Teleaddicted: Marvel’s Iron Fist # 1

teleaddicted

separatore

Teleaddicted

per tutti gli amanti delle serie TV

Iron Fist

 

Il quarto difensore Marvel arriva sugli schermi Netflix, preparatevi a conoscere Danny Rand, colui che è destinato ad essere il leggendario Iron Fist

DatiTelefilm

 

Titolo Originale: Marvel’s Iron Fist
Ideatore: Scott Buck
Genere: azione, supereroi, crimine
Stagioni: 1 stagione.
Puntate per stagione: 13
Durata singola puntata: 50-61 minuti
Telefilm: In corso
Paese: U.S.A.
Rete britannica: Netflix
Rete Italiana: Netflix
Lingua Originale: Inglese


VOTO:

separatore cinemaRecensioneù

Non è la serie che mi aspettavo… visto il personaggio.
Iron Fist: si è vociferato molto della serie nei giorni precedenti all’uscita sulla piattaforma Netflix. I critici ne parlavano male, dopo aver visto i primi sei episodi in anteprima, si ipotizzava un possibile calo rispetto alle serie Daredevil e Jessica Jones, In fondo era già avvenuto con Luke Cage che, personalmente, non mi ha dato l’impressione di poter reggere una serie da solo. Iron Fist parte quindi svantaggiato ma, alla fine, i critici avevano ragione?

Ammetto di aver preso molto tempo per scrivere questa recensione ma, ehi sto portando dei nuovi contenuti e qualche sorpresa al blog, 😉 finalmente avete la mia opinione: I critici avevano in parte ragione. 

Iron Fist risulta un ottimo prodotto di intrattenimento che però si prende i propri tempi, rispetto allo standard troppo elevato cui ci hanno abituato le serie Netflix. Di Iron Fist c’è molto poco, si parla molto di Danny Rand. Non fraintendetemi: è un bene che si parli di lui ma penso sia sbagliato dargli molto spazio e poco al suo alter ego supereroe. Prendiamo ad esempio la prima stagione di Daredevil: i momenti con il diavolo di Hell’s Kitchen e dell’avvocato Matt Murdock sono complementari, nessuno supera l’altro e riescono a creare una fusione perfetta. In Iron Fist, no. Sembra come se gli sceneggiatori abbiano pensato di presentare un Danny Rand che ancora non è l’Iron Fist.

Le scene d’azione sono confusionarie e scarne, sembrano messe lì giusto per ricordare allo spettatore che Iron Fist combatte, ma per il resto è una serie eccellente su Danny Rand e sul suo riscatto a New York.

Sui personaggi non ho critiche, come non ne ho sulla regia e sulla fotografia: spettacolari come al solito. Registicamente si riesce a mantenere alti i toni anche se Danny non incute molto timore nel ruolo del guerriero. I rapporti si creano e si trasformano in maniera naturale e mai banale. I personaggi riescono a riappacificarsi anche dopo aver scoperto delle verità scomode, mentre alcuni si allontanano per lo stesso motivo ed è una cosa molto bella da vedere.

Quindi, ricapitolando, gli errori in Iron Fist potevano essere evitati, la storia poteva essere modificata un pochino e poteva essere dato più spazio al lato supereroistico ma, nel complesso, è una serie godibile e interessante. Speriamo che “The Defenders” alzi ancora la qualità.

P.S. In Italiano abbiamo la citazione a Spider-man, solo in italiano… non si sa perché. E la sigla è figa, come tutte (tranne Luke Cage).

By Giupio 

Editing by Fede

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi