THE OPPOSITE BOOK TAG

booktag

..::BOOK TAG::..
THE OPPOSITE BOOK TAG

Son tornata con un altro tag, il tag degli opposti! Eh sì ragazzi i tag sono divertenti e veloci da fare perciò vi rimpinzerò di tag in questo periodo gente, perché la scuola mi tiene super impegnata e seppur io riesca a leggere abbastanza nonostante lo studio, non trovo davvero il tempo di scriverne le recensioni.

1. Primo libro nella tua collezioneUltimo acquisto

Ricordo bene che i miei primi libri furono i librottini della disney o quelli della Pimpa, in seguito poi aggiunsi via via Geronimo Stilton, Giulia B, la sterminata serie di Daisy Meadows sulle fate dell’arcobaleno, della festa, degli animali e chi più ne ha più ne metta!

Mentre per quanto riguarda l’ultimo acquisto vi cito la saga di Twilight di cui ho acquistato Life&Death a prezzo pieno e New Moon e Breaking Dawn su libraccio fra i reminders a 9€ invece di 19, spinta da una mia cara amica che mi ha regalato Eclipse. Inutile dire che è stato un buon acquisto perché desideravo tantissimo quei libri ma pessimo perché la saga mi sta facendo un tantino schifo.

2. Un libro economicoUn libro costoso

Un libro che ho acquistato a soli 4€ e quindi è stato per me un volume molto economico ma che di listino costa circa 18€ è Il miniaturista di Jessie Burton, libro letto a settembre/ottobre di quest’anno che mi è piacuto e non mi è piaciuto. Vi ho già dato un parere un po’ approssimativo nel mio tag natalizio: è un libro che se trovato usato o comunque a poco prezzo, consiglio di leggere perché ha una bellissima edizione e una trama molto originale, ma la narrazione è davvero lenta, di difficile immedesimazione. Non sono per niente entrata in empatia con i personaggi, il finale mi ha lasciato davvero a bocca asciutta, insoddisfatta!

Risultati immagini per il libro dei personaggi harry potterPer quanto riguarda invece il libro costoso vi parlo del mio regalo dei 18 anni da parte dei miei genitori, Il libro dei personaggi di Harry Potter, un libro tutto da sfogliare, davvero da sbavo ma per la modica cifra di 45€!

 

3. Un libro con un protagonista maschile/Un libro con una protagonista femminile

In questo contesto ho deciso di citarvi due personaggi non facenti parte di saghe o romanzi fantasy: per il personaggio maschile vi cito il protagonista di Siddharta, un libricino che ho amato letteralmente e che mi ha fatto venire la voglia immensa e ancora insoddisfatta di leggere altro di Hesse nonostante lo abbia letto da quasi un anno ma spero di provvedere almeno entro il 2017.

Risultati immagini per veronika decide di morire libroPer la protagonista femminile invece vi cito Veronika di Veronika decide di morire di Coehlo, un libro che inizialmente non mi stava davvero piacendo ma verso la fine ho compreso tutti i significati intrinsechi di cui erano impregnate le pagine, un libro molto filosofico contro ogni mia aspettativa e con un finale davvero a sorpresa!

4. Un libro che hai letto velocemente/Un libro mattone

Il libro che a parità di pagine ho letto più velocemente nella mia vita è stato Promessi Vampiri di Beth Fantaskey, 24 ore per circa 500 pagine! Penso di avervi già parlato per il mio immotivato amore per questo libro, lo so lo so è infantile e sciocco ma è un libro che davvero ho amato, l’ho letto due volte e sarei pronta a rileggerlo domani!

Risultati immagini per dracula libroPer il libro mattone vi cito invece purtroppo Dracula che non mi è proprio piaciuto e ho impiegato un paio di mesi a leggerlo un paio di anni fa! 

5. Una cover bella/Una cover bruttaRisultati immagini per h/h banana yoshimoto

Vi parlo di una strana combo per questa domanda: Teardrop di Lauren Kate ha una copertina splendida e che in foto non rende bene la sua meraviglia, ma il contenuto è davvero spazzatura allo stato puro!

H/H della Yoshimoto invece ha una copertina orrida ma i due raccontini contenuti al suo interno sono secondo me davvero validi. Nel solito stile onirico e cupo, impregnato di realismo magico tipico dell’autrice, e perciò non per tutti, ma sicuramente ciò che c’è dentro è meglio di ciò che c’è fuori nel caso della nostra cara Banana!

6. Un libro di uno scrittore italiano/Un libro di uno scrittore straniero

Ho scelto per l’autore italiano un libro a carattere storico, La sposa normanna di Carla Maria Russo, un libro letto per scuola un paio di anni fa ma che ho amato inaspettatamente e che ci racconta della bella Palermo alla fine del XII secolo, la storia di Costanza D’Altavilla, il suo infausto destino e quello del suo figliol prodigo.

Immagine correlataPer il libro dello scrittore straniero ho voluto citare una delle pochissime graphic novel da me mai lette, Nimona di Noelle Stevenson, che ho per giunta letto in inglese! Una storia bellissima, originale, scorrevole, disegni carinissimi, nulla da dire, davvero consigliatissima anche per chi vuole iniziare a leggere in lingua, visto anche che in italiano costa un occhio della testa!

7. Un libro sottile/Un libro spesso

Per il libro sottile vi porto una delle mie ultime letture, Ieri di Agota Kristof. Dopo aver letto Trilogia della città di K, ho spasmodicamente cercato gli altri suoi scritti, scoprendo che ha scritto quasi esclusivamente raccolte di racconti (che io odio). Ho perciò comprato uno dei suoi unici romanzi a parte la celebre trilogia, un libricino di nemmeno 100 pagine che però non mi ha convinta pienamente. Certo per essere una storia così breve, ottimo sviluppo, finale davvero bellissimo ma non so, c’è stato un tassello mancante nel puzzle.

Risultati immagini per il ragazzo con gli occhi bluPer il libro spesso invece vi cito uno degli unici thriller psicologici che io abbia mai letto (e che amo e vorrei prossimamente rileggere), Il ragazzo con gli occhi blu di Joanne Harris, una biografia sotto forma di blog di un criminale davvero particolare. Un librone di quasi 500 pagine ma che vale ogni minuto (e ogni centesimo) speso!

Risultati immagini per la fattoria degli animali8. Un romanzo/Un libro di non-fiction

Per il romanzo vi parlo di un’altra lettura recente, un grande classico di Orwell, la fattoria degli animali e della distopia che ho adorato, per la scorrevolezza, per lo stile di scrittura, per il modo raccapricciante ma fin troppo realistico di rappresentare ciò che tuttora è la nostra politica, un libro davvero che chiunque dovrebbe leggere!

Risultati immagini per come nascono le medicinePer il non-fiction invece vi parlo di un libricino letto per scuola ma che mi è piaciuto molto perché scritto in maniera semplice e comprensibile e dai contenuti davvero interessanti, Come nascono le medicine di Maurizio D’Incalci e Lisa Vozza, un libretto appunto su come nasce un farmaco, a partire dal problema da risolvere, passando per la pubblicità, i finanziamenti, le sperimentazioni fino ai banchi delle farmacie.

9. Un libro romantico/Un libro pieno d’azione

Per quanto riguardo un libro romantico, io non leggo quasi nessun Romanzo rosa, perciò ho cercato di dare un senso alla domanda un po’ differente; Teorema Catherine di John Green parte con un ragazzo che sviluppa (o almeno ci prova) un teorema sullo svolgimento delle relazioni amorose, per prevederne la fine, la durata e i vari fattori concomitanti, più romantico di così si muore!

Per il libro ricco di azione invece vi porto il primo capitolo di una saga. Non ho mai letto i seguiti perché il primo non mi piacque particolarmente ai tempi ma ricordo che era un libro super movimentato, zero noia, zero momenti morti, ricordo che adoravo il protagonista, un giovane solitario e misterioso, di romanticismo nemmeno l’ombra, solo continua e martellante azione!

10. Un libro che ti ha reso triste/Un libro che ti Risultati immagini per non lasciarmi libroha reso felice

Per il libro che mi ha reso felice vi cito il mio preferito di Shakespeare, Sogno di una notte di mezza estate, un’opera davvero divertente e come ovvio per questo grande genio, scritta benissimo! In un pomeriggio me la son divorata e mi ha strappato davvero tanti sorrisi.

Per quanto riguarda invece il libro triste vi parlo di Non lasciarmi di Ishiguro, ne ho fatto anche una recensione comparata con il film (QUI), ho amato questo libro e quando l’ho finito ero davvero triste, o forse più che triste abbattuta, pensierosa, malinconica, una miscela esplosiva di sensazioni che mi ha lasciata un po’ a terra per qualche giorno, un romanzo bellissimo, davvero da leggere!

Eccoci arrivati alla fine anche di questo tag.  Spero abbiate scoperto qualche titolo nuovo o che abbiate trovato qualche opinione interessante su qualche romanzo, o semplicemente spero di avervi tenuto compagnia un pochino, strappandovi un sorriso o una riflessione 🙂

By AuriCrem

Editing by CriCra

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi