The Client List – Telefilm

 

teleaddicted

The Client List – Clienti speciali

 

Ultimo prodotto della bella e talentuosa Jennifer Love Hewitt, già conosciuta precedentemente per i più famosi So cosa hai fatto e  Ghost Wisperer. La Serie tv è tratta da un libro, a sua volta tratto da una storia vera. Ne è stato tratto anche un film, sempre interpretato da Jennifer.

 Scheda Info

Titolo: Clienti Speciali.
Titolo Originale: The Client List
Ideatore: Jordan Budde
Genere
:  Drammatico
Stagioni:1 stagione
Puntate per stagione: 10
Durata singola puntata
: 40 minuti
Telefilm: In Corso
Paese
: America
Rete americata:
LifeTime
Rete Italiana
: Fox Life.
Lingua Originale:  Inglese

Interpreti: Jennifer Love Hewitt, Colin Egglesfield, Cybill Shepherd, Loretta Devine.

In Italia dal: 15 Agosto 2012 – Finito il: ####

Voto: 

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=in8izPErxEo

Trama: Riley è una donna con un marito disoccupato, due figli e il mutuo da pagare. Tutto cambia quando il marito, spinto dal dolore di non riuscire a mantenere la famiglia, la lascia svanendo nel nulla. Mentre Riley cerca lavoro, per caso incontra una vecchia amica del liceo che la indirizza verso una SPA, dicendole che stanno cercando esattamente “una come lei”. Riley si ritrova così catapultata nel mondo delle massaggiatrici, scoprendo però che la SPA nasconde ben più di un segreto e non fa solo massaggi ordinari.

Recensione
di Macci_Mellow

The Client List è il nuovo progetto in cui si è buttata come produttrice Jennifer Love Hewitt, aggiudicandosi anche la parte di protagonista Riley. Ma che dire di questa ultima perla? Nulla di buono.
La trama sarebbe potuta essere un ottimo pretesto per uscire dagli schemi di un attrice bellissima e talentuosa, ma che rasenta ormai uno stereotipo. Nonostante il cambio di ambientazione, la protagonista sembra essere rimasta la stessa di Ghost Whisperer; le dinamiche, che dovrebbero essere un pretesto per mostrare una gamma di introspezione molto più densa, vengono banalizzate, facendo sì che il tutto scada in un buonismo assolutamente fuori luogo.
I clienti che pagano per averla sono sempre  giovani e  belli, (perché si sa che chi paga per fare sesso deve essere sicuramente bello e prestante), ma lei si differenzia dalle altre massaggiatrici attraverso degli extra, in quanto li ascolta e riesce a vedere la solitudine che molti di loro mascherano.
Cercano di far passare il lavoro più vecchio del mondo in una specie di esperienza sociologica, dove chi ha un cuore grande come Riley è capace di salvare matrimoni e far sentire meglio le persone.

Le situazioni proposte si distaccano totalmente dalla vita reale: il marito la lascia e lei è forte e tranquilla, niente pianti, nessuna disperazione, qualche lacrimuccia e poi solo sogni per far apparire l’attore che interpreta il marito (l’onnipresente Kyle che se non nominano almeno tre volte non è finita la puntata!), costretto a queste comparsate giusto per fargli dire “sei una puttana!” così da rendere chiaro quanto lei si senta in colpa.
Mai espediente fu più scadente.

Lo ribadisco ancora una volta: si ha l’impressione di guardare una puntata di Ghost Wisperer dove anziché fantasmi lei fa ragionare i clienti; ma in che modo? Facendogli la paternale. Lei giudica chiunque le sia accanto; la madre, l’amica, il cognato, le altre ragazze della SPA… e la adorano tutti.
Lei sgrida i clienti. Clienti che si scusano perché la donna che hanno pagato per del sesso, li sgrida.
Cos’è? La versione Disney della storia di una prostituta?

L’unico che si salva in questa accozzaglia di buonismo è il fratello del marito, innamorato da sempre della cognata, sempre pronto a darle una mano, che non approfitta della situazione anche se ne avrebbe la possibilità.

Insomma, Jennifer Love Hewitt, non esce dal suo schema di brava ragazza pronta a salvare i rapporti, che siano tra fantasmi e esseri umani o tra persone vive. Non vi è una vera profondità, i sentimenti sembrano fittizi, la fiducia e il rispetto che incute in tutti è sconcertante. Da semplice massaggiatrice diventa in poco tempo perfino socia di questo centro e lei, tanto moralista, tanto pronta a sputare sentenze sulla gente come se la sua fosse l’unica verità, affronta con completa serenità il fatto di vendere il suo corpo.

Questo telefilm, in definitiva, è una fusione tra Settimo Cielo e una qualsiasi altra serie della Hewitt, con un tocco di trama appariscente per tentare di salvare la apparenze, nulla di più.
Non è un buon prodotto nemmeno per un pomeriggio piovoso in cui non si ha nulla di meglio da fare.

Collegamenti con altre opere

Film per la televisione: La lista dei clienti (The Client List), regia di Eric Laneuville

Info e Curiosità

Visto che Jennifer Love Hewitt ha dovuto mostrarsi molto spesso in lingerie ha fatto una dieta per riacquistare il peso forma.
Per pubblicizzare la serie tv, Jennifer Love Hewitt ha posato in lingerie e ha messo le foto sul suo Twitter.

Lascia un commento

0 risposte a “The Client List – Telefilm”

  1. […] magari con buoni sentimenti buttati qua e là e mal gestiti. Insomma una cosa alla The Client List (qui la nostra recensione). Ma mi sbagliavo.Basta una puntata per capire che la storia non è leggera, […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi