TheBestAutor #2 – J. K. ROWLING

TheBestAutor #2
J.K. Rowling

Eccoci ragazzi con una nuova ed emozionante rubrica! Ho deciso di iniziare una nuova “serie” di articoli, nei quali vorrei parlarvi dei miei autori preferiti, che hanno influito in modo indelebile nel mio modo di leggere e di rapportarmi alla lettura! Parlerò di autori del passato e contemporanei, a prescindere dal genere. Un piccolo viaggio nel mio passato di lettrice… Restate sintonizzati con SognandoLeggendo

😉

In questa seconda puntata vorrei parlarvi di una scrittrice che, oltre a rivoluzionare il mio personale modo di lettura, è riuscita a far sognare un’intera generazione… JK Rowling!

Prima giusto due paroline sulla vita di questa straordinaria autrice:

Benché abbia sempre dichiarato di essere nata a Chipping Sodbury, la sua città di origine è Yate, vicino Bristol. I suoi genitori, Peter James Rowling e Anne Volant Rowling, all’epoca diciottenni londinesi, si incontrarono per caso su un treno che partiva dalla stazione King’s Cross a Londra diretto a Arbroath in Scozia. Durante la sua infanzia, Joanne dimostra una notevole e spiccata fantasia, divenendo autrice di numerosi racconti: a sei anni scrisse la storia di Rabbit, un coniglio malato di morbillo, mentre a dodici anni scrisse un romanzo che trattava di sette diamanti maledetti.

Fu sempre un’ottima studentessa, ma nella parte liceale dei suoi studi, studierà molto per diventare la più brava della classe. In questo periodo, infatti, conosce numerose persone che ispireranno diversi personaggi potteriani: il preside delle elementari diventa Albus Silente, il suo migliore amico, alla guida di una Ford Angila, sarà ispiratore del rosso Ronald Weasley e il suo professore di biologia, con cui non ha mai avuto brillanti rapporti, sarà d’ispirazione per il personaggio di Severus Piton.

Dopo la fine della scuola, lavora per Amnesty International e va in Portogallo, dove conosce suo marito e futuro padre di sua figlia. Sfortunatamente il matrimonio dura poco e lei si ritroverà sola e senza lavoro a crescere una bambina. Da questo momento buio della sua vita, la scrittrice ha estratto la figura dei Dissennatori, creature che “risucchiano la pace, la speranza e la felicità dall’aria che li circonda”.

Finalmente però, nel 1997, il grande successo con il libro “Harry Potter e la pietra filosofale” che ne decreta l’inizio della carriera e l’ascensione della grande scrittrice tra i “big”.

Ed ecco l’inizio dell’avventura:

“Le andrebbe un ghiacciolo al limone?”
“Un che?”
“Un ghiacciolo al limone. E’ un dolce che fanno i Babbani: io ne vado matto”.

Questa è una delle frasi che mi fa più sorridere nel primo libro della serie di Harry Potter, mi immagino proprio la professoressa Mc Granitt che prova a mangiare un ghiacciolo =)

Ma a parte gli scherzi, ho davvero adorato questo libro, ha un significato letterario e anche affettivo per me, e vorrei che tutti provassero ciò che ho provato io nel leggerlo (mica per nulla ho regalato la mia intera serie, corredata di film,  ai miei nipoti, e chi  mi conosce sa quanto tenga ai miei libri).

La serie comincia con un ragazzino, costretto a subire ogni tipo di ritorsione, per il solo fatto d’esistere dai famigliari della madre, dal dormire nel sottoscala, a dover indossare i vestiti di 4 taglie più grandi, dismessi dal cugino Dudley. Questo semplicemente perché sua madre e suo padre erano dei maghi, e la famiglia che lo accoglie, quella della sorella di sua madre Petunia, è invece la classica famiglia che deve sempre essere superiore e più normale possibile al confronto delle altre del vicinato (e già quì, la mia simpatia per Harry va direttamente alle stelle).

Ma Harry è il degno figlio dei suoi genitori ed è un mago, come scopre la notte del suo undicesimo compleanno, grazie ad un guardiacaccia un po’ nerboruto, Hagrid, che gli comunica che lo aspettano ad Hogwarts, la scuola di magia che avevano frequentato anche i suoi genitori.

Tra la riluttanza dei suoi zii a mandarlo in una scuola che lo renderebbe ancora più “strano”, e la sua voglia di andarci per poter conoscere la verità sui suoi genitori, Harry parte alla volta dell’istituto e qui incontra i suoi amici per la pelle e fedeli spalle, Ron Weasley ed Hermione Granger, con cui vivrà emozioni ed avventure che li porteranno a sfidare una volta per tutte il Signore Oscuro, Colui Che Non Deve Essere Nominato, Voldemort.

In ogni libro, sono in totale sette, i nostri eroi si trovano ad affrontare qualunque tipo di situazione, dai “giochi” di logica della Mc Granitt nel primo capitolo, alla ricerca degli Horcrux nell’ultimo libro, passando tra labirinti incantati, coppe del mondo di Quidditch, pozioni polisucco, lupi mannari, Animagi, Thestral e Ippogrifi.

Mi spiace ragazzi, mi piacerebbe raccontarvi di più, ma non voglio togliervi la magia della lettura!

Non perdetevi questa serie, cambierà la vostra vita!

 

Fonte: Ringraziamo Wikipedia per le informazioni più importanti.

 

 

∼ Posted by Arybook
Editing by Simo

 

[amazon_link asins=’B06XYG322B,889122541X,8891221686,8893813386,8850245033′ template=’ProductCarousel’ store=’sognalegge-21′ marketplace=’IT’ link_id=’7762caeb-cd6a-11e7-bfca-f7b73d6d84a4′]

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi