The Girl in the Clockwork Collar by Kady Cross

Kady Cross è lo pseudonimo della scrittrice di best seller Kadrin Smith, che vive nel Connecticut col marito e una marea di gatti. Quando non scrive, segue qualche tutorial su You Tube relativo al make up, mangia cibo vietnamita e canta in una rock band.

Sito dell’autricehttp://www.kadycross.com

Serie Steampunk Chronicles:

– The strange case of Finley Jane (racconto)
– The girl in the steel corset
– The girl in che clockwork collar.

Vorrei parlare in generale di questa saga, e non solo di quest’ultimo libro, perchè secondo me ha i numeri per diventare una serie di culto, per quanto sempre di Young Adult si tratti (ma si sa che io sono prevenuta verso questo tipo di libri).

Lo steampunk, come sapete, e cito da wikipedia, è un filone della narrativa fantascientifica che introduce una tecnologia anacronistica all’interno di un’ambientazione storica, spesso ottocentesca, e le cui storie descrivono un mondo anacronistico e a volte ucronico, con computer analogici che possono funzionare a vapore. Un modo per descrivere l’atmosfera steampunk è riassunto nello slogan “come sarebbe stato il passato se il futuro fosse accaduto prima”.

Nel primo libro conosciamo Jane Finley, strana ragazzina incrocio tra Bella Swam e Mr. Hyde (quello del Dr. Jekyll, per capirci). Lei e il suo gruppo di ragazzini particolarmente dotati li avevamo incontrati alle prese con un cattivo che sembrava uscito da quel vecchio film anche un po’ bruttino che era “La lega degli uomini straordinari”. Tale The Machinist, che ci aveva anche portato a conoscere un po’ meglio sia lei che Griffin, ma soprattutto Jack Dandy, a mio parere assieme ad Emily uno dei personaggi più interessanti.

Nel secondo romanzo ci spostiamo dalla Londra vittoriana alla New York del 1897 e sicuramente il personaggio che ho amato di più, in assenza di Dandy, è stato Tesla (sì, proprio lui, quel Tesla, lo scienziato – e non il gruppo musicale degli anni ’90).

I protagonisti di questo secondo romanzo sono Jasper, che avevamo già incontrato, e Mei, alla quale lui dovrà salvare la vita,  perché minacciata dal suo precedente amico Dalton. Inoltre, possiamo continuare ad osservare l’evolversi del rapporto tra Griffin e Jane, che, come direbbero gli inglesi, walk on the razor edge per quanto riguarda il suo lato oscuro.

Punto di forza di questa serie sono certamente l’ambientazione, i marchingegni fantastici e questa Londra vittoriana che, per un’amante come me del genere recency, è uno spasso! Anche la New York del secondo libro regge bene, e inoltre le due copertine sono favolose.

Punto debole, invece, sono i personaggi: un po’ troppo “vecchi dentro” per essere adolescenti (o giovani adulti, come prevederebbe il genere). Infine, il triangolo sentimentale – no, non l’avevo considerato – che trovo un’invenzione tipica di questo genere non è propriamente il massimo, anche perchè un lato ce lo siamo perso per strada…

Si ringraziano Netgalley e Harlequin per la preview

Voto:

Titolo: The girl in the clocwork collar
Autore: Kady Cross
Serie: Steampunk Chronicles
Edito da: Harlequin
Prezzo: 8.24 euro (Kindle ed.)
Genere: young adult
Pagine: 416 pag.
Data uscita
: 22/5/2012

 

 

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi