Tempest rising by Tracy Deebs

Tracy Deebs, pseudonimo della scrittrice Tracy Wolff, colleziona libri, lauree in inglese, rossetti e si scorda dove si trova (e a volte anche chi è) quando sta leggendo un bel libro. Ha scritto la sua prima storia a sei anni, qualcosa riguardante un principe e un arcobaleno, e a dieci aveva già letto tutti i libri per ragazzi e i classici della sua libreria. Scrive libri di vario genere ed è professoressa di inglese.

Sito dell’autricehttp://tracydeebs.com/

Serie Tempest:

– Tempest Rising, 2011
– Tempest Unleashed, 2012

 “Warriors aren’t the only ones who can kick a little ass, you know. Some maidens can more than hold their own.

Tempest rising” è stato il mio secondo libro avente come protagonista le sirene ed il mondo acquatico (dopo Siren di Tricia Rayburn), e devo dire che queste creature mi risultano un po’ più difficili da amare rispetto a vampiri, licantropi e altri personaggi sovrannaturali.

L’idea di base non si discosta molto dal genere: Tempest è una ragazza nata da madre sirena – che ha abbandonato lei e la sua famiglia sei anni prima – e padre umano. Sa

che a diciassette anni dovrà prendere una decisione, se vivere nel mondo che ha sempre conosciuto, ovvero quello umano, o se abbracciare completamente la sua natura di sirena. Tempest è sicura di voler rimanere completamente umana fin quando cominciano ad accadere strani cambiamenti al suo corpo e incontra il bellissimo e misterioso Kona, che le fa dimenticare il suo ragazzo di sempre, Mark, e la porta in un mondo che Tempest era convinta di odiare. Ben presto la ragazza scopre che c’è un intero regno subacqueo e che una regina cattiva vuole trascinarla dalla sua parte a causa di una profezia.

Il libro contiene parecchi stereotipi: Tempest, la ragazza testarda che non fa che lamentarsi del suo destino, che passa tutto il suo tempo facendo surf con un gruppo di ragazzi attraenti, che ha un ragazzo che la adora ma che tratta male e che riesce ad essere bellissima pur odiando vestiti e trucco. Dall’altra parte abbiamo il meraviglioso Kona, che si innamora perdutamente di lei e che sa cose che continua a tenerle nascoste per il suo bene. Sullo sfondo, Mark, il ragazzo di sempre che cerca in tutti i modi di capire cosa non va in lei e come può aiutarla, il padre comprensivo e dolce, i fratelli scalmanati e le amiche-comparse.

La storia non è impegnativa e vi sono passi, specialmente quelli riguardanti la descrizione dell’oceano, veramente belli, ma continuavo ad avere l’impressione che mancasse qualcosa. Una scintilla che mi facesse veramente appassionare al libro, un’idea nuova e originale. Complessivamente il libro non mi è dispiaciuto e prevedo di leggere il seguito sia perché il finale mi è sembrato un po’ troppo affrettato, sia per le domande rimaste irrisolte.

Lo stile dell’autrice è piacevole per quanto non eccessivamente coinvolgente, o forse è stato solo il mio poco amore per la protagonista a non farmelo apprezzare appieno. Spero migliori nel secondo libro perché ritengo che l’ambientazione marina fornisca veramente molti spunti creativi che possono essere sfruttati nel migliore dei modi. Cosa c’è di più poetico dell’oceano, dopotutto? Il mito delle sirene è affascinante proprio per questo!

In conclusione, Tempest rising è un libro che può piacere agli amanti del genere young adult ed è una serie che può davvero migliorare andando avanti, a mio parere.

Voto:

Titolo: Tempest rising
Autore: Tracy Deebs
Serie: Tempest
Edito da: Walker Books for Young Readers
Prezzo: 8 euro
Genere: young adult, sirene, paranormal romance
Pagine: 352 pag.
Data uscita
: 2011

 

 

Lascia un commento

3 risposte a “Tempest rising by Tracy Deebs”

  1. ayliss72 ha detto:

    ciao, sono rimasta incantata dalla cover, evidentemente le sirene moderne oltre al canto hanno aggiunto i tatuaggi.

    Mi sembra interessante rispetto ai soliti ignoti ( vampiri che io adoro, licantropi, demoni , ecc…) che le sirene compaiano all'orizzonte del paranormal romance.

    Come dici te, incrociamo le dita e speriamo che con i libri successivi si possa migliorare.

    Bye CI

  2. Amyra Hastur ha detto:

    Ammetto anche io di essere rimasta incantata dalla copertina (che per me è importantissima, in un libro). Peccato che sia YA se no gli avrei concesso un tentativo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi