The Book of Raziel di Sabrina Benulis [L’Amore Immortale]

Sabrina Benulis

Sabrina Benulis vive in Pennsylvania, sui monti Pocono, con suo marito Mike. Si è laureata alla Seton Hill University e ha conseguito un master in scrittura creativa. E’ stata educata in scuole cattoliche ed è amante dei libri mitologici, religiosi, fantastici, oltre che di anime e manga. L’amore immortale è il primo episodio di una nuova avvincente trilogia, The Book of Raziel.

Pagina Fan: Sabrina Benulis

 

The Book of Raziel

1. Archon, 2011 (L’amore immortale. Il libro segreto dell’arcangelo, 2012)
2. Covenant (titolo provvisorio), previsto per l’inverno 2012
3. terzo romanzo a seguire

 

Titolo: L’amore immortale
Autore: Sabrina Benulis
Serie: The book of Raziel
Edito da: Newton Compton
Prezzo: 9,90 €
Genere: Fantasy, YA
Pagine: 384 p.
Voto:

Trama: Fin da bambina Angela Mathers è perseguitata da visioni soprannaturali: affascinanti creature alate popolano i suoi sogni e la ossessionano, senza darle tregua, tanto da spingerla a tentare il suicidio, più volte e in molti modi diversi, ma sempre senza successo. Pare proprio che Angela non possa morire. Quando viene dimessa dall’istituto di igiene mentale dove è in cura la ragazza si iscrive all’Accademia Westwood di Luz, esclusiva università vaticana, decisa a iniziare una nuova vita. Ma Luz non è affatto una cittadina tranquilla come sembra: ombre inquietanti si aggirano per le strade in cerca di qualcosa e Angela, con le sue cicatrici e i suoi capelli rosso sangue, non passa inosservata… Divisa tra un nuovo amore che sta sbocciando e le sue antiche ossessioni, Angela, dovrà affrontare la verità su se stessa, perché potrebbe essere proprio lei l’“Insanguinata” di cui parlano le profezie, l’unica creatura in grado di accedere al misterioso libro dell’arcangelo Raziel, decidendo così il destino di angeli e demoni, del Paradiso e dell’Inferno…

Recensione:
di CriCra

«Angela restò a fissare il proprio riflesso, distorto dal vetro. Gli occhi sembravano più grandi e la sua immagine si stagliava su uno sfondo di nubi cupe, minacciose. Nell’illusione ottica, lampi e pioggia si confondevano con i suoi capelli, agitati da un vento brusco e implacabile. Le candele che brillavano alle finestre delle case di fronte le circondavano la testa come una corona di stelle. «Lei sta arrivando. Gira voce che queste tempeste continue, la serie di delitti in città, il mare sempre agitato… siano tutti presagi del Suo avvento. La Rovina si è messa in moto, e l’oscurità scende a darle il benvenuto»

Con questo libro tutto d’esordio da parte di Sabrina Benulis – la quale ha da sempre dichiarato di amare il genere fantasy, epic e gothic –demon1 conosciamo la storia di Angela, una giovane ragazza appartenente alla razza degli Insanguinati. Caratteristiche accomunanti degli Insanguinati sono i capelli di un forte rosso acceso, tanto da sembrare fuoco e sangue allo stesso tempo; esseri seppur umani con capacità straordinarie metapsichiche, come quelle di evocazioni di spiriti, angeli o demoni.   

La storia è ambientata in un futuro lontano, in un mondo alternativo. Dopo essere stata ricoverata per un lungo periodo in un istituto di igiene mentale, dopo aver tentato il suicidio appiccando un incendio in casa, durante il quale i suoi stessi genitori rimasero uccisi, viene dimessa e si trasferisce alla West Wood Accademy, sull’isola di Luz, una  piccola località isolata dal resto del mondo, di appartenenza vaticana, dove oltre ad ospitare gli Insanguinati, ci sono studenti e novizi votati agli studi sacri.

angelaAngela sin da piccola vede nei suoi sogni gli Angeli, in particolare uno, tanto da rappresentarli nei suoi dipinti, amandoli fino al punto di provare in tutti i modi di uccidersi pur di stare con loro.
Infatti ogni volta, ognuno di questi insani gesti fallisce, dato che lei risulta essere invulnerabile alla morte di sua stessa mano, ma non senza uscirne sempre con nuove cicatrici sul corpo che la spingono ad indossare, per l’appunto, lunghi guanti fin sopra i gomiti e calzamaglie pesanti.

Molti sono gli studenti che frequentano questa scuola, portati qui con lo scopo di trovare in mezzo a loro “Archon – la Rovina – la reincarnazione umana dell’ Arcangelo Raziel, che secondo antiche profezie potrà portare la salvezza o la rovina dell’universo intero, assoggettando al suo volere chiunque, compresi angeli e demoni.

All’interno dell’Accademia, Angela incontrerà varie persone – personaggi importanti all’interno della trama – come Nina, una ragazza dalle capacità oniriche particolari, che diventerà subito una sua cara compagna e amica; Sophia, una ragazza dai tratti somatici così delicati che le ricordano le fattezze di una delle bambole di porcellana che lei colleziona, la quale nasconde un mistero profondo e angosciante; Kim, uno studente novizio, molto diverso dagli altri ragazzi, alto, moro, con occhi d’ambra e una oscura origine di nascita. demon

E poi c’è Stephanie, la sua nemesi, una potente strega adottata da un demone oscuro che le fa da madre. Contro di lei Angela ingaggerà una dura lotta, fino a quando verranno alla luce incredibili verità, tra l’alternarsi di apparizioni di splendenti Angeli e mortali Demoni.  

Una storia che racchiude in sé stessa una visione così apocalittica che non si capisce bene chi sia chi, o cosa sia cosa, cadendo un po’ in confusione tanto da non capire se il Bene è diverso dal Male, o se siano sullo stesso livello. Angeli e Demoni sembrano non essere poi tanto dissimili tra loro, dove ad ogni loro passaggio, il male sembra ricoprire ogni cosa, lasciando una scia di sangue e di morte.

Una particolarità che ho trovato molto originale, anche nell’immaginario più assurdo, è la visione che l’autrice da dei suoi Angeli. Essi sono dotati di due paia di ali sulla schiena e anche le orecchie ne hanno un paio – particolare che in effetti è ripetuto un po’ troppo spesso – inoltre possono amare e procreare con i propri fratelli, anche dello stesso sesso. (incestuoso e davvero irreale allo stesso tempo)

israelLeggere questo libro è stato come immedesimarsi nei panni di Dante o di Orfeo, pronti a calarsi nel buio e nelle piaghe dell’inferno, per prendere parte alla visione dell’arrivo di un ipotetico eroe che uccide Il Male Supremo e libera le anime maledette e intrappolate al suo interno.

La lettura, sin dall’inizio, ti porta in questo mondo che è totalmente grigio, cupo, freddo e ammorbante dove non esiste alcun raggio di sole; nessuno è al sicuro e la presenza opprimente della morte è intricata in ogni singola pagina.

Ovviamente chi ama questo genere, dalle tonalità dark e goth, di sicuro ci andrà a nozze, aspettando con entusiasmo, di vedere lo svolgersi della storia, nei prossimi appuntamenti.

 

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi