The Land of Stories Series di Chris Colfer [La Terra delle Storie. L’incantesimo del Desiderio #1]

Chris Colfer

Christopher Paul “Chris” Colfer (Clovis, 27 maggio 1990) è un attore, sceneggiatore, cantante, regista, scrittore e produttore cinematografico statunitense, noto principalmente per il ruolo di Kurt Hummel nella serie televisiva Glee, per il quale ha vinto il Golden Globe come miglior attore non protagonista. Nel 2011 è stato inserito nella lista delle 100 persone più influenti redatta ogni anno dall’importante rivista Time.
Nasce a Clovis, California, è di discendenza irlandese. Ha frequentato la Clovis East High School. Dalla metà del settimo grado sino alla fine dell’ottavo è costretto a studiare a casa per colpa dei troppo frequenti atti di bullismo per via del suo orientamento sessuale.
Durante il periodo del liceo partecipa al Speech & Debate program dove vince il titolo di Campione di dibattito, stabilendosi al 9º posto alla Competizione Statale di Interpretazione Drammatica, frequenta il Club di Teatro, il National FFA Organization, è il presidente del Club di Scrittura, editore del giornalino scolastico e capo di Destination ImagiNation.
L’ultimo anno di liceo scrive, interpreta e dirige una parodia di Sweeney Todd intitolata “Shirley Todd”, in cui il sesso dei personaggi viene invertito. Una delle sue vere esperienze scolastiche è stata successivamente trasformata in una sub-plot per il suo personaggio in Glee, quando gli insegnanti di scuola superiore gli negano la possibilità di cantare “Defying Gravity” dal musical Wicked, perché è tradizionalmente cantata da una donna.
Il suo primo ingaggio è nella produzione teatrale di The Sound of Music nel ruolo di “Kurt”. Partecipa anche a West Side Story.
All’età di diciotto anni debutta nel cortometraggio Russel Fish: The Sausage and Eggs Incident, dove interpreta il protagonista Russel Fish, un goffo studente che deve passare alcuni faticosi test per essere ammesso alla Harvard University.
Colfer sarà protagonista nel 2012 del film Struck by Lightning, scritto e diretto da lui stesso e prodotto insieme a David Permut (Youth in Revolt). Colfer ne ha scritto anche la sceneggiatura. Il film è stato girato durante la pausa degli impegni di Glee, nell’estate del 2011.
L’8 giugno 2011, Colfer firma un contratto per scrivere due libri per bambini, il primo dei quali, The Land of Stories, è uscito nelle librerie il 17 luglio 2012.

The Land of Stories Series;

1. La Terra delle Storie. L’Incantesimo del Desiderio (isbn: 9788817066679)
2. The Land of Stories – The Enchantress Returns
3. Inedito

 

Cliccare sui titoli della trilogia per arrivare direttamente alla recensione.

 

Titolo: L’Incantesimo del Desiderio
Autore: Chris Colfer
Serie: The Land of Stories Series; vol. 1
Edito da: Rizzoli
Prezzo: € 15.00
Genere: Young Fantasy, Urban Fantasy, Favole Classiche, Favole Moderne
Pagine: 400 pag
Voto: http://i249.photobucket.com/albums/gg203/nasreen4444/SognandoLeggendo/5Astelle.png
  

TramaQuando i gemelli Alex e Conner ricevono in regalo il libro La Terra delle storie per il loro dodicesimo compleanno, non sanno ancora quale incredibile avventura li aspetti. Il volume raccoglie le fiabe più famose, quelle che li hanno accompagnati per tutta l’infanzia. Nulla di speciale, all’apparenza. Presto però i ragazzi scoprono che si può entrare nelle pagine di questo magico libro e così si ritrovano tra Cenerentola, Biancaneve e gli altri. I personaggi delle fiabe che incontrano sono tutti cresciuti. Cappuccetto Rosso è diventata una regina, Riccioli d’Oro una criminale in fuga, Cenerentola aspetta un bambino… Alex e Conner vorrebbero tornare nel loro mondo, ma non è affatto semplice.

Età di lettura: da 10 anni

Recensione
di Nasreen

Il 12 giugno è arrivato nelle librerie italiane un romanzo per giovanissimi (età di lettura: 10 anni) molto particolare. Attesissimo dai più grandi, in quanto fan dell’ormai famoso Chris Colfer – attore nella serie televisiva GLEE, ormai alla sua quarta stagione, nei panni di Kurt Hummel -, e una piacevolissima sorpresa per i più piccini, The Land of Stories, si è rivelato fin dalle prime pagine un piccolo capolavoro fiabesco.

Cover originale

Seppur l’età di lettura di questa fiaba sulle fiabe sia dai 10 anni in su, sarà impossibile anche per un adulto non lasciarsi catturare dallo stile delicato e ammaliante di Colfer, nonché dalla sua incredibile bravura nel saper prendere, amalgamare e arricchire alcune fra le più belle e conosciute favole famose in tutto il mondo.

Biancaneve, Raperonzolo, Cappuccetto Rosso, Cenerentola, La Sirenetta, Il Principe Ranocchio, Riccioli D’oro, Jack e il fagiolo magico… Impensabile non lasciarsi letteralmente conquistare, pagina dopo pagina, da questa storia che ci permetterà di riassaporare il significato pedagogico delle fiabe, magari sbiadito negli anni, e scoprirne lati nuovi e rinnovati dalla fervida immaginazione dell’autore che ci farà conoscere lati e aspetti dei caratteri dei personaggi, nostri amici d’infanzia.

Biancaneve con il suo insano desiderio d’affetto per la Matrigna cattiva, Cenerentola con la sua dolcezza e fiducia nel prossimo e la Bella Addormentata con la sua infinita saggezza, dovuta al lungo sonno dei 100 anni. E conosceremo la superficialità di una Cappuccetto Rosso viziata ed egocentrica, nonché il coraggio e la tenacia di Riccioli d’Oro, la fuorilegge, che combatte la Banda del Grande Lupo Cattivo a suon di colpi di spada in groppa al suo cavallo.

Clicca per ingrandire

Ma come è riuscito Chris Colfer a creare un’unica grande favola, che coinvolgesse tutti i questi personaggi, senza alterare, se non minimamente, la trama di nessuna delle storie originali? Tutto inizia con Biancaneve che, in preda ai sentimenti, si reca nelle prigioni del castello per parlare con la Matrigna Cattiva, chiedendole spiegazioni per il suo comportamento. Biancaneve desidera l’amore della Matrigna, l’ha sempre desiderato, e proprio non riesce a concepire gli attentati alla sua vita orditi dalla donna. Non ci saranno lacrimevoli riappacificazioni, niente di tutto questo, ci sarà, bensì, una storia. La storia di cui nessuno parla, di cui nessuno si interessa: la storia della Matrigna Cattiva.

Cosa succede quando si inizia a chiederci il “perché” del comportamento dei Cattivi delle favole? Dove termina il limite fra buoni e cattivi, fra bene e male? È questo che Colfer si ripromette di affrontare in questo suo primo volume della serie The Land Of Stories, e lo fa in modo un po’ contorto, facendo un lungo giro e travestendo il suo intento principale con il semplice racconto di una favola nuova che unisca quelle già conosciute e lette. In realtà il suo obiettivo sarà proprio quello di raccontare e dare voce alla storia che nessuno ascolta mai, quella che non viene chiesta e che nessuno vuol sentire: La Storia dei Cattivi.

Per fare ciò coinvolgerà due bambini, gemelli, del nostro mondo che, a seguito della dolorosa perdita del padre per un incidente, si ritroveranno a fare i conti con la dura realtà, fatta di privazioni e adulta consapevolezza. Le favole, che sempre hanno rappresentato un elemento importantissimo nella loro vita grazie al padre, librario, che riusciva sempre a raccontare loro qualche nuova storia, sono diventate ora un mezzo per sfuggire alla realtà. E sarà proprio quello che accadrà quando, un giorno, magicamente, entrambi finiranno risucchiati nel vecchio libro di favole che la Nonna ha regalato loro per il dodicesimo compleanno.

Il desiderio di tornare a casa li spingerà a una caccia al tesoro per la Terra delle Storie, alla ricerca di tutti gli ingredienti per un importante e ormai perduto incantesimo, guidati solo dalle parole di un vecchio diario che sembra contenere tutti gli indizi necessari per poterli trovare.

Purtroppo qualcun altro sembra sulle tracce di questi otto magici ingredienti e per i Gemelli Bailey le cose si faranno decisamente più complicate e pericolose, ma, si sa, nelle favole se si è abbastanza puri di cuore arriva sempre qualcuno in grado di dare un mano…

Secondo volume, in uscita in America

Il romanzo di Chris Colfer è una dolcissima scoperta, qualcosa di già letto, ovviamente, ma riproposto in uno stile così delicato e innovativo che cattura fin dalle primissime pagine. Impossibile non chiedersi “Ma dove vuol andar a parare?”. Scoprire i nuovi volti, quelli già noti e le caratteristiche regalate a questi dal giovane scrittore diventa l’obiettivo principale del lettore, accanto al desiderio di scoprire come faranno i gemelli a cavarsela fra mele avvelenate e punte di fusi incantati. Le scarpette si infrangeranno, le damigelle in pericolo si salveranno coraggiosamente da sole e uno Specchio Incantato sarà ben più che un semplice oggetto magico, se non un protagonista silente di una storia che si snoda interamente intorno a lui, e per Lui.

Veramente una bellissima favola, magari con qualche ingenuità qua e là, ma che non può non essere letta e apprezzata per tutto ciò che è in grado di ritrasmettere e regalare ai più piccini, e non solo. Decisamente consigliato.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi