella maggiore, è sempre al suo fianco per proteggerla e incoraggiarla. Finché una notte, Justine si tuffa da una scogliera e il suo corpo senza vita riaffiora a miglia di distanza dalla loro casa di vacanza di Winter Harbor, nel Maine. Vanessa non riesce a convincersi che la morte di Justine sia accidentale, soprattutto dopo aver scoperto quanti segreti nascondesse la sorella che tutti consideravano irreprensibile. Poi anche il ragazzo di Justine sparisce e nello stesso tempo tutta la cittadina di Winter Harbor comincia a contare numerosi uomini affogati, tutti ritrovati con un enigmatico sorriso stampato sulle labbra. Nel giro di poche settimane, Vanessa scoprirà molte cose: come è morta la sorella, le dolcezze e i rischi dell’amore, e qualcosa di sconvolgente sulla propria natura…

Citazione: Quindi esisteva una spiegazione per quello che era successo due anni prima, quando per la prima volta avevo sentito cantare le Sirene. C’era una spiegazione per quello a cui non avevo più voluto pensare, ma che non potevo dimenticare. Il cielo si oscurò, come se le nuvole fossero precipitate in mare. Ripresi il controllo del mio corpo e senza pensare mi lasciai cadere sulle ginocchia, sul fondo della barca. Con le mani appoggiate al bordo, mi sporsi in avanti, guardando l’acqua a pochi centimetri dalla mia faccia. La pioggia increspava la superficie, eppure io vedevo il fondo chiaramente, come se il sole brillasse e il mare fosse liscio come ghiaccio. E poi i miei occhi. Li avevo sempre considerati di un colore indefinibile, né blu né verde. In quel momento, invece, forse perché li guardavo con attenzione per la prima volta, mi sembravano diversi. Mi sembravano brillare come due monete d’argento. Immersi i polpastrelli nell’acqua, poi i polsi, i gomiti e mentre le mie lacrime si mescolavano alla pioggia mormorai: “Mi dispiace… Mi dispiace tanto…”

Recensione
di Nasreen

Sirene” è il primo libro della trilogia young adult “Siren” di Tricia Rayburn, trilogia in cui l’autrice è stata in grado di mescolare sapientemente il thriller, il romance e il soprannaturale. Probabilmente potrebbe essere definito come un “paranormal thriller” anche se è vagamente riduttivo vista la componente romance che si fa sempre più accentuata da metà romanzo in poi.

Dopo l’era dei vampiri, dei licantropi e, la più recente, degli angeli arrivano le “Sirene”, probabilmente una delle figure mitologiche più affascinanti del nostro immaginario, non a caso furono già narrate da Omero in passato.

Alle Sirene prima verrai, che gli uomini
40 stregano tutti, chi le avvicina.
Chi ignaro approda e ascolta la voce
delle Sirene, mai più la sposa e i piccoli figli,
tornato a casa, festosi l’attorniano,
ma le Sirene col canto armonioso lo stregano […]

Vanessa e Justine, sorelle, passano ogni estate al lago in compagnia di Caleb e Simon. Justine, bellissima, solare e coraggiosa al limite della follia ama Caleb. Vanessa a causa del suo passato si ritrova ad aver paura di tutto, dal buio, all’altezza per finire all’acqua. Infine Simon, il meteorologo del gruppo, nonché fratello maggiore di Caleb, si prende cura di tutti.

Tutto sembra perfetto, un’estate come tutte le altre almeno fino a quando, a seguito di una lite, Justine scappa dalla casa sul lago e sparisce per tutta la notte. La ritroveranno, giorni dopo, affogata.

Vanessa, da sempre attaccatissima a Justine che ama quasi più di ogni altra cosa, si ritroverà immersa in una profonda disperazione, attribuendosi la colpa della morte della sorella. Dopotutto era stata colpa sua se si era scatenata la lite che aveva spinto, per chissà quale motivo, sua sorella a volersi buttare dallo scoglio in piena notte seguendo non si sa quale istinto di ribellione.

La morte di Justine, però, mostrerà a Vanessa un lato della sorella che non avrebbe mai sospettato, bugie ed omissioni che la portano a chiedersi quanto, in realtà, conoscesse la ragazza.

Tornare al lago per scoprire qualcosa di più sul gesto inspiegabile della sorella sarà il primo passo che compirà Vanessa nel tentativo di riavvicinarsi e di comprenderla; peccato che al suo arrivo scoprirà che anche Caleb è scomparso.

Così Vanessa e Simon finiranno per mettersi alla ricerca di Caleb, l’ultimo ad aver visto viva Justine e che sembra essere letteralmente scomparso nel nulla… Almeno fino a quando, Vanessa, non scoprirà che qualcun altro, prima del loro arrivo a Winter Harbor per le vacanze, aveva messo gli occhi addosso a Caleb…

“Sirene” è un bellissimo thriller fatto di mistero, suspance e corpi sorridenti che vengono rinvenuti, tutti nello stesso punto in cui fu ritrovato quello della giovane Justine.

Per quale motivo tutti questi uomini sono morti con il sorriso sulle labbra? E per quale motivo Caleb sembra voler sfuggire al fratello e a Vanessa?

Non sveliamo nulla se affermiamo che, in qualche modo, saranno coinvolte delle sirene in questa serie di eventi inspiegabili. Non aspettatevi belle donne, metà umane e metà pesce,  dalla voce incantevole e le lunghe chiome mosse dalle brezze marine, le sirene di Tricia camminano sulla terraferma, spietate e incredibilmente vendicative.

Lo stile di Tricia Rayburn è elegante, incisivo e diretto, capace di incantare il lettore pagina dopo pagina e trascinarlo negli abissi della storia senza mai permettergli di riprendere fiato, fra un colpo di scena e l’altro.

I personaggi sono tutti curati benissimo, dai principali ai secondari, e questi, benché giovani, non si muovono mai con irrazionalità  (spesso giustificata dagli autori proprio con la giovane età) facendo in modo da rendere il libro godibilissimo anche per un lettore più adulto che non si trova un’intero romanzo unicamente concentrato sulla storia d’amore di turno.

I rapporti fra i protagonisti sono tutti molto equilibrati e approfonditi, come il bellissimo rapporto di Justine e Vanessa che neanche la morte sembra spezzare; davvero dolcissimo.

In alcuni punti la narrazione si fa poco chiara (ma non sappiamo se è per una questione di traduzione o altro), soprattutto inizialmente risulta un po’ difficile collocare le scene nello spazio temporale, ma è una problema subito superato, visto che da quel momento in poi  il romanzo inizia a ingranare alla perfezione.

Alcuni punti rimangono irrisolti o meglio “rimandati” dall’autrice al prossimo romanzo ma nonostante ciò, volendo, il libro potrebbe anche essere considerato autoconclusivo. Il finale è aperto ma consente un’ampia libertà al lettore al punto che si lascia liberamente “immaginare” e “plasmare” come meglio crediamo… Se non altro fino all’uscita del prossimo!

Un romanzo consigliato, a tutti, dal finale adrenalinico e mozzafiato. Non aspettatevi niente di scontato da Tricia Rayburn, ve ne pentireste.

Titolo: Il Richiamo della Sirena
Autore: Tricia Rayburn
Serie: Trilogia “Siren”; vol. 2
Edito da: Piemme Freeway
Prezzo: 17,00 €
Genere: Young/Adult Fantasy, Urban Fantasy, Sirene
Pagine: 310 p.
Voto:

Trama: Niente è tornato normale da quando Vanessa Sands ha scoperto che la sorella maggiore è stata uccisa dalle sirene nelle gelide acque del Maine e che tutto quello che pensava di conoscere della sua famiglia è solo un cumulo di bugie. Simon, il suo adorato Simon, sembra essere l’unica persona di cui potersi fidare. Eppure nella vita di Vanessa esistono dei segreti che non può confessare neppure a lui. Per esempio la sua vera natura, o i dubbi a proposito dei suoi sentimenti dopo aver conosciuto Parker, il ragazzo più desiderato di tutto il liceo. Vanessa non si è mai sentita più sola, eppure è costretta a mettere da parte i propri problemi perché le sirene di Winter Harbour si sono liberate dalla loro prigione di ghiaccio e sono tornate a cercarla.

Recensione
di Nasreen

Il Richiamo della Sirena è il secondo romanzo della serie “Siren” di Tricia Rayburn, trilogia paranormal thriller che aveva già conquistato molti consensi con il suo primo volume “Sirene”.

In Sirene appariva già evidente che l’autrice non aveva nessun interesse a portare avanti lo schema fantasy dei recenti young adult che consisteva nella bella di turno contesa, indecisa, o tutte e due le cose, fra i due protagonisti maschili di turno.

In Sirene il paranormale è così intimamente intrecciato con la realtà e l’aspetto investigativo (seppur portato avanti da una ragazza e non dalle forze dell’ordine) che in alcuni tratti ci dimentichiamo perfino di star leggendo un fantasy. Ma sono le Sirene le protagoniste di questa serie e, ben lontane dalle figure Disney di riferimento a cui tutti potremmo ricollegarci, queste non tarderanno a ricordarlo anche nel secondo romanzo. Sono Sirene: ammalianti, affascinanti ma anche terribili e spietate.

Vanessa, dopo aver fermato le Sirene responsabili della morte di sua sorella maggiore, si rende conto che nel suo passato si nasconde qualcosa di decisamente oscuro, qualcosa che minaccia di distruggere irrimediabilmente i ricordi felici delle giornate in famiglia, ricordi conservati molto gelosamente.

Eppure il suo bisogno di acqua salata in continuazione, la sua capacità di affascinare gli uomini ed il fatto che improvvisamente il resto del mondo sembri vederla come una delle donne più belle del creato, non sono certamente degli indizi ma delle semplice prove di quello che aveva già intuito: suo padre è un traditore e lei è una sirena.

Ma come fare a scoprire qualcosa del suo passato? Come sopravvivere alla sua mutazione e continuare la sua vita da umana senza venir schiacciata dalla sua nuova condizione? Come non perdere Simon, il ragazzo che ama?

Eppure, mentre Simon e Caleb sembrano essere convinti che le Sirene siano state perdute, lei e Paige (ragazza conosciuta in Sirene, nonché figlia umana di una delle sirene assassine), continuano a vederle ovunque mentre strani fenomeni si verificano intorno a loro… Saranno realmente riuscite a fermare Zara, Raina e le altre?

Il Richiamo delle Sirene è decisamente il degno seguito di Sirene, un romanzo intrigante e coinvolgente ma dalla forte presenza di approfondimenti psicologici tutti incentrati su Vanessa che, testardamente, non si arrenderà ai limiti della sua nuova condizione ed è del tutto intenzionata ad avere la meglio e scoprire tutto il possibile sul suo passato.

Nella seconda metà del romanzo vedremo, al centro, l’evoluzione del rapporto tra Vanessa e Simon che sarà tutt’altro che idilliaco, l’arrivo di un nuovo personaggio che contribuirà a complicare notevolmente le cose (no, non avremo un triangolo, tranquilli!) e il ritorno delle Sirene che, ovviamente, non state minimamente fermate dal ghiaccio. Forse giusto un po’ rallentate.

Ci saranno anche sconvolgenti scoperte, conosceremo nuovi lati dei nostri personaggi, arrivi imprevisti e tante lacrime.

Un romanzo di approfondimento, forse di passaggio, ma in ogni caso ricco di colpi di scena che faranno battere il cuore e cattureranno il lettore dalla prima all’ultima pagina.

Un fattore molto positivo? L’assenza del consueto sentimento di claustrofobia che generalmente accompagna i romanzi in cui la protagonista, a caccia della verità, viene continuamente tenuta all’oscuro e finisce per finire nei guai. Tricia Rayburn è stata in grado di scrivere un romanzo paranormal, dai tratti romance – seppur lievissimi -, ma con una carica adrenalinica, tipica dei thriller, che conquista. I personaggi sono delineati in modo chiaro, semplice ma tuttavia accurato in ogni loro aspetto e l’evoluzione di questi è molto concreta e coerente con i fatti e le vicende che li vedono protagonisti. Non ci sono forzature ed il suo stile è fluido, fresco ed accattivante.

Una conferma della bravura dell’autrice correlata da una bellissima copertina anche se il prezzo, per 300 pagine scarse, è sicuramente poco competitivo con i suoi 17,00€ suonati.

Lascia un commento

35 risposte a “Trilogia Siren di Tricia Rayburn [Il richiamo della sirena]”

  1. Giada ha detto:

    Sono la prima? Beh devo dire che sto rincorrendo un pò ovunque questo libro e spero che questa sia la volta buona:) Anche se li amo dei vampiri ormai se ne sta parlando fin troppo e anche di licantropi e ora sta iniziando il fenomeno fate perchè non provare quindi le sirene?:)

  2. Arianna1989 ha detto:

    Ecchimè 😀 e come si fa a non partecipare?? ^^

    Un libro fuori dal comune per quanto riguarda la tematica, che si distanzia dagli altri oramai sullo stesso genere e stile di vampiri, licantropi e altro…

    Questo libro mi ha sempre attirato anche per la sua copertina devo dire… davvero intrigante.. forse anche per l'utilizzo di quel particolar azzurro per gli occhi…

  3. Arimi ha detto:

    Finalmente un figura fantasy un pò diversa dal solito!

    Le sirene fin'ora non sono state trattate molto…e poi io non so come considerarle…da una parte c'è la dolce Ariel e dall'altra le perfide tentatrici della mitologia…sono curiosa di vedere in che ruolo sono raccontate in questo romanzo.

    E poi in questo libro leggendo l'articolo mi è sembrato di capire che ci sia anche un bel tocco giallo!! Tutte queste morti misteriose con il sorriso…

    Speriamo di vincerlo!!

  4. Emy ha detto:

    Avevo accantonato l'idea di comprare questo romanzo perchè lascia poco spazio alla parte fantasy privilegiando l'aspetto thriller della storia, ma visto che ci sono altri aspetti positivi (personaggi ben curati, rapporti approfonditi e tanta suspance) partecipo volentieri 🙂

  5. endimione birches ha detto:

    mi piace molto questa recensione, ero abbastanza indecisa su questo libro, avevo paura di essere di fronte ad un nuovo insoddisfacente capitolo di YAdultismo…invece mi sono etusiasmata letteralmente!! Speriamo e grazie per l'opportunità!

    • Nasreen ha detto:

      Sono contenta di essere riuscita a schiarirti le idee su questo libro ^^ A me è piaciuto molto! Una vera sorpresa…

  6. Anita Consoli ha detto:

    Salve! Conosco questo libro da qualche giorno e devo dire che da ciò che ho sentito dire si potrebbe rivelare per me, un romanzo davvero complicato. L'intreccio tra vita e morte, la conoscenza di questa in età adolescenziale, il mistero che celano le profondità marine, sono tutti elementi davvero interessantissimi, capaci di coinvolgermi. Spero tantissimo di poter avere la fortuna di poter vincere questo splendido libro di Tricia Rayburn ^^ Incrocio le dita ^^

  7. I love books ha detto:

    ciao 🙂 è destino che io riesca a capire poco per volta la vera essenza di questo libro: pensavo che le sirene intese dall'autirce fossero davvero come quelle di Omero! Ok, non mi aspettavo la Sirenetta, sia chiaro xD Ora la questione si fa ancora più interessante, fremo di curiosità!!

    Fra

  8. Lally ha detto:

    E' un libro con una trama intrigante…fino ad ora ho letto molte recensioni positive che consigliano caldamente questo libro…Non so perchè ma la figura delle sirene mi lascia un pò perplessa, ma per dissipare i miei dubbi cosa c'è di meglio se non leggere un libro che parli proprio di queste creature mitologiche?

    Partecipo a questo giveaways incrociando le dita e sperando perchè più sento palare di questo libro più il mio scetticismo diminuice 🙂

    • pikkolacoco ha detto:

      Scusate ho sbagliato a scrivere il nick XD siccome quasi dappertutto ho Lally ho sbagliato xD

      Lally sono io scusate.

  9. Max88 ha detto:

    Non ero molto convinta di questo libro quando è uscito, pensavo che fosse il solito young adult con la solita storia d'amore con la solita protagonista sventurata, ma la tua recensione mi ha illuminato!! Non avrei mai pensato a una trama trhiller con parti romance e soprannaturali… Se non vinco la copia sicuramente lo comprerò!!!

  10. Simo ha detto:

    Penso che questo libro sia molto piacevole ed istruttivo, mi ha colpito particolarmente e vorrei approfondire il discorso dei rapporti equilibrati …cosa che ai giorni nostri pare vengano sempre meno

    Sicuramente le storie d'amore hanno sempre il loro fascino misterioso.

  11. Sara4x4 ha detto:

    Fin'ora non ho ancora letto nulla sulle sirene e sono proprio curiosa di saperne di più su questi esseri marini che io trovo davvero affascinanti 🙂

    La trama mi sembra originale e vista la recensione positiva sono sempre più convinta a volere questo libro. Per ora tenterò col GA poi se non vinco vedrò se riesco a comprarmelo. Grazie mille per l'iniziativa^__^

  12. Selly ha detto:

    Non ho ancora letto nulla sulle sirene… ma di questo libro ho letto diverse recensioni positive! Queste sirene vendicative di Winter Harbor mi intrigano!

    Il mix di thriller romance e paranormal poi è il mio genere quindi potrebbe proprio piacermi! Incrocio le dita e mi affido alla fortuna! ^_^

  13. mammasuperabile ha detto:

    pesante se qualcuno muore dopo che ci hai litigato!

    la trama sembra interessante anche perchè, come giustamente detto da voi, è un filone mitologico non ancora esplorato a fondo!

  14. missmarilux ha detto:

    eccomi qua!a ritentare la sorte 😛

    cerco questo libro da un bel pò proprio perchè "stufa" dei soliti libri un pò tutti troppo uguali legati all'urban fantasy.E devo dire che la recensione conferma le mie aspettative:non ho mai immaginato che in questo libro ci fossero sirene in stile Ariel anzi.

    Le stesse sirene nelle varie leggende non sono mai dolci e tenere ma cattive,bastarde e perfide!XD

    Altresì guardando la cover non posso far a meno di ripensare a Selina Penaluna (altro libro di "sirene" particolarissimo),sarà forse l'immagine scelta(un pochino si assomigliano) o forse per l'atmosfera,magari e' una sensazione sbagliato mia ,ma non so perchè mi ricorda troppo quel libro…cmq staremo a vedere!devo assolutamente leggerlo XD

  15. Miriam ha detto:

    L'idea di un "paranormal thriller" mi incuriosisce tantissimo. Amo sia il thriller che il paranormale perciò la combinazione è davvero appetibile.

    Non ho mai letto un romanzo che avesse per protaginste le sirene, questo dalla recensione sembra molto promettente anche perchè adoro i libri che riescono a tenere il lettore incollato alle pagine!

    P.S. inserisco il codice del banner nel mio sito ma non visualizzo correttamente l'immagine! Qualcuno può aiutarmi?

  16. acqua ha detto:

    che mistero questa sorella maggiore che scompare nell'oceano..mi ispira tantissimo questo libro..le sirene sono una figura mitologica che mi attrae molto..poi la trama sembra quasi un giallo!

    speriamo di vincere!

    • Nasreen ha detto:

      In effetti si tratta di una paranormal thriller… quindi sì, a livello tecnico almeno, si tratta di una giallo ^__^

  17. Valentina ha detto:

    Sembra intrigante, specialmente per quel "morire con il sorriso sulle labbra".

    Ho avuto subito l'impressione che le sirene in questione siano ben lontane dalle fiabe Disney e Co., piuttosto le vedo vicine al mito originario e a Omero, come scrivi appunto anche tu nella recensione; era ora che si mostrasse la loro "vera" natura! Poi le sirene rappresentano il fascino femminile per eccellenza: belle quanto spietate, dolci quanto feroci.

    Un altro aspetto rilevante sarà sicuramente il rapporto tra le sorelle: mi aspetto che sia più profondo e commovente di una qualsiasi storia d'amore (e poi, finalmente qualcosa di diverso dal solito amore per il belloccio soprannaturale)

    Spero d'avere occasione di leggerlo, intanto provo con il giveaway ^^

  18. bimicky ha detto:

    Leggo l'articolo e mi vengono in mente un paio di cose:

    1) sono stufa di vampiri; benvengano le sirene

    2)difficoltà nella "scorrevolezza" della storia: colpa della traduzione? Mi era già capitato un'altra volta di notare in libri di un certo peso una traduzione che li andava a "rovinare"…Nella mia mente malata sto già pensando di procurarmi l'originale e la versione tradotta!

    3) avrei davvero bisogno di colpi di scena, vorrei davvero mettere alla prova questa giovane autrice. Ho provato a leggere diversi fantasy, ma non riescono a prendermi come vorrei, e da quello che scrivete qua questo libro potrebbe tirarmi fuori dall'oblìo!;-)

    Intanto scarico l'estratto e poi attendo l'opinione di chi lo avrà letto!

  19. Patrizia ha detto:

    Ohh Dei…

    Le sirene mi mancavano, sono una tradizionalista dei vecchi vampiri di anne rice, e l'overload di paranormal prestampato e ricopiato mi sta venendo un pò a noia.

    Visto così se esula un pò dai soliti canoni e dalla spirale sesso/vampiri che luccicano/licantropi adolescenti/ protagonisti lessi e piatti merita di essere letto.

    La questione thriller non mi dispiace, magari porta la trama un pò oltre a dove va sempre a parare il genere ultimamente.

    Vada come vada, sicuro una letta ce la darò non appena ne avrò l'occasione 🙂

  20. […] Altro GiveAway dedicato al libro Sirene. Sirene di Tricia Rayburn A diciassette anni, Vanessa ha paura di tutto: del buio, delle altezze, dell’oceano… ma per fortuna Justine, la sorella maggiore, è sempre al suo fianco per proteggerla e incoraggiarla. Finché una notte, Justine si tuffa da una scogliera e il suo corpo senza vita riaffiora a miglia di distanza dalla loro casa di vacanza di Winter Harbor, nel Maine. Vanessa non riesce a convincersi che la morte di Justine sia accidentale, soprattutto dopo aver scoperto quanti segreti nascondesse la sorella che tutti consideravano irreprensibile. Poi anche il ragazzo di Justine sparisce e nello stesso tempo tutta la cittadina di Winter Harbor comincia a contare numerosi uomini affogati, tutti ritrovati con un enigmatico sorriso stampato sulle labbra. Nel giro di poche settimane, Vanessa scoprirà molte cose: come è morta la sorella, le dolcezze e i rischi dell’amore, e qualcosa di sconvolgente sulla propria natura… […]

  21. Alice Chimera ha detto:

    L'idea di un nuovo genere di Urban Fatasy incentrati sulle sirene non mi dispiace affatto. Vorrei proprio leggerlo per valutarlo!

  22. Elisabetta ha detto:

    Partecipo con piacere! Non ho mai letto niente che riguarda le sirene 🙂 I generi che mi incuriosiscono del libro sono sicuramente il thriller ed il romance più che il soprannaturale però mi chiedo come sia una storia dove le protagoniste appartengono al mondo del fantasy! Io comunque adoro tutto ciò che riguarda gli abissi 🙂

    Ciaooo!!!

  23. macchiolina ha detto:

    Ammetto di aver visto in libreria questo libro in parecchie occasioni e mi ha sempre incuriosito. Eppure non mi sono mai decisa a comprarlo, vuoi per la lista eterna di libri presenti nella mia wishlist, vuoi per la "paura" di iniziare una nuova saga…

    Non mi aspettavo certo di trovare sirenette alla Ariel in questo libro e la recensione me lo conferma… L'aspetto thriller sembra davvero l'elemento predominante (già mi chiedo che cosa possa aver visto/che cosa sappia Caleb *.*) e di sicuro, insieme al fatto che il libro abbia una sorta di finale "a sè"(aka che mi faccia resistere fino alla pubblicazione del seguito senza uccidere nessuno), è un punto a favore^^

    Proviamo^^

  24. Scarlett_87 ha detto:

    Ormai leggo di tutto: dai vampiri ai licantropi, dagli angeli alle fate, non mi resta che cimentarmi anche nelle sirene.

    Vorrei davvero leggere questo libro, è la prima volta che vedo uno young adult dedicato alle sirene e sono curiosa di scoprire come saranno queste nuove creature soprannaturali, girovagando su internet ho letto commenti molto positivi e devo dire che sono curiosa di scoprire se sono fondate o meno.

    Leggendo poi che si tratta di un thriller sono ancora più incuriosita da questa nuova saga.

    Complimenti per la recensione al libro e per il blog.

  25. Marshmallow ha detto:

    Devo ammettere che questo libro m'ha subito incuriosita per la presenza delle sirene, non le ho mai incontrate prima e questo, aggiunto alla tua recensione, non ha fatto altro che incuriosirmi di più xD

    Speriamo bene!

  26. laura tocca ha detto:

    peerche' le sirene sono decisamente piu intelligienti di te e perche i vanpiri fanno sempre le stesse cose.

  27. rebecca ha detto:

    adoro quest libro è bellissimo non vedo l'ora che esca il terzo…

  28. Silvia ha detto:

    Ciao!!!! scusate …ma ho una domanda….il terzo libro non si è più visto!?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi