‘Thiago’ di Margaret Gaiottina [Serie Jaguarà/ I fratelli Saxton #2]

Thiago

Serie Jaguarà/ I fratelli Saxton

di Margaret Gaiottina

 

thiagoTitolo: Thiago
Autore: Margaret Gaiottina
Serie: Serie Jaguarà/ I fratelli Saxton #2
Edito da: Opherie
Prezzo: cartaceo 9.80€ // ebook 4.99€
Genere: Romanzo, paranormal, adult
Pagine: 250 p.

anobii-icon Good-Reads-icon amazon-icon

Trama: A Sussex e nel jet set internazionale nessuno è più conteso di Thiago, biondissimo Golden Boy e ultimo rampollo della famiglia Saxton. Ma Sussex non è solo lusso, è anche desolazione e periferia dove una ragazza come Portia Mantini non sa proprio dire di no. Mai. A nessuno. Portia non sa però che il fascino patinato delle donne dei quartieri alti non regge il confronto contro la forza vera, quella naturale che sgorga dal cuore, stilla da labbra impertinenti e da occhi di fuoco come i suoi. Anche quando ci sente buoni solo per un giro di giostra. Anche quando l’amore più biondo che c’è nasconde uno spaventoso segreto. Ancora i fratelli Saxton della Jaguarà saga, questa volta la penna di Margaret Gaiottina è dedicata a Thiago.

Serie Jaguarà/ I fratelli Saxton:
2. Thiago (Thiago Saxton/Porzia Matini)
3. a seguire

Cliccare sui titoli per leggere le altre recensioni pubblicate.

Immagine5

Recensioneùdi CriCra

Margaret Gaiottina ci presenta Thiago, il 2° capitolo della serie dedicata ai Fratelli Saxton. La loro è una famiglia con delle origini molto particolari delle quali ho avuto modo di parlarvi nella mia recensione al primo libro Jaguarà, dedicato alla storia d’amore tra la dolce Maya O’Byrne e Orlando, il secondogenito, un dottore affascinante, burbero, misterioso e dalle mani d’oro, conteso da tutto il mondo in campo medico per le sue talentuose capacità.

serpenteStavolta conosceremo Thiago, il fratello minore. Potenzialità quasi paragonabili a quelle di Orlando le sue, ma con un atteggiamento più trasgressivo e turbolento. Un vero e proprio moderno libertino la cui regola fissa è ‘mai due volte con la stessa donna’… anche se, in realtà, dietro questa sua facciata si cela un grande disagio psicofisico e mentale, tenuto a freno da inibitori chimici per via della sua natura segreta. Stuzzicante, vero?   😎

Se in Jaguarà avevamo fatto la conoscenza di una protagonista femminile semplice, alla mano, dall’aria delicata ma dal temperamento tenace forgiato dalle passate vicissitudini, in questo nuovo appuntamento Portia Mantini, la nuova protagonista, non sembra essere da meno. Cambiano solo le circostanze in qualche modo più avverse, molto più ‘peccaminose’, in un contesto se vogliamo tutto alla “Pretty Woman” … E io adoro quel film 😉

Se i presenti avessero saputo quanto era ruspante la sua “fidanzata”, avrebbero dovuto uscire allo scoperto con tutti i loro pregiudizi e ipocrisie. Ad Arthur sarebbe venuto come minimo un colpo apoplettico. David sarebbe diventato ancora più rigido e quel bastone che portava ficcato nel culo si sarebbe allungato di mezzo metro. E Orlando, bè Orlando sarebbe andato su tutte le furie come sempre. L’unica che avrebbe potuto essere dalla sua parte era Maya. Maya era diversa, la sola senza i paraocchi lì dentro, che vedeva in lui la sua vera natura al di là della patina di allegria. 

L’attrazione fisica tra i due è evidente e pressante fin da subito, mitigata da un continuo tira e molla giocoso, come a non volersi mai prendere troppo sul serio e dando vita così, davanti agli occhi di tutti, famiglie comprese, ad una vera e propria farsa che ben presto però si trasformerà in realtà. Una storia romantica dove il potente sex appeal dei due protagonisti la farà da padrone fino a quando la corda tesa dall’esasperazione sessuale si spezzerà, portando il giusto appagamento ai loro sensi.

Per ogni storia d’amore che si rispetti, a mettere il bastone tra le ruote ai due piccioncini, ovviamente non possono mancare i ‘cattivi’ di turno: abbiamo il padre di Portia, un vero e proprio bastardo manesco in stile padre padrone; e per rimanere in tema di padri c’è Arthur, il capostipite della famiglia Saxton che pur di mantenere le apparenze di famiglia rispettabile e potente, si imboccherà tutte le bugie di un’arpia come Michelle, l’ex ragazza di David, il fratello maggiore di Orlando e Thiago, sempre pronta a mettere le sue unghie affilate su uno dei Saxton. Personaggi subdoli, cattivi e davvero patetici per la loro stupidità.

«Lo scioglimento del fidanzamento tra te e David potrebbe essere una benedizione, cara.» Andò alla scrivania e spofondò in silenzio nella poltrona. Congiunse le dita dei palmi aperti e iniziò a tamburellarle una con l’altra. «Dovrai pensarsi tu a farlo rinsavire, non ci sono alternative.»
Ottimo.
«Non saprei come fare.»
«Al ricevimento che ci sarà tra una settimana, gli farai capire com’è una vera donna, una donna di classe. Annienterai con un battito di ciglia quella Portia! Mio figlio merita una donna come te, Michelle. È un Saxton e ha bisogno di un cavallo di razza accanto per vincere!»
Michelle tirò su il viso e inspirò con forza, finalmente libera di sorridere euforica:
«Con te al mio fianco Arthur, posso fare qualsiasi cosa. Lo farò per te, per me e per tutta la nostra famiglia.»

Come giudizio finale direi un buon lavoro, ma se devo essere onesta al 100% ho apprezzato molto di più il primo libro rispetto a questo. Gusto tutto personale, ovviamente. Anche le cover, compresa quella nuova usata per l’altra edizione di Jaguarà, mi sono piaciute davvero tanto. E l’epilogo? Ovviamente aperto miei cari sognalettori. Questo perché per chi ancora non lo avesse capito, c’è un ultimo affascinante fratello Saxton che aspetta il momento giusto per farci conoscere la sua storia… Ed io non vedo l’ora di averlo tra le mani per ovvi motivi che vi svelerò a tempo debito. Quindi mia cara Margaret, ti prego, non farmi aspettare troppo, ok? 🙂

Voto

 

 

 

margaret gaiottinaMargaret Gaiottina fa parte del gruppo dei fondatori della Bloody Roses Secret Society, il club dei romanzieri che scrivono con il sangue. I primi due libri della scrittrice La Sedicesima Notte e L’Alba della Chimera  fanno parte della collana “A Cena col Vampiro“. Il suo maggior successo Jaguarà è stato pubblicato e tradotto negli Stati Uniti, Canada, Australia e Inghilterra.

Goodreads_iconFacebook-iconBlogger-iconTwitter-icon

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi