The Mortal Instruments di Cassandra Clare [Città delle anime perdute #5]

Cassandra Clare

Cassandra Clare (Teheran, 27 luglio 1973) è una scrittrice statunitense, autrice di romanzi fantasy. Nata a Teheran da genitori statunitensi trascorse la sua infanzia in giro per il mondo visitando Francia, Inghilterra e Svizzera. Stabilitasi negli USA, a Los Angeles, completò qui gli studi presso la Windward School e lavorò come giornalista dividendosi tra la California e New York in vari giornali e tabloid di spettacolo come “The Hollywood Reporter”.Lei è inoltre amica della scrittrice Holly Black e i suoi libri occasionalmente menzionano personaggi dei libri della Black e viceversa, come Val e Luis di Le fate sotto la città.

 

Serie “The Mortal Instruments”
1. Città di ossa
2. Città di cenere
3. Città di vetro
4. Città degli angeli caduti
5. Città delle anime perdute
6. City of Heavenly Fire (previsto, in America, per il 2014)

 

Titolo: Shadowhunters – Città di Ossa
Autore: Cassandra Clare (Traduttore: F. Paracchini)
Serie: The Mortal Instruments, vol. 1
Edito da: Mondadori (Collana: Chrysalide)
Prezzo: 17,00 €
Genere: Fantasy, Licantropi, Demoni, Vampiri
Pagine: 528 p.
Voto:
   

Trama: La sera in cui la quindicenne Clary e il suo migliore amico Simon decidono di andare al Pandemonium, il locale più trasgressivo di New York, sanno che passeranno una nottata particolare, ma certo non fino a questo punto. I due assistono a un efferato assassinio a opera di un gruppo di ragazzi completamente tatuati e armati fino ai denti. Quella sera Clary, senza saperlo, ha visto per la prima volta gli Shadowhunters, guerrieri, invisibili ai più, che combattono per liberare la Terra dai demoni. In meno di ventiquattro ore da quell’incontro la sua vita cambia radicalmente. Sua madre scompare nel nulla, lei viene attaccata da un demone e il suo destino sembra fatalmente intrecciato a quello dei giovani guerrieri. Per Clary inizia un’affannosa ricerca, un’avventura dalle tinte dark che la costringerà a mettere in discussione la sua grande amicizia con Simon, ma che le farà conoscere l’amore….

Recensione
di Nasreen

Lo ammetto sinceramente quando mi è stato consigliato questo libro non ne volevo sapere di leggere qualcosa di Cassandra Clare, soprattutto perché temevo di incappare in una mega fanfiction, visto che la Clare (ex Cassandra Claire) era esattamente questo: una scrittrice di fanfiction di Harry Potter, finché non ci fu una grande accusa di plagio a proposito della sua saga Draco’s Veritas.

Quindi, partendo da queste premesse, questo libro è finito nella mia libreria perché mi è stato regalato (visto che non ne volevo proprio sapere) e lì è rimasto fermo per quasi quattro mesi. Alla fine, per disperazione, mi sono imposta di leggerlo. Ammetto senza riserve che sono rimasta colpita molto positivamente. Forse perché sono partita con delle aspettative ridicolamente basse, ma questo libro mi ha letteralmente conquistata.

Probabilmente non sarà una pietra miliare del fantasy, però sono certa che questa saga della Claire sarà ricordata molto positivamente anche in futuro. Un fantasy brillante, scorrevole, innovativo (benché siano presenti anche qua alcuni cliché generici del mondo fantasy) e decisamente coinvolgente. I personaggi sono ben caratterizzati e, una volta tanto, lo sono tutti.

La trama procede in modo scorrevole ed incalzante verso un finale apparentemente scontato ma decisamente rivelatore, e lascia piacevolmente soddisfatti, anche se leggermente amareggiati per chi aveva subito individuato la loro ‘coppia’ da tifare. Abbiamo una piccola ‘eroina’ che testardamente va avanti nella ricerca del suo passato senza essere una dea super-intelligente e super-potente che non ha bisogno di niente e di nessuno, un cattivo come si deve (finalmente!!!) e, non dimentichiamo, il ‘bello’ che non è bellissimo e irraggiungibile, ma ‘bello e sfrontatamente brillante’. Caldamente consigliato per tutti gli amanti del genere.

 

Titolo: Shadowhunters – Città di Cenere 
Autore: Cassandra Clare (Traduttore: R. Belletti)
Serie: The Mortal Instruments, vol. 2
Edito da: Mondadori (Collana: Chrysalide)
Prezzo: 17,00 €
Genere: Fantasy, Licantropi, Demoni, Vampiri
Pagine: 472 p.
Voto:
   

Trama: Clary Fray vorrebbe soltanto che qualcuno le restituisse la sua vecchia, normalissima, vita. Ma non c’è niente di normale nella tua vita se puoi vedere licantropi, vampiri e altri Nascosti, se tua madre è in un coma magicamente indotto e tu scopri di essere uno Shadowhunter, un cacciatore di demoni. Se Clary si lasciasse il mondo dei Cacciatori alle spalle avrebbe più tempo per Simon (forse più di un amico, ormai). Ma è il mondo dei Cacciatori che non è disposto a lasciar andare lei, soprattutto Jace, il suo affascinante, permaloso fratello appena ritrovato. Per Clary l’unico modo di salvare la madre è inseguire Valentine, il cacciatore ribelle, che è probabilmente pazzo, sicuramente malvagio e anche, purtroppo, suo padre. A complicare le cose, a New York si moltiplicano gli omicidi dei figli dei Nascosti. E la città diventa sempre più pericolosa, anche per uno Shadowhunter come Clary…..

 

Recensione
di Nasreen

Ho avuto il piacere di iniziarlo e finirlo in un giorno. Questa saga mi ha veramente appassionata e coinvolta come poche volte è accaduto in passato.

Posso dire che, visto le aspettative che avevo Cassandra Clare, le ha superate nettamente regalandoci un secondo capitolo che cattura, coinvolge e dove, non mi stancherò mai di dirlo, abbiamo un ‘cattivo’ come dio comanda!

Sono veramente entusiasta di questo libro e non vedo l’ora di leggere il terzo! Simon, Clary e Jace sono un triangolo particolare in cui  si gettano e si ritirano seguendo i loro cuoricini da adolescenti… un urban fantasy con una spolverata di ‘rosa’ che rende il tutto più interessante, invece che stucchevole che accade di solito. Assolutamente consigliato agli amanti del genere.

Titolo: Shadowhunters – Città di vetro 
Autore: Cassandra Clare (Traduttore: M. C. Leardini)
Serie: The Mortal Instruments, vol. 3
Edito da: Mondadori (Collana: Chrysalide)
Prezzo: 17,00 €
Genere: Fantasy, Licantropi, Demoni, Vampiri
Pagine: 570 p.
Voto:
   

Trama: Per salvare la vita di sua madre, Clary è costretta ad andare nella Città di Vetro, l’antica capitale degli Shadowhunters, i Cacciatori di demoni… e non importa che entrare senza autorizzazione nella città sia contro la Legge e infrangere la Legge possa significare la morte, per lei. Come se non bastasse, la ragazza scopre che Jace (suo fratello, e molto più di un fratello, in realtà) non la vuole assolutamente in città e che il suo amico Simon è stato chiuso in carcere dagli Shadowhunters, che guardano con estremo sospetto un vampiro che sopporta la luce del sole. Con il malvagio Valentine che mette in campo tutto il suo potere per distruggere la stirpe degli Shadowhunters, l’unica possibilità dì sconfiggerlo è che i Cacciatori di demoni combattano fianco a fianco con i mortali nemici di sempre, i Nascosti. Ma è possibile che gli eterni avversari mettano da parte l’odio per lavorare finalmente insieme?….

 

Recensione
di Nasreen

Premessa altamente soggettiva: hanno cambiato lo stile delle copertine tentando di catturare l’attenzione, ma l’unico risultato ottenuto è quello di renderle mortalmente anonime. Errore, grandissimo errore. Ed ora passiamo alla mia recensione.

Come il precedente libro di questa trilogia, posso dire senza mezzi termini di averlo letteralmente divorato in un solo giorno e di esserne rimasta assolutamente soddisfatta.

Gli intrighi e le rivelazioni si sono susseguiti con una velocità incalzante, tale che non mi ha permesso di abbandonare questo libro nemmeno per un momento.

In definitiva, posso dichiararlo come il migliore della triade, soprattutto per lo spessore dei personaggi e per la maturazione che la scrittrice ha raggiunto.

Disperazione, amore, gelosia, ira… nessuno dei personaggi si è comportato MAI in modo scontato o prevedibile, hanno agito di cuore, di istinto, svelando al lettore, pagina dopo pagina, una fitta rete di intrighi che, alla fine, lo costringerà a trattenere il fiato più di una volta.

La protagonista, così assolutamente ‘umana’, e suo ‘fratello’ sono i personaggi meglio caratterizzati, ma non posso non fare un inchino alla Clare per il ‘cattivo’: assolutamente folle, meschino e manipolatore, insomma il cattivo perfetto!  Dopo tanto tempo mi sono trovata di nuovo a leggere di un cattivo che desiderassi davvero annientare, il che, per uno scrittore, è una grande soddisfazione.

Fino alla fine posso dire di non aver neanche lontanamente immaginato come si sarebbero svolti gli eventi anche se, lo ammetto, ho sperato fino in fondo in questo finale. Ora mi è stato regalato ed io non potrei essere più soddisfatta.

Titolo: Shadowhunters – Città degli angeli caduti
Autore: Cassandra Clare (Traduttore: M. Carozzi)
Serie: The Mortal Instruments, vol. 4
Edito da: Mondadori (Collana: Chrysalide)
Prezzo: 17,00 €
Genere: Fantasy, Licantropi, Demoni, Vampiri, Young Adult
Pagine: 476 p.
Voto:
   

Trama: La guerra è conclusa e Clary è tornata a New York, intenzionata a diventare una Cacciatrice di demoni a tutti gli effetti. E finalmente può dire al mondo che Jace è il suo ragazzo.

Ma ogni cosa ha un prezzo. C’è qualcuno che si diverte a uccidere gli Shadowhunters, e ciò causa fra Nascosti e Cacciatori tensioni che potrebbero portare a una seconda, sanguinosa guerra. Simon, il migliore amico di Clary, non può aiutarla. Sua madre ha scoperto che è un vampiro e lui non ha più una casa. E, come se non bastasse, esce con due ragazze bellissime e pericolose, nessuna delle quali sa dell’altra. Quando anche Jace si allontana senza darle spiegazioni, Clary si trova costretta a penetrare nel cuore di un mistero che teme di svelare fino in fondo: forse è stata lei a mettere in moto la terribile catena di eventi che potrebbe farle perdere tutto ciò che ama.
Jace compreso.
Amore. Sangue. Tradimento. Vendetta.
La posta in gioco non è mai stata così alta per gli Shadowhunters…

 

Recensione
di Nihal

Finalmente anche in Italia è uscito il quarto volume della serie Shadowhunters, La città degli angeli caduti. Non voglio riaprire la polemica sulla copertina che impazza sul web da quando la Mondadori ha deciso di sostituire quelle originali americane, a mio avviso molto più adatte allo spirito del libro, con queste che seguono invece la moda delle copertine fantasy italiane: tutta scura con un’immagine che spicca al centro, anch’essa poco colorata.

Quello che voglio rimproverare alla casa editrice è il pessimo lavoro di editing che è stato fatto sul libro: la traduzione non è male, anche se Simon è passato da “Diurno” a essere  “Daylighter”, il testo, però, è pieno di errori di ogni genere, non solo di stampa ma anche grammaticali (rabbrividisco solo a pensare alla quantità di articoli che non concordano con la parola che segue), per non parlare di personaggi che non c’entrano niente con la scena descritta, che appaiono improvvisamente per declamare una battuta, erroneamente attribuita a loro, per poi sparire di nuovo senza lasciare traccia. A parte gli scherzi, mi sembra davvero intollerabile un trattamento del genere da parte di una delle maggiori case editrici del paese, considerando soprattutto il tempo che hanno avuto per lavorarci, l’importanza del libro e il prezzo a cui lo vendono.

Ma ora torniamo a occuparci della storia. Devo dire di aver trovato questo libro piuttosto fiacco rispetto agli altri della serie, meno ironico, anche se a tratti ugualmente esilarante. Da una parte abbiamo Clary alle prese con l’addestramento da Shadowhunters e il rapporto con Jace che diventa ogni giorno più difficile: c’è qualcosa che tormenta il ragazzo, qualcosa di oscuro che incombe su di lui e che lo porta a chiudersi e allontanarsi dalla ragazza che ama per proteggerla. Dall’altra abbiamo Simon, il Daylighter, un alleato prezioso, un vampiro che rinnega la sua natura e che dovrà scontrarsi a poco a poco con la dura verità: non può fingere per sempre di essere normale, anche se può camminare alla luce del sole e anche i suoi amici dovranno rendersene conto visto che, nonostante sappiano che sia un vampiro, continuano a considerarlo il Simon di sempre.

Come al solito, la Clare tocca argomenti importanti come l’integrazione, la difficoltà di accettare se stessi e di trovare il proprio posto nel mondo, la diffidenza nei confronti di chi è diverso nonostante abbiate combattuto la stessa guerra fianco a fianco. La narrazione è coinvolgente e ricca di colpi di scena, con un finale che ti lascia col fiato sospeso e il desiderio di avere tra le mani il prossimo libro per vedere come la storia continuerà.

 

Titolo: Shadowhunters – Città delle anime perdute
Autore: Cassandra Clare (Traduttore: M. Carozzi)
Serie: The Mortal Instruments, vol. 5
Edito da: Mondadori (Collana: Chrysalide)
Prezzo: 17,00 €
Genere: Fantasy, Licantropi, Demoni, Vampiri
Pagine: 549 p.
Voto:
   

Trama: Lilith, madre di tutti i demoni, è stata distrutta. Ma quando gli Shadowhunters arrivano a liberare Jace, che lei teneva prigioniero, trovano soltanto sangue e vetri fracassati. E non è scomparso solo il ragazzo che Clary ama, ma anche quello che odia, suo fratello Sebastian, il figlio di Valentine. Un figlio determinato a riuscire dove il padre ha fallito e pronto a tutto per annientare gli Shadowhunters. La potente magia del Conclave non riesce a localizzare né l’uno né l’altro, ma Jace non può stare lontano da Clary. Quando si ritrovano, però, Clary scopre che il ragazzo non è più la persona di cui si era innamorata: in punto di morte Lilith lo ha legato per sempre a Sebastian, rendendolo un fedele servitore del male. Purtroppo non è possibile uccidere uno senza distruggere anche l’altro. A chi spetterà il compito di preservare il futuro degli Shadowhunters, mentre Clary sprofonda in un’oscura furia che mira a scongiurare a ogni costo la morte di Jace? Amore. Peccato. Salvezza. Morte. Quale prezzo è troppo alto per l’amore? Di chi ci si può fidare, quando peccato e salvezza coincidono? Ma soprattutto: si possono reclamare le anime perdute?

Recensione
di Luce84

Finalmente sono riuscita a leggere l’ultimo libro di Cassandra Clare, da me tanto atteso soprattutto visto com’era finito il libro precedente, e devo dire che ne è valsa assolutamente la pena!
Sono poche le saghe che riescono a coinvolgermi così totalmente nella loro trama e l’autrice è veramente molto brava a catturare l’attenzione, soprattutto grazie ai suoi famosi colpi di scena (chi ha letto almeno un libro sugli Shadowhunters lo sa benissimo!).
Confesso che, come al solito, mentre leggevo non riuscivo a trattenere le mie emozioni e, come sempre, avrei voluto prendere a male parole l’autrice a un certo punto del libro per il colpo che mi ha fatto prendere.
Razionalmente, passata la foga della lettura, mi rendo conto che è proprio questo a rendere i suoi libri così speciali.

La trama inizia con la ricerca, da parte del conclave, di Jace, sparito dopo un incantesimo di Lilith che lo ha legato al suo peggior nemico, Sebastian. Quando Clary e gli amici del ragazzo vengono a sapere che la ricerca è stata abbandonata per problemi più urgenti e decidono di cercarlo da soli, il libro inizia a stupirti ad ogni passaggio.

Clary come al solito dimostra coraggio da vendere rischiando tutto per amore, compresa la sua stessa vita, intrufolandosi nella tana del nemico, per star sì vicino a Jace, ma soprattutto per capire a cosa è dovuto il suo cambiamento e per carpire quali sono i piani del fratello. Credetemi quando vi dico che l’autrice è molto brava a confondere le acque, e io non sarei mai arrivata a capire cosa aveva in mente Sebastian!

Quanto a Sebastian, finalmente si inizia a sapere qualcosa di più su di lui, soprattutto attraverso gli occhi di Clary. Secondo me il suo personaggio è stato costruito benissimo e alla fine si riescono a percepire le sue motivazioni, la sua reale solitudine e la sua malvagità. Vero è che, nonostante in qualche punto sembri quasi umano e susciti una sorta di empatia, la realtà è sempre molto più complessa di quello che sembra.

Ovviamente il sostenitore del piano folle di Clarissa non poteva che essere Simon. In questo libro più che mai ha un ruolo veramente fondamentale e, nonostante i suoi problemi personali, non perde mai l’occasione per stare al fianco della sua migliore amica, aiutandola come e più che può! Inutile dire che lo adoro, è sicuramente uno dei miei personaggi preferiti (insieme a Jace, ma quello era scontato!).

Tralasciando la vicenda Jace-Sebastian-Clary, l’autrice è molto brava a trovare lo spazio per scrivere anche degli altri personaggi. Mi è piaciuto soprattutto entrare nella mente di Alec e capire come una persona apparentemente forte arrivi a sentirsi inferiore e a percorrere strade che non avrebbe mai immaginato di intraprendere, ricorrendo agli alleati più improbabili.
Altra cosa che ho apprezzato tantissimo è intravedere finalmente anche il lato umano di Isabelle, che in precedenza avevo sempre trovata altezzosa e antipatica. È bello vedere come anche lei possa avere dubbi e scoprire che, all’occorrenza, è capace di mettere il bene degli altri davanti a se stessa.

Di questo libro poche cose non mi sono piaciute: la prima è la copertina: l’immagine scelta e l’accostamento di colori non mi hanno fatto impazzire, anzi diciamo che non mi hanno convinto per nulla. Di sicuro la copertina originale è molto più incisiva e azzeccata rispetto a quella che è la trama del libro.
L’altro difetto è che nella traduzione è sfuggito sicuramente qualche errore qua e là e questo alle volte disturba la lettura. La trama può essere coinvolgente quanto vuoi, ma se la lettura viene interrotta per cercare di capire il senso di una frase non puoi che esortare la casa editrice ed il traduttore a prestare più attenzione!

Per concludere posso solo aggiungere che non vedo l’ora di avere il capitolo conclusivo di questa saga tra le mani! Visto il finale inaspettato sono sicura che l’autrice ci regalerà grandi sorprese e che ci lascerà col fiato sospeso fino alla fine!

Non perdetevi lo speciale di Sognando Leggendo dove potrete trovare la traduzione di alcuni capitoli inediti!
Se vi interessa dovete solo cliccare qui:
http://sognandoleggendo.net/blog/?p=28901

Lascia un commento

4 risposte a “The Mortal Instruments di Cassandra Clare [Città delle anime perdute #5]”

  1. […] Cercheremo di rispettare l'ordine di ricezione/acquisto dei libri. Prossimamente – USCITE 2010: Aggiornato al 12/06/2010 – USCITE 2011: Aggiornato al 12/06/2010 Guestbook Leggi e/o Firma ilGuestbook! Gemellaggi […]

  2. Joyo ha detto:

    sto aspettando l'arrivo dei primi due libri e l' entusiasmo è cresciuto notevolmente dopo la tua recensione…spero di non dovermi ricredere…ti aggiornerò!

  3. Nasreen ha detto:

    Sono felice che tu li abbia presi! vale davvero la pena!

    Fammi sapere cosa ne pensi, poi!

  4. […] Shadowhunters – [Ragazzi] – [Recensioni Libri] – [ […]

  5. Jess ha detto:

    Ho letto questi tre libri in 40 ore, senza potermene staccare.. Li ho adorati!! Finalmente una saga in cui i cattivi sono davvero cattivi e i buoni sono sono superuomini!!!

    Non vedo l'ora di leggere CoFA (che esce in USA il 5 Aprile 2011)!!!

    • Nasreen ha detto:

      Anche io lo spero. Purtroppo il seguito di questa trilogia la Mondadori ha deciso di non pubblicarla! C'è una petizione (che puoi trovare nella sezione petizioni, nella colonna i destra) se vuoi aiutarci vota anche tu ^^

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi